Alimentazione, disbiosi intestinale e parassitosi


Il “verme a frusta” (Trichuris trichiura)



Scaricare 9.23 Mb.
Pagina64/335
29.03.2019
Dimensione del file9.23 Mb.
1   ...   60   61   62   63   64   65   66   67   ...   335
Il “verme a frusta” (Trichuris trichiura)
La connessione tra il carico di vermi e la malnutrizione è ulteriormente supportata dagli studi che indicano che i programmi di sverminazione portano a bruschi aumenti della crescita; la presenza di tale effetto anche nei bambini più grandi ha portato alcuni ricercatori a concludere che “risolvere il problema dell’arresto di crescita nei bambini più grandi può essere più semplice di quanto si pensava in precedenza”.

Del resto quale che siano i meccanismi siamo certi degli effetti negativi dei parassiti sulle facoltà cerebrali. L’articolo Parasitic Helminth Infection and Cognitive Function in School Children (“Infezioni da elminti parassiti e funzione cognitiva nei bambini che frequentano la scuola”)422 riferisce del miglioramento della memoria uditiva a breve termine nonché della scansione e del recupero di dati nella memoria a lungo termine dopo il trattamento antiparassitario contro i vermi a frusta; in questo studio condotto in Giamaica si è scoperto che sono bastati due mesi ai bambini sottoposti al trattamento per mettersi alla pari dei propri coetanei nei risultati dei test di prestazione. Questa reversibilità porta ad ipotizzare meccanismi differenti da quelli della semplice malnutrizione indotta dalla parassitosi.

Altri ricercatori hanno scoperto impatti negativi della parassitosi non solo sulla memoria ma anche sulla fluidità nel parlare, vedi l’articolo Evidence for an association between hookworm infection and cognitive function in indonesian school children (“Evidenza dell’associazione tra infezione da anchilostomi e funzione cognitiva nei bambini indonesiani che frequentalo la scuola”)423.

Detto questo si comprende facilmente come oltre ad apatia, svogliatezza, difficoltà di concentrazione, insonnia, i parassiti possono causare malessere fisico e vere e proprie condizioni patologiche, non solo dell’intestino; ad esempio la migrazione delle larve degli ascaridi attraverso il sistema respiratorio (movimento che fa parte del loro normale ciclo vitale) può causare una crisi asmatica ed altri sintomi respiratori. Inoltre il sistema immunitario,

Come scrive la dottoressa Hoffmann nell’articolo citato all’inizio del paragrafo:

Le condizioni associate con l’infezione di elminti intestinali comprendono l’ostruzione intestinale, l’insonnia, il vomito, la debolezza, ed i dolori allo stomaco; mentre il naturale movimento dei vermi ed il loro attaccamento all’intestino può essere genericamente fastidioso per i loro ospiti. La migrazione delle larve degli ascaridi attraverso il sistema respiratorio può anche causare un accesso temporaneo di asma ed altri sintomi respiratori. Questi effetti collaterali possono tutti concorrere alla distrazione degli studenti e ridurre la loro lucidità mentale e produttività intellettuale. (..) È anche importante considerare il fatto che la risposta del sistema immunitario innescata dall’infezione elmintica può esaurire la capacità del corpo di combattere altre malattie, rendendo le persone colpite più soggette a co-infezioni.

Tutto ciò, unito alle scarse risorse economiche della famiglia (che rende difficile la cura delle complicazioni legate alla parassitosi), fa sì che i bambini con infezioni parassitiche siano spesso assenti, abbiano difficoltà cognitive ed eventualmente abbandonino la scuola precocemente conseguendo risultati più bassi se confrontati a quelli degli altri coetanei. L’articolo Worms: identifying impacts on education and health in the presence of treatment externalities424 mostra che i programmi di sverminazione aumentano la frequenza scolastica del 25%, similmente l’articolo Disease and Development: Evidence From Hookworm Eradication in the American South425 mostra trovato che la frequenza scolastica aumentava e l’abbandono scolastico diminuiva significativamente nelle popolazioni scolastiche che più hanno beneficiato dei programmi di verminazione della Fondazione Rockefeller, portando sul lungo termine ad un aumento delle entrate monetarie così come dei livelli di acculturazione.

Altre conferme ci vengono dall’articolo Treatment for Schistosoma japonicum, reduction of intestinal parasite load, and cognitive test score improvements in school-aged children (“Trattamento dello Schistosoma japonicum, riduzione del carico dei parassiti intestinali, e miglioramenti nel punteggio dei test cognitivi nei ragazzi in età scolastica”)426, che riferisce dei risultati di un’osservazione durata 18 mesi su un gruppo di studenti: non solo il punteggio degli alunni curati (sterminati) e di quelli rimasti senza parassiti per 12 mesi sono stati significativamente più alti per quanto riguarda memoria, apprendimento, fluidità del linguaggio e intelligenza non verbale, ma (cosa ancora più significativa) gli alunni sverminati hanno mostato dei significativi miglioramenti dopo la cura. Da notare l’estrema accuratezza dello studio nel corso del quale gli autori di questo studio hanno continuamente verificato la presenza/assenza/riduzione di parassiti. Altri studi che non ha ottenuto gli stessi risultati a mio parere non sono altrettanto accurate, ad esempio l’articolo Cluster-randomised trial of the impact of school-based deworming and iron supplementation on the cognitive abilities of schoolchildren in Sri Lanka’s plantation sector427, parla di trattamento contro i vermi parassiti associato a 6 mesi di integratori di ferro, ma non viene verificata l’effettiva riduzione del carico di parassiti e non è specificato quante volte è stato ripetuto il trattamento antiparassitario (è stato fatto solo una volta? Sappiamo bene che occorrono spesso diversi mesi per otttenere dei risultati validi).

I programmi di sverminazione in cui si coinvolgono le istituzioni scolastiche per la somministrazione periodica dei farmaci antiparassitari sono quindi un intervento economico, pratico ed utile a garantire migliore salute, migliore qualità della vita ed un migliore futuro soprattutto in certi paesi del terzo mondo ove la prevalenza dei parassiti è maggiore, ma (da quanto esposto nel presente libro sulla diffusione della disbiosi e della parassitosi) sicuramente anche nel nostro mondo occidentale.





Condividi con i tuoi amici:
1   ...   60   61   62   63   64   65   66   67   ...   335


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale