Abbiamo visto che: Abbiamo visto che



Scaricare 0.7 Mb.
23.05.2018
Dimensione del file0.7 Mb.



Abbiamo visto che:

  • Abbiamo visto che:

    • Conoscenza in stimolo-risposta non è sufficiente
    • Occorrono molte variabili
  • Osserviamo:

    • Variabili con Valori = conoscenza
  • Vogliamo dunque:

    • Analizzare il modo di rappresentare conoscenza da parte di noi umani
  • Usiamo modelli: Psicologia Cognitiva



Richiami: cosa sono le macchine?

  • Richiami: cosa sono le macchine?

    • Principi di funzionamento
  • Primo Tentativo

    • Analisi Umano (da psicologia): Comportamentismo
    • Modello proposto: Macchine Chiacchierone
  • Secondo Tentativo

    • Analisi Umano (da psicologia): Psicologia Cognitiva
    • Modelli proposti:
      • Modello entità relazione
      • Modello relazionale
      • Logica


Rappresentare = re + present

  • Rappresentare = re + present

    • Presentare di nuovo
    • Qualcosa che stà a posto di un elemento del mondo
  • Come rappresentiamo conoscenza nella nostra testa?

    • Rappresentazione interna
    • E’ inosservabile!!!
  • Per comprendere la rappresentazioni interna osserviamo come le forme di rappresentazione della conoscenza esterne (osservabili)



Pittorica: analogica

  • Pittorica: analogica

  • Linguistica: non-analogica

    • Marco occupa la stanza 118
    • Giovanni occupa la stanza 119
    • ….
    • Ingrid occupa la stanza 123


Osservazione

  • Osservazione

  • Nella Rappresentazione Linguistica:

  • Associazioni tra simbolo e significato è completamente arbirtaria

  • De Saussure: “non c’è nessuna ragione per cui un simbolo debba necessariamente essere il nome di un elemento del mondo”



Caratteristiche salienti

  • Caratteristiche salienti

  • Pittorica

    • Analogica
    • Simboli non separati
    • Nessun chiaro simbolo di relazione
    • Nessuna regola canonica
    • concreta
  • Linguistica

    • non-analogica
    • Simboli discreti
    • Chiari simboli di connessione (relazione)
    • Composizione secondo regole grammaticali
    • Astratta


Per rappresentare conoscenza, la rappresentazione esterna ci basta?

  • Per rappresentare conoscenza, la rappresentazione esterna ci basta?

    • Supponiamo di prendere quella linguistica
    • Quali problemi?
      • Ricchezza espressiva
      • Ambiguità


Quanti modi ci sono di dire che due persone si sono incontrate?

  • Quanti modi ci sono di dire che due persone si sono incontrate?

  • A incontra B

  • A e B si sono incontrate

  • A ha avuto un incontro con B

  • B ed A hanno avuto un incontro

  • B è stato a Roma per incontrare A

  • A ha visto B a Roma



Lessicale

  • Lessicale

  • Imposta

    • Tassa
    • Finestra
    • Voce del verbo impostare
  • Strutturale

  • La vecchia porta la sbarra

    • ((La vecchia) ((porta) (la sbarra)))
    • ((La vecchia porta) ((la ) (sbarra)))
    • La vecchia signora porta la sbarra
    • La vecchia porta sbarra qualcosa
  • Marco ha preso la borsa di pelle di nonna.

    • Marco ha preso (la borsa di (pelle di nonna)).
    • ((la borsa di pelle) di nonna)
    • Interpretazioni a voi


Linguaggio naturale è

  • Linguaggio naturale è

    • Ricco
    • Ambiguo (lessicalmente e strutturalmente)
  • Per rappresentare la conoscenza abbiamo bisogno di un linguaggio:

    • Univoco
    • Non ambiguo
  • Andiamo a vedere se i modelli di rappresentazione della conoscenza interna ci aiutano!!!



Postuliamo:

  • Postuliamo:

    • similitudini con rappresentazione esterna
    • Non tutto deve essere rappresentato
  • Una prima classificazione:

    • Conoscenza distribuita (connettivismo)
    • Conoscenza simbolica








Analogica

  • Analogica

    • Non discreta
    • Implicita
    • Lasche regole di combinazione
    • Specifica nella modalità
  • Proposizionale

    • Discreta
    • Esplicita
    • Forti regole di combinazione
    • Amodale


Proposizione: cos’è?

  • Proposizione: cos’è?

    • “they constitute a universal and amodal mentalese” !!!!
  • Come le caratterizziamo

    • Asserzioni del calcolo dei predicati
      • Legami sono “predicati”
      • Entità oggetto sono argomenti


Data la frase:

  • Data la frase:

  • Il gatto mangia la mela.

  • Osserviamo che esistono:

    • Oggetti che compiono o subiscono azioni
      • gatto
      • mela
    • Azioni o relazioni che legano oggetti
      • mangiare
      • mangiare(gatto,mela)




Relazioni

  • Relazioni

  • Concetti relazionali

    • possono essere rappresentati come “Case Grammar” (Fillmore)


Framenet: “Case Grammar” (Fillmore)

  • Framenet: “Case Grammar” (Fillmore)

  • Un Concetto relazionale: frame commerce-buy

    • Ruoli principali
      • Compratore
      • Bene
      • Venditore
    • Ruoli accessori
      • Durata
      • Mezzo
      • Soldi scambiati
      • luogo


Problema

  • Problema

  • Come può la “case grammar” essere una teoria per il significato delle relazioni?

  • E’ sufficientemente vincolata?

  • Prendiamo: su(gatto,tappeto)

  • Quali delle due è la situazione corretta?



Tiriamo le prime somme

  • Tiriamo le prime somme

  • Abbiamo:

    • Un possibile linguaggio di rappresentazione della conoscenza per esprimere proposizioni
    • su(gatto,tappeto)
    • rispetto al linguaggio naturale:
      • esplicita la struttura delle proposizioni
    • con proprietà auspicate:
      • non ambiguo (zero ambiguità)
      • non ridondante (zero ricchezza espressiva)


Composizione significati

  • Composizione significati

  • Assunto

  • Il significato di un concetto relazionale può essere ottenuto tramite composizione di concetti relazionali semplici

  • Ad esempio:

    • Trasferimento di proprietà: ATRANS


ATRANS:

  • ATRANS:

  • Actor: person (Mario)

  • Act: ATRANS

  • Object: physical object (anello)

  • direction-TO: person-1 (Maria)

  • FROM: person-2 (Mario)

  • Actor, Act,.. Sono le variabili di questo schema e possono assumere certi valori

  • ES. Mario diede/regalò/vendette un anello a Maria



Teoria delle dipendenze concettuali di Schank

  • Teoria delle dipendenze concettuali di Schank

  • Primitive Significato Istanze

  • ATRANS trasf. di proprietà dare, prendere

  • PTRANS trasf. fisico da a muoversi, camminare

  • MTRANS trasf. di informaz. mentali ordinare, suggerire

  • ATTEND ricevere impulsi sensoriali vedere, sentire

  • PROPEL applic. forza a ogg. fisici spingere, colpire

  • INGEST assunzione di cibo o aria respirare, mangiare

  • EXPEL inverso di ingest vomitare



Composizione significati

  • Composizione significati

  • Problemi

  • Esiste?

  • Ci serve?



Esiste? Come verificare?

  • Esiste? Come verificare?

    • Ipotesi sperimentale: data una frase è possibile ricordare più elementi quanto più questi sono collegati tra loro da relazioni componenti
    • Campioni da sottoporre:
      • Ida ha venduto ai suoi imbianchini un orologio
      • Ida ha spedito ai sui imbianchini un orologio


Esiste? Come verificare?

  • Esiste? Come verificare?

  • Decomponiamo il significato



Esiste? Come verificare?

  • Esiste? Come verificare?

  • Risultati



Esiste? Come verificare?



Tiriamo le prime somme

  • Tiriamo le prime somme

  • Abbiamo:

    • Un possibile linguaggio di rappresentazione della conoscenza per esprimere proposizioni
    • su(gatto,tappeto)
    • rispetto al linguaggio naturale:
      • esplicita la struttura delle proposizioni
    • con proprietà auspicate:
      • non ambiguo (zero ambiguità)
      • non ridondante (zero ricchezza espressiva)
      • Composizionalità dei significati




  • Che cos’è uno schema?

    • Un insieme di concetti che servono a tener conto di una situazione complessa
  • Storia

    • Kant: con schemi per lo spazio 3d e per il tempo (innati)
    • Nomenclatura (anni 70)
      • Scripts (Schank&Abelson)
      • theories of Conceptual dependencies (Schank)
      • Frames (Marvin Minski)


Vorrebbe catturare la conoscenza utilizzata per capire eventi come “andare al ristorante”

  • Vorrebbe catturare la conoscenza utilizzata per capire eventi come “andare al ristorante”

  • Test: Cosa facciamo quando andiamo al ristorante?



Entrare

  • Entrare

    • Arrivare al ristorante
    • Cercare un tavolo
  • Ordinare

    • Prendere il menu
    • Guardare
    • Scegliere
    • Lasciarsi consigliare
  • Mangiare

  • Andarsene

    • Il cameriere scrive il conto
    • Calcolo della mancia
    • Lasciare la mancia
    • Pagare il conto


Assunto:

  • Assunto:

  • Evidenza sperimentale (visione):

    • Presentate 6 scene
      • + oggetti inattesi
      • - oggetti attesi
    • Risultato:
      • Oggetti inattesi sono maggiormente ricordati
      • Cancellazioni o rimpiazzo di oggetti attesi è notata meno


Natura non ben fondata:

  • Natura non ben fondata:

    • È sempre possibile creare uno schema associato ad una situazione
    • I riempitori delle posizioni potrebbero non essere sempre dello stesso tipo
    • Il riempimento di una posizione potrebbe avere implicazioni sul riempimento delle altre posizioni


Hanno dei problemi, ma ci servono?

  • Hanno dei problemi, ma ci servono?

  • Ricordiamo che:

    • È sempre possibile creare uno schema associato ad una situazione
  • quindi

    • possono aiutarci a definire la conoscenza necessaria per trattare una situazione


Costruiamo lo schema per “la prenotazione di un viaggio”

  • Costruiamo lo schema per “la prenotazione di un viaggio”

    • Scegliere destinazione
      • Quanto vuol spendere
        • Offerte
        • Con chi?
        • Alloggio
      • Che vuoi fare: mare/montagna/sport?
    • Periodo vacanza
      • Quanto tempo stare
    • Spostamento
    • Come pagare?




Cosa abbiamo appreso:

  • Cosa abbiamo appreso:

    • Possiamo trovare un linguaggio che espliciti la struttura
    • Il significato può essere trovato per composizione
    • Abbiamo tre livelli possibili:
      • Oggetti
      • Relazioni
      • Scripts
    • Domanda ulteriore:
      • Gli oggetti sono raggruppabili in classi?


  • Chi sono costoro?

  • Da dove vengono?

  • Esistono? (Quantomeno nel cervello umano)

  • A che servono?



Se non ci fossero cosa succederebbe? …

  • Se non ci fossero cosa succederebbe? …

  • … dovremmo ricordare ogni singolo istante della nostra vita

  • Al limite sarebbe una sorpresa ogni mattina vederci nello specchio !



L’organizzazione delle informazioni immagazzinate seguendo il principio dell’Economia Cognitiva

  • L’organizzazione delle informazioni immagazzinate seguendo il principio dell’Economia Cognitiva

  • Similitudini tra differenti oggetti del mondo (esteriore e interiore) possono essere usate per mettere insieme oggetti (istanze) in concetti (classi)

  • Ma allora è sufficiente il concetto di cosa



Informatività

  • Informatività

    • Devono essere in maniera sufficiente per distinguere le cose di cui si vuole parlare
  • Naturalezza

    • Devono rappresentare cose nel mondo (esterno o interno)
    • uccelli-che-volano-con-un’ala-sola (concetto strano)
    • marocchino=caffè-macchiato-caldo (concetto strano per molti popoli nel mondo)


Gli esseri umani possono giudicare l’appartenenza di un oggetto ad una classe

  • Gli esseri umani possono giudicare l’appartenenza di un oggetto ad una classe

  •  Category judgements of membership

  • Gatto è animale

  • Topo è animale

  • Tavolo non è animale



  • Concetti hanno gradienti di appartenenza

    • Passero è più uccello che non il pinguino
  • Concetti non hanno chiari confini

    • Cambiano a seconda del contesto e non c’è concordanza tra gli umani
    • es. libro è un oggetto o un prodotto intellettuale ?


  • Porre un oggetto in una classe rende possibile anche prevedere i comportamenti



  • Concetti sono organizzati in maniera gerarchica

  • Teorie psicologiche affermano che la mente tiene “a mente” tre livelli:

    • Superoridinate level: concetti generali come arredamento
    • Basic level: concetti di uso corrente abbastanza specifici come sedia, tavolo
    • Subordinate level: istanze
  • Notare: secondo queste teorie la categorizzazione avviene al basic level





  • Attributo definitorio

    • Studiata e provata sulle reti di concetti (più il concetto richiesto è distante dell’attributo definitorio più il tempo di risposta è alto)
  • Prototipo

  • Basata su esempi (recenti)





Cosa abbiamo appreso:

  • Cosa abbiamo appreso:

    • Possiamo trovare un linguaggio che espliciti la struttura
    • Il significato può essere trovato per composizione
    • Abbiamo tre livelli possibili:
      • Oggetti
      • Relazioni
      • Scripts
        • Possiamo trovare facilmente aggregazioni di relazioni e oggetti in ambiti specifici


Possiamo facilmente costruire un modello di rappresentazione della conoscenza utilizzando la relazione?

  • Possiamo facilmente costruire un modello di rappresentazione della conoscenza utilizzando la relazione?

  • Esempio

  • Pensiamo a persone hanno superato un esame tenuto da un professore

  • Esame(Nome,Cognome,Voto,NomeProf,CognomeProf,Titolo,Data)

  • Vedete qualche problema?



Lotteremo per:

  • Lotteremo per:

    • Mantenere il numero di relazioni basso
    • Ridurre la ridondanza dei dati



Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale