Alcuni commenti sulla logica stoica



Scaricare 35.58 Kb.
Pagina1/7
02.04.2019
Dimensione del file35.58 Kb.
  1   2   3   4   5   6   7

Alcuni commenti sulla logica stoica

Nino B. Cocchiarella


Per la classe 1 C Anno 2005/2006

Studenti del Prof. Giuseppe Addona


Traduzione degli alunni del corso C liceo “P. Giannone” Benevento maggio 2006


Lo stoicismo è un’antica scuola filosofica. Fu fondata da Zenone di Cizio a Cipro intorno al 300 a.C. Eccetto per alcuni frammenti, la maggior parte degli scritti degli stoici sono andati persi. Quel poco che noi conosciamo circa gli stoici è che essi ebbero una teoria delle etiche e una teoria della logica. Nelle etiche stoiche la virtù è il solo bene e la persona virtuosa è una persona che ha raggiunto la felicità attraverso la conoscenza. La persona virtuosa ha dominato le sue passioni ed emozioni e trova la felicità in se stessa. Forse il prof. Addona vi dirà di più su questo argomento. Io dirò qui qualcosa circa la logica stoica, sebbene sono sicuro che il prof. Addona vi ha già parlato molto sull’argomento. Nei tempi antichi, la logica stoica era vista da molti filosofi come un’alternativa, e forse persino opposta, alla logica di Aristotele, e ciò portava ad alcuni disaccordi tra le due scuole. Oggi noi sappiamo che queste due teorie logiche sono compatibili e oggi ognuna è una parte differente della logica matematica moderna. La logica stoica fu una forma iniziale della logica propositiva, e la maggior parte, ma non tutta, di ciò che gli stoici avevano da dire su questo argomento è ora sviluppato come logica propositiva vero-funzionale. La logica di Aristotele è la logica dei sillogismi, che tratta la logica di alcune parole quantificatrici, come “ tutto” e “alcuni”, che ora possono essere sviluppate come parte di logica predicativa monodica, che è quella parte di logica predicativa quantificativa che è ristretta ai predicati di un solo luogo.




Condividi con i tuoi amici:
  1   2   3   4   5   6   7


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale