Alimentazione, disbiosi intestinale e parassitosi


- Disbiosi, spondilite anchilosante, artrite, artrite reumatoide, artrite psoriasica



Scaricare 9.23 Mb.
Pagina48/335
29.03.2019
Dimensione del file9.23 Mb.
1   ...   44   45   46   47   48   49   50   51   ...   335
23 - Disbiosi, spondilite anchilosante, artrite, artrite reumatoide, artrite psoriasica
Qui di seguito la traduzione del riassunto (abstract) dell’articolo scientifico The causes of intestinal dysbiosis: a review (“Le cause della disbiosi intestinale: una rassegna”)344, basato a sua volta su una vasta bibliografia scientifica (104 referenze).

Le cause della disbiosi intestinale: una rassegna

Adesso si pensa che le alterazioni nella flora dell’intestino e le attività di tale flora siano dei fattori che contribuiscono a molte malattie croniche e degenerative. Sindrome dell’intestino irritabile, morbo di crohn, colite ulcerosa, artrite reumatoide e spondilosite anchilosante sono tutte patologie che sono state collegate ad alterazioni della microflora intestinale. 

(…) Si è scoperto che fattori quali antibiotici, stress fisico e psichico, e certi componenti della dieta contribuiscono alla disbiosi intestinale. Se queste cause possono essere eliminate o almeno attenuate, allora le cure mirate a modificare la microflora possono essere più efficaci.

Un altro articolo che indica una causa o concausa della spondilite anchilosante (una sorta di artrite che colpisce lo scheletro) nella disbiosi intestinale è Update on ankylosing spondylitis: current concepts in pathogenesis (“Aggiornamento sulla spondilite anchilosante: correnti concetti nella patogenesi”)345 nel quale si discute del ruolo della microflora, dell’infiammazione e dell’autoimmunità (nei malati di tale disturbo si sono infatti scoperti autoanticorpi); ben sapendo che, come mostra questo libro, infiammazione ed autoimmunità sono causati a loro volta da disbiosi e parassitosi, è evidente la conclusione che la causa della malattia la si trova nell’intestino. Nella stessa direzione vanno gli articoli Spondyloarthritis and the gut: a new look (“Spondilosite anchilosante ed intestino, una nuova prospettiva)346, Microbes, the gut and ankylosing spondylitis (“I microbi, l’intestino e la spondilite anchilosante”)347 e soprattutto The role of the gut and microbes in the pathogenesis of spondyloarthritis (“Il ruolo dell’intestino e dei microbi nella patogenesi della spondilosite anchilosante”)348, nel cui abstract leggiamo che:



Esistono significative sovrapposizioni cliniche, genetiche, immunologiche e microbiologiche tra le malattie infiammatorie dell’intestino e la spondilo site anchilosante, il che indica che ci sono meccanismi patofisiologici condivisi tra queste malattie e possono dipendere dal microbiota intestinale.

Nel corso del libro trovate diversi altri riferimenti ad articoli che correlano l’artrite reumatoide alla disbiosi, ma qui ne aggiungo ancora alcuni Fecal microbiota in early rheumatoid arthritis (“Microbiota fecale nell’artrite reumatoide recente”)349, Microbiome and probiotics: link to arthritis (“Il microbioma ed i probiotici: il legame con l’artrite”) 350, ma soprattutto l’articolo The Microbiome, Autoimmunity, and Arthritis: Cause and Effect: An Historical Perspective (“Il microbioma, l’autoimmunità e l’artrite: causa ed effetto: una prospettiva storica”)351, interamente fruibile sul web.

Che la causa dell’artrite reumatoide sia effettivamente la disbiosi è provato dal fatto che l’integrazione di probiotici porta ad una mitigazione dei sintomi (probabilmente anche a causa di una correlata diminuzione di produzione di citochine pro-infiammatorie) come mostra l’articolo Probiotic supplementation improves inflammatory status in patients with rheumatoid arthritis352 (“L’integrazione di probiotici migliora lo stato infiammatorio nei pazienti con artrite reumatoide”). Del resto se tale malattia ha anche molti aspetti in comune con la celiachia, cosa ci si potrebbe mai aspettare353? È interessante notare che riguardo all’artrite reumatoide ritroviamo come fattore di rischio le periodontiti ed il microbiota sottogengivale354 (vedi il capitolo precedente). In effetti se trovassi il tempo dovrei dedicare più spazio ai possibili effetti negativi di queste alterazioni del microbiota della bocca che possono essere correlati a problemi molto gravi, dal diabete355 al cancro (secondo quanto scrive la dottoressa Clark nel suo libro La cura di tutti i cancri avanzati).

Nell’abstract dell’articolo The bacterial skin microbiome in psoriatic arthritis, an unexplored link in pathogenesis: challenges and opportunities offered by recent technological advances (“Il microbioma betterico della pelle nell’artrite psoriasica, un legame inesplorato nella patogenesi: sfide ed opportunità offerte dai recent progressi tecnologici”)356 leggiamo



L’artrite psoriasica rappresenta una malattia infiammatoria modello per l’esplorazione del ruolo del microbioma perché il coinvolgimento della pelle e la sovrapposizione con le malattie infiammatorie intestinali [morbo di Crohn e colite ulcerosa] implicano che sia la pelle che il tratto gastrointestinale possano essere fonti microbiche di innesco per la’artrite psoriasica.

L’articolo Decreased bacterial diversity characterizes the altered gut microbiota in patients with psoriatic arthritis, resembling dysbiosis in inflammatory bowel disease (“Diminuita diversità batteriale caratterizza il microbiota intestinale alterato in malati di artrite psoriasica, che somiglia a quello dei disturbi infiammatori intestinali”)357 mostra che sia nei malati di psoriasi epiteliale che nei malati di artrite psoriasica è presente una disbiosi intestinale, con diminuzione dei livelli dei batteri benefici, ma nei soggetti sofferenti di artrite psoriasica lo squilibrio del microbiota intestinale è più forte, ed è molto simile a quello dei malati di morbo di Crohn e colite ulcerosa.





Condividi con i tuoi amici:
1   ...   44   45   46   47   48   49   50   51   ...   335


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale