… e i loro tormentoni …



Scaricare 419 Kb.
Pagina14/22
02.02.2018
Dimensione del file419 Kb.
1   ...   10   11   12   13   14   15   16   17   ...   22

TORTA DELLA NONNA

Ingredienti:gr 150 di zucchero – gr 280 di farina – 4 tuorli – gr 70 di burro morbido – 2 cucchiai di liquore tipo marsala – un pizzico di sale – 1/2 bustina di lievito – buccia grattugiata di 1 limone. X la crema: 1/2 lt di latte, 3 tuorli, gr 80 di zucchero, gr 50 di farina, 1 bustina di vanillina e un pizzico di sale.

Lavorare i tuorli con lo zucchero e il burro; aggiungere rapidamente gli altri ingredienti e raccogliere il tutto a pallina (è una specie di pasta frolla). Far riposare in frigo x almeno 30 minuti. Trascorso questo tempo dividere l'impasto a metà; con una parte fare un disco di cm 26 ca. di diametro e farlo cuocere a 180° x circa 10 minuti. Nel frattempo preparare la crema pasticcera: riscaldare il latte e nel frattempo sbattere i tuorli con lo zucchero, la vanillina, il pizzico di sale, e la farina. Diluire il tutto con il latte intiepidito. Mettere sulla fiamma e portare il tutto lentamente ad ebollizione mescolando continuamente. Coprire il disco parzialmente cotto con la crema preparata e coprire con un secondo disco di pasta sigillando bene i bordi. Pennellare la superficie con un po' di uovo sbattuto e cospargere la superficie con mandorle a scaglie e pinoli. Cuocere a 180° x altri 20 minuti fino a che la superficie è ben dorata. Quando il dolce sarà freddo cospargere la superficie con zucchero a velo.

Maria Luisa Trapanotto

TORTA SBRICIOLATA DI RICOTTA E AMARETTI

Ingredienti per il ripieno: 300 gr di ricotta vaccina fresca, 90 gr di zucchero, 1 uovo intero, 1-2 cucchiai di latte (solo se la ricotta è ben asciutta), circa 20 amaretti.

Per l’impasto: 300 gr di farina, 1 uovo intero, 1 etto di burro ammorbidito ma non fuso, 100 gr di zucchero, 1 bustina di lievito e una di vanillina.

In una terrina mettere la ricotta con l’uovo e lo zucchero, mescolare bene e rendere fluido eventualmente aggiungendo poco latte o Amaretto di Saronno. Sbriciolare gli amaretti ed amalgamarli al composto di ricotta. Mettere in frigo.

In una pentola alta almeno quanto il vostro sbattitore elettrico, mettere la farina, il burro, l’uovo e lo zucchero. Con le fruste, mescolare il composto che tenderà a formare dei bricioloni. Aggiungere il lievito e la vanillina e, se serve, un po’ di farina per rendere il tutto più sbriciolato. Imburrate e infarinate una tortiera da 25 cm o un contenitore rettangolare di metallo, cospargete la base con le briciole fino a formare uno strato che, con un po’ di pressione delle mani, formerà la base della torta. Deve rimanere un po’ meno della metà del composto sbriciolato. Spalmare sulla base la crema di ricotta, avendo cura di lasciare 1 cm e ½ dai bordi. Poi ricoprire con le altre briciole. Cuocere in forno a 180° per circa 40 minuti. Spolverizzare di zucchero a velo prima di servire.

Elena Di Giovanni

TORTA DI MELE SBRICIOLATA

200 gr farina , 150 gr zucchero, 100 gr burro, 1 cucchiaino lievito in polvere, 2 uova, 200 gr. panna liquida, 1 joghurt bianco, 100 gr zucchero di canna

1 kg di mele

Fare impasto con farina, zucchero, burro e lievito, devono risultare delle briciolone, versare 3/4 dell'impasto in una tortiera a cerniera (diam 24) metterci sopra le mele sbucciate e tagliate a fettine sottili, versare sopra il rimanete 1/4 dell'impasto. Non premete … tutto deve risultare molto irregolare. Infornare a 180-200 gradi per 20 minuti ... nel frattempo mescolate con una frusta tutti gli altri ingredienti (panna, joghurt, uova e zucchero di canna) ... passati i 20 min. di forno estraete la torta dal forno e versateci sopra questo composto ... infornate nuovamente per 40 minuti. (180 gradi se ventilato ... 200 senza ventilazione) Man mano che stendevo le mele, aggiungevo dell'uvetta e una leggera spolverata di cannella in polvere. Lo yogurt non deve essere dolce, io ho usato uno yogurt naturale intero della centrale del latte. Nel mio forno l'ho cotta a 170° (statico) perchè a 200° sarebbe bruciata la crema, e, a metà cottura l'ho coperta con un foglio di carta forno.



Marina Braito

CROSTATA (DI MELE) CON PASTA PARADISO

Pasta frolla

280 gr di farina

150 gr di burro

100 gr di zucchero a velo

1 tuorlo


30 gr di latte

1/2 cucchiaino di miele

1/2 cucchiaino di Pan degli angeli

limone grattugiato

1 pizzico di sale

Preparare la pasta frolla montando il burro con lo zucchero e il miele. Aggiungere gli altri ingredienti e impastare velocemente. Far riposare in frigo.

Per il ripieno

4/5 mele annurche o renette

2 cucchiai di zucchero mescolato con poca cannella e vanillina.

200 gr di marmellata di albicocche

Pasta Paradiso

60 gr di farina

40 gr di fecola

4 tuorli+ 1 uovo intero

100 gr di zucchero

30 gr di burro

1 pizzichino di vanillina

.imburrare 2 teglie rotonde di 16 cm di diametro (è preferibile farne 2 invece di una, il risultato è migliore) Stendere la pasta frolla sottile,4mm circa,foderare con questa le teglie e porle in frigo. Tagliare le mele a fettine e spolverizzare con lo zucchero e un pò di liquore. Montare i tuorli e l'uovo con lo zucchero per 20 minuti circa. Non è di facile esecuzione, bisogna montare alla perfezione le uova e amalgamare

con molto garbo la farina e la fecola passandola con un piccolo setaccio ed anche al momento di aggiungere il burro sciolto da versare caldo nell'impasto. Mescolare molto delicatamente. Se non si vuole rischiare si può aggiungere un cucchiaino di Pan degli angeli. Spennellare il fondo della pasta frolla con la marmellata.

Versare la pasta Paradiso nelle 2 teglie e disporre su le mele a raggiera. Infornare a 160° per 25/35 minuti. Lucidare la superficie delle crostate con marmellata diluita in poca acqua.



Elisabetta Cuomo




DOLCE AL LIMONE


Ingredienti: 3 uova 3 grossi limoni non trattati 250 gr. di burro. 250 gr. di farina autolievitante o farina 00 1⁄2 bustina di lievito in polvere 250 gr. di zucchero 3 cucchiai di zucchero a velo( più quello necessario per l’eventuale glassa)facoltative ciliegine e cedro canditi per decorare.

Lavorare bene in una ciotola uova, burro, zucchero e la scorza grattata dei limoni (tutta), nonché il succo di mezzo limone, aggiungere la farina e continuare a rimestare fino ad avere una pasta liscia, versare in una teglia unta e infarinata e cuocere per 40 minuti circa in forno a calore medio.Sformare il dolce su un piatto e, mentre è ancora caldo, forarlo in più punti con un ferro da calza e versare nei buchetti uno sciroppo ottenuto con il succo dei due limoni e mezzo restanti e con lo zucchero a velo.Guarnire con zucchero a velo o,meglio, con una glassa di zucchero a velo e limone e con canditi.Usando il robot da cucina io parto frullando le scorze di limone con lo zucchero e aggiungo poi , man mano gli altri ingredienti.

Ofelia Maria Allegretta

MATTONELLA AL LIMONE

per 8 persone circa

stampo tipo plum-cake lungo circa 30 cm

1/2 litro di panna liquida fresca (del tipo da montare)

5 tuorli d'uovo

3 albumi


300 grammi zucchero al velo

2 e 1/2 tazzine da caffè di succo di limone filtrato (*)

2 cucchiai rasi di buccia di limone grattuggiata

(*) per tazzine da caffè si intende del tipo da bar non più grande, altrimenti se si usa la stessa dose misurata in tazzine più grandi il semifreddo risulterebbe troppo aspro, quasi sgradevole. Con un mixer elettrico montare i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema gonfia e spumosa, quindi, sempre frullando, aggiungere adagio il succo di limone e la scorza grattuggiata. Montare la panna . A parte, montare gli albumi a neve fermissima. Con una spatola flessibile o un cucchiaio di legno, unire al composto di uova e limone prima la panna montata poi gli albumi a neve: è indispensabile mescolare dal basso verso l'alto in queste ultime due fasi altrimenti si rischia di smontare e la pannna e gli albumi.

Sarebbe ideale foderare lo stampo o con pellicola o carta oleata o da forno

per agevolare il capovolgimento del dolce prima di servirlo.

Una volta che lo stampo è foderato, versare il composto, livellarlo battendolo

sul piano del tavolo, coprirlo con pellicola o alluminio e mettere nel congelatore.

Non occorre scongelarlo prima di servirlo: sarà sufficiente, dopo averlo

capovolto su un piano tipo tagliere (non so come lo chiamate voi quel pezzo

di legno o di plastica dove triti le erbe con la mezzaluna o il coltello),

tagliarlo con un coltello grande da cucina la cui lama sia stata passata

sotto l'acqua calda.

Disporre la fetta nel piattino e guarnire con fettina di limone tagliata

artisticamente e foglioline di menta (facoltativo).

In alternativa alla forma di mattonella, si possono realizzare gli stampini

monoporzione da servire guarniti allo stesso modo.
io l'ho fatta anche all'arancia, invece che al limone: ottima! e la puoi servire con una salsina calda di lamponi o altri frutti di bosco...

Babette




Condividi con i tuoi amici:
1   ...   10   11   12   13   14   15   16   17   ...   22


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale