Alimentazione, disbiosi intestinale e parassitosi


- Disbiosi, allergia e debolezza del sistema immunitario



Scaricare 9.23 Mb.
Pagina32/335
29.03.2019
Dimensione del file9.23 Mb.
1   ...   28   29   30   31   32   33   34   35   ...   335
13 - Disbiosi, allergia e debolezza del sistema immunitario
Questo capitolo del libro si basa su tre studi scientifici, che rappresentano l’ennesima conferma del fatto che disbiosi e/o parassitosi causano allergie, intolleranze, disfunzione e debolezza del sistema immunitario.

Qui sotto la traduzione delle parti più interessanti dell’abstract dell’articolo Frequently ill children (“Bambini che si ammalano frequentemente)242 che mostra come infezioni ricorrenti all’apparato respiratorio, allergie e disbiosi intestinale vanno di pari passo.



I bambini che si ammalano frequentemente mostrano persistenza di infezioni nella zona nasofaringea, disbiosi intestinale, malattie concomitanti e malattie allergiche. Secondo i nostri risultati, i bambini che si ammalano frequentemente in età compresa tra i 2 ed i 15 anni, che manifestano frequenza delle malattie respiratorie acute di 6-15 episodi all’anno e focus di infezione cronici, mostrano nei periodi di remissione (ovvero quando non sono malati - N.d.T.) dei disordini del sistema immunitario di natura eterogenea. 

Una conferma viene dall’articolo Microbiota of the large bowel in patients with allergic diseases (“Il microbiota del grande intestino nei pazienti con malattie allergiche”)243, nel cui abstract leggiamo:

È stato indagato lo spettro dei microrganismi che vivono nel grande intestino dei pazienti con malattie allergiche. (…) Sono stati esaminati 80 pazienti (31 adulti e 49 bambini di età inferiore a 14 anni). Nei bambini sono stati rilevati cambiamenti molto prominenti nella parte obbligatoria ed in quella facoltativa della microflora. La tipizzazione sierologica di 108 colture di enterobatteri nei bambini sotto esame sofferenti di disbiosi hanno mostrato una varietà di gruppi che evidenzia la presenza di varianti patogene.

Chiaramente quei cambiamenti molto prominenti della microflora significano una seria disbiosi intestinale, e la presenza di varianti patogene indica per l’appunto la presenza di candida e di batteri “cattivi” che secernono tossine e predispongono alla malattia.

L’articolo Probiotic Therapy as a Novel Approach for Allergic Disease ovvero (“La terapia probiotica come un nuovo approccio alla malattia allergica”)244, è forse il più rilevante ai fini di quello che viene qui mostrato. In esso all’inizio viene esposta la teoria dell’igiene:

secondo la quale la ridotta esposizione agli stimoli microbici nelle prime fasi della vita inducono il sistema immunitario ad una risposta allergica del tipo Th-2245, si pensa che sia un meccanismo rilevante per spiegare questo fenomeno nelle popolazioni sviluppate246.

Ma l’affermazione più importante è la seguente:



È stato dimostrato che la disbiosi intestinale precede l’insorgere dell’allergia, possibilmente perché altera la regolazione del sistema immunitario. I trattamenti esistenti per le malattie allergiche come eczema, asma, ed allergie alimentari sono limitati, e ci si è concentrati quindi su trattamenti alternativi o strategie preventive.

Negli ultimi 10 anni un vasto numero di studi clinici hanno investigato le potenzialità dei batteri probiotici nel migliorare le condizioni patologiche delle malattie allergiche. Questo nuovo approccio si è originato da numerosi dati che hanno riportato gli effetti che hanno i probiotici su moltissime funzioni tra le quali l’immunomodulazione, la correzione della disbiosi intestinale così come il mantenimento dell’integrità della barriera epiteliale [dell’intestino - N.d.T.].

Come è possibile verificare facilmente scorrendo l’articolo fino alla fine, esso si basa sull’analisi di ben 161 altri lavori scientifici e quindi non si tratta di pura speculazione.




Condividi con i tuoi amici:
1   ...   28   29   30   31   32   33   34   35   ...   335


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale