Alimentazione, disbiosi intestinale e parassitosi


Dramatic improvement of parkinsonian symptoms after gluten-free diet introduction in a patient with silent celiac disease



Scaricare 9.23 Mb.
Pagina104/335
29.03.2019
Dimensione del file9.23 Mb.
1   ...   100   101   102   103   104   105   106   107   ...   335
Dramatic improvement of parkinsonian symptoms after gluten-free diet introduction in a patient with silent celiac disease604 relaziona per l’appunto sull’ “Incredibile miglioramento dei sintomi parkinsoniani dopo l’adozione di una dieta senza glutine in un malato di celiachia latente”.

L’articolo CD8(+)/perforin/granzyme B(+) effector cells infiltrating cerebellum and inferior olives in gluten ataxia605 ci informa che



Fino all’8% dei malati di sensibilità al glutine sviluppano sintomi neurologici come atassia, demenzia, attacchi epilettici o neuropatia periferica.

L’articolo Non-celiac gluten sensitivity triggers gut dysbiosis, neuroinflammation, gut-brain axis dysfunction, and vulnerability for dementia (“Sensibilità al glutine non celiaca innesca disbiosi intestinale, infiammazione dei nervi, disfunzione dell’asse intestino-cervello e vulnerabilità alla demenza”)606 mostra chiaramente una correlazione tra glutine e demenza607.

L’articolo Does cryptic gluten sensitivity play a part in neurological illness? (“La sensibilità al glutine nascosta gioca un ruolo nella malattia neurologica?”)608 mostra che su 53 pazienti con disfunzioni neurologiche di causa ignorata, (25 casi di atassia609, 20 di neuropatia periferica, 5 di mononeurite multipla, 4 di miopatia, e di neuropatia motoria, 2 di mielopatia) ben 30 (oltre il 56%!) mostravano anticorpi al glutine. In particolare l’analisi approfondita dello stato del duodeno e dei villi (tramite biopsia) dei pazienti neurologici con anticorpi al glutine ha permesso di accertare una percentuale la presenza di celiachia conclamata nel 35%, di duodenite nel 38%, e di assenza di lesioni nel 26%. Se consideriamo il fatto che le analisi attualmente in uso controllano solo 5 dei possibili anticorpi al glutine su un totale di 28 fino ad ora isolati (vedi il libro I pilastri della salute e la rete di interconnessioni), si comprende come molti altri casi di problemi neurodegenerativi e di altri problemi neurologici possano essere collegati al glutine e possano quindi migliorare con l’assunzione di una dieta senza glutine.



Condividi con i tuoi amici:
1   ...   100   101   102   103   104   105   106   107   ...   335


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale