4 sintesi del testo: G. Mormino, per una teoria dell’imitazione, Cortina 2016


DOMANDA: come spiegare la ripetizione dei moti favorevoli e l'esclusione di quelli dannosi? Cosa significa esattamente dire che l'animale "impara dall'"esperienza" ?



Scaricare 116.55 Kb.
Pagina4/35
07.11.2019
Dimensione del file116.55 Kb.
1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   35
DOMANDA: come spiegare la ripetizione dei moti favorevoli e l'esclusione di quelli dannosi? Cosa significa esattamente dire che l'animale "impara dall'"esperienza" ?

  • A questa domanda risponde la tesi dell'autoimitazione.

  • Replicare un movimento equivale infatti a imitare se stessi.

  • DEFINIZIONE: l'autoimitazione è il modo con il quale un'abilità trovata attraverso il semplice "provare" viene ripetuta e acquisita, divenendo patrimonio dell'individuo.

  • Quello che si chiama comunemente "istinto" è una serie di azioni, sottoinsieme di quelle possibili data la fisiologia dell'individuo, il cui esito favorevole è percepito assai rapidamente e che per questo viene ripetuta con sempre maggior frequenza, fino a diventare il comportamento standard. I movimenti rivelatisi invece sfavorevoli vengono presto abbandonati.



  • Condividi con i tuoi amici:
  • 1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   35


    ©astratto.info 2019
    invia messaggio

        Pagina principale