Alimentazione, disbiosi intestinale e parassitosi


- 6 medici testimoniano la degenerazione della razza umana causata dall’alimentazione moderna



Scaricare 9.23 Mb.
Pagina118/335
29.03.2019
Dimensione del file9.23 Mb.
1   ...   114   115   116   117   118   119   120   121   ...   335
54 - 6 medici testimoniano la degenerazione della razza umana causata dall’alimentazione moderna
Quasi un secolo fa il dottor Alexis Carrel nel suo trattato Man the Unknown (“L’uomo questo sconosciuto”)627 affermava:

la medicina è ben lontana dall’aver diminuito così tanto le sofferenze umane così come tenta di farci credere. In realtà il numero delle morti causate dalle infezioni è grandemente diminuito ma lo stesso si muore in misura ancora maggiore a causa delle malattie degenerative.

Nel seguito egli afferma che, benché siano diminuite le morti causate dalle malattie infettive la salute dell’uomo moderno è sempre più malferma (“l’uomo moderno è fragile”) e, a parte l’aumento dei casi di malattie degenerative come il cancro, si ammala molto più spesso a causa di malanni meno gravi.

Uno dei più importanti dirigenti del sistema sanitario nazionale statunitense, il dottor Parran, in un rapporto del 1938 (T. PARRAN, “Sickness survey” Time, 31:22, 1938) ci informa che:

Pare che la dieta inadeguata, le abitazioni scadenti, i problemi di instabilità lavorativa creino immediati problemi di salute. (...) i più anziani che passano 35 giorni all’anno a letto malati, si trovano in tale condizione per un decimo del loro tempo (...) Il problema del progressivo aumento percentuale degli individui afflitti da malattie cardiache e cancro è una comprensibile fonte di allarme. Sono state pubblicate delle statistiche dal Dipartimento della Sanità Pubblica di New York City che mostrano come l’aumento dell’incidenza di problemi cardiaci è aumentata in maniera progressiva e continua durante gli anni che vanno dal 1907 al 1936. Le cifre fornite dai loro rapporti rivelano un aumento da 203,7 morti ogni 100.000 abitanti nel 1907 a 327,2 morti ogni 100.000 abitanti nel 936. Questo significa un aumento del 60 per cento. I casi di cancro sono aumentati del 90 per cento dal 1907 al 1936.

Sir Arbuthnot Lane, eminente chirurgo inglese ha affermato (nella prefazione al libro Maori Symbolism di Ettie A. Rout. Londra, Paul Trench Trubner, 1926):



Una lunga esperienza come chirurgo mi ha dato la certezza che c’è qualcosa di radicalmente e fondamentalmente errato nello stile di vita civilizzato, e credo che, a meno che vengano riorganizzate le abitudine alimentari delle Nazioni Bianche, il decadimento sociale ed il deterioramento della razza sono inevitabili.

Ancora più approfondita è l’analisi contenuta nel libro Nutrition and Physical Degeneration - A Comparison of Primitive and Modern Diets and Their Effects (“La nutrizione a la degenerazione fisica – Una confronto tra le diete dell’uomo primitivo e di quello moderno e tra i loro effetti”) scritto dal dentista statunitense Weston A. Price (autore anche del libro Dental Infections, Oral and Systemic, ovvero “Infezioni dentali, orali e sistemiche”). Questo medico ha compiuto, durante gli anni ‘30 del secolo scorso, un’estesa indagine sullo stato di salute delle popolazioni native da una parte e degli occidentali dall’altra, partendo dalla conformazione dei denti e del viso per poi indagare sullo stato di salute generale. Già allora (quasi un secolo fa) questa indagine mostrava le prove di una degenerazione dello stato di salute delle persone che vivevano (e soprattutto mangiavano) secondo le usanze della moderna società occidentale.








Condividi con i tuoi amici:
1   ...   114   115   116   117   118   119   120   121   ...   335


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale