1 Introduzione


Breve introduzione a Python



Scaricare 459.5 Kb.
Pagina3/15
29.03.2019
Dimensione del file459.5 Kb.
1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   15
1.2 Breve introduzione a Python

Il linguaggio Python nasce ad Amsterdam nel 1989, dove il suo creatore Guido Van Rossum lavorava come ricercatore. Nei suoi dieci anni di vita, si è diffuso in tutto il mondo. In Italia, la "comunità Python" era veramente ristretta. Nel 1999 l'Italia si è svegliata dal suo torpore e sembra che l'interesse stia crescendo.

Python è innanzitutto un linguaggio di script pseudocompilato. Questo significa che, similmente al Perl ed al Tcl/Tk, ogni programma sorgente deve essere pseudocompilato da un interprete. L'interprete è un normale programma che va installato sulla propria macchina, e si occuperà di interpretare il codice sorgente e di eseguirlo. Quindi, diversamente dal C++, non abbiamo un fase di compilazione - linking che trasforma il sorgente in eseguibile, ma avremo a disposizione solo il sorgente che viene eseguito dall'interprete.

Il principale vantaggio di questo sistema è la portabilità: lo stesso programma potrà girare su una piattaforma Linux, Mac o Windows purché vi sia installato l'interprete.

Python è un linguaggio orientato agli oggetti. Supporta le classi, l'ereditarietà e si caratterizza per il binding dinamico. Ragionando in termini di C++ potremo dire che tutte le funzioni sono virtuali. La memoria viene gestita automaticamente e non esistono specifici costruttori o distruttori; inoltre esistono diversi costrutti per la gestione delle eccezioni.

Un altro importante elemento per inquadrare Python è la facilità di apprendimento. Chiunque nell'arco di un paio di giornate può imparare ad usarlo e a scrivere le sue prime applicazioni. In questo ambito gioca un ruolo fondamentale la struttura aperta del linguaggio, priva di dichiarazioni ridondanti e estremamente simile ad un linguaggio parlato. L'indentazione perde il suo ruolo inteso come stile di buona programmazione per facilitare la lettura del codice, per diventare parte integrante della programmazione che consente di suddividere il codice in blocchi logici.







Condividi con i tuoi amici:
1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   15


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale