È l’arte di esprimersi in modo efficace e persuasivo



Scaricare 459 Kb.
24.01.2018
Dimensione del file459 Kb.



È l’arte di esprimersi in modo efficace e persuasivo

  • È l’arte di esprimersi in modo efficace e persuasivo



Ornano il discorso

  • Ornano il discorso

  • Arricchiscono il senso di un testo

  • Suscitano interesse, colpiscono l’immaginazione

  • Creano il linguaggio POLISEMICO



FIGURE FONETICHE O DI SUONO (vedi lezione precedente)



ANASTROFE: due o più parole vengono invertire rispetto all’ordine sintattico usuale

  • ANASTROFE: due o più parole vengono invertire rispetto all’ordine sintattico usuale

  • Cercavano il miglio gli uccelli

  • (Quasimodo, Antico inverno)



IPERBATO: inserimento di una o più parola che dividono due elementi che dovrebbero rimanere uniti

  • IPERBATO: inserimento di una o più parola che dividono due elementi che dovrebbero rimanere uniti

  • L’acque cantò fatali

  • (Foscolo, A Zacinto)

  • ITERAZIONE: ripetizione di una o più parole all’interno di un testo, senza un ordine preciso



ANAFORA: ripetizione di una o più parole all’inizio di versi successivi

  • ANAFORA: ripetizione di una o più parole all’inizio di versi successivi



PARALLELISMO: disporre le parole creando delle simmetrie

  • PARALLELISMO: disporre le parole creando delle simmetrie

  • mi cantano, Dormi! Sussurrano,

  • Dormi! Bisbigliano, Dormi!

  • (G. Pascoli, La mia sera)



CHIASMO: consiste nel disporre le parole/espressioni secondo lo schema della lettera greca

  • CHIASMO: consiste nel disporre le parole/espressioni secondo lo schema della lettera greca



ACCUMULAZIONE: accostamento di termini in ordine caotico, spesso senza segni di punteggiatura

  • ACCUMULAZIONE: accostamento di termini in ordine caotico, spesso senza segni di punteggiatura

  • CLIMAX: accumulazione in cui i termini sono disposti in ordine CRESCENTE o DECRESCENTE



SIMLITUDINE: confronta due elementi, stabilendo nessi logici espliciti (come, simile a, assomiglia…)

  • SIMLITUDINE: confronta due elementi, stabilendo nessi logici espliciti (come, simile a, assomiglia…)



Similitudine abbreviata, in cui non vengono espressi i nessi logici

  • Similitudine abbreviata, in cui non vengono espressi i nessi logici



Metafora complessa: i due termini sono lontanissimi tra loro, ma messi in relazione eliminando ogni passaggio logico

  • Metafora complessa: i due termini sono lontanissimi tra loro, ma messi in relazione eliminando ogni passaggio logico

      • ACCAREZZO I TUOI CAPELLI NERI COME LA NOTTE (similitudine)
      • ACCAREZZO LA NOTTE DEI TUOI CAPELLI (metafora)
      • ACCAREZZO LA TUA NOTTE (analogia)


Una parola viene sostituita con un’altra in base a un rapporto di quantità:

  • Una parola viene sostituita con un’altra in base a un rapporto di quantità:

    • La parte per il tutto
    • Singolare per il plurale
    • Genere per la specie


Una parola viene sostituita con un’altra in base a un rapporto di vicinanza logica:

  • Una parola viene sostituita con un’altra in base a un rapporto di vicinanza logica:

    • Causa per effetto
    • Contenente per il contenuto
    • Concreto per astratto


Strumento per chi lo adopera

    • Strumento per chi lo adopera
    • Autore per l’opera
    • Materia per oggetto


Giro di parole

  • Giro di parole

  • ANTITESI: accostamento di due termini opposti

  • OSSIMORO: due concetti di significato opposto vengono riferiti allo stesso oggetto



Esagerazione

  • Esagerazione

  • SINESTESIA: accostamento di termini che appartengono a sfere sensoriali diverse



Affermazione impossibile

  • Affermazione impossibile



Si indica con un nome proprio, invece che comune, una persona o una cosa per indicarne alcune qualità (dongiovanni)

  • Si indica con un nome proprio, invece che comune, una persona o una cosa per indicarne alcune qualità (dongiovanni)

  • PERSONIFICAZIONE: trattare come un essere umano un oggetto o un animale



Attribuire a una parola caratteristiche di un’altra parola della frase (di foglie un cader fragile)

  • Attribuire a una parola caratteristiche di un’altra parola della frase (di foglie un cader fragile)

  • IRONIA/ANTIFRASI: si dice una cosa per intendere il suo opposto

  • FIGURA ETIMOLOGICA: accostamento di due parole con la stessa radice (selva selvaggia)



Affermare un concetto negando il suo opposto

  • Affermare un concetto negando il suo opposto

  • RETICENZA: interrompere il discorso per sottintendere qualcosa…

  • APOSTROFE: il discorso è rivolto direttamente a un inerlocutore



elenco: files -> sirabella.luana
files -> Istituto comprensivo maria immacolata
files -> È un quadro astratto: non vuole rappresentare la realtà nei particolari, ma le forme, il movimento e il colore
files -> Camminate bibliche romane 24-25 ottobre 2015 solo l'amore resta (1 cor 13)
files -> Gli alberi strutture Dati Astratte alberi Generali
files -> Indicazioni nazionali per IL curricolo verticale
sirabella.luana -> Nacque a Venezia nel 1707 da una famiglia borghese
sirabella.luana -> Iniziatrice ne è la scuola siciliana (scuola perché abbiamo un gruppo di scrittori uniti da gusto, stile, contenuti comuni)
sirabella.luana -> Piatti: detti anche unidimensionali o tipi, hanno solo una o due caratteristiche distintive, non vengono approfonditi dal punto di vista psicologico, hanno un comportamento prevedibile e stereotipato piatti


Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale