America, non invoco IL tuo nome invano



Scaricare 4.63 Kb.
03.06.2018
Dimensione del file4.63 Kb.

RadixImpura

 

 



                                     America, non invoco il tuo nome invano

                                     lettura di poesie con accompagnamento musicale e proiezione video

 

America, non invoco il tuo nome invano, capitolo dell'opera di Neruda Canto Generale, è una raccolta di diciotto poesie scritta a seguito di un viaggio in aereo del poeta da Santigo a Città del Messico. Sono poesie brevi che descrivono l'America latina attraverso immagini frammentate tra loro che rappresentano aspetti molto diversi del continente: il volo di una farfalla, le torture dei regimi dittatoriali, le cavalcate nella pampa, il duro lavoro dei minatori cileni, la bellezza di una spiaggia antillana. Neruda da soprattutto importanza al mondo materiale, fisico, fatto di roccia e sangue, di respiri, dove non c'è spazio per l'introspezione del poeta o la ricerca di mondi astratti e ideali.

La lettura delle poesie viene accompagnata da un tema musicale che cerca di seguire la frammentarietà dell'opera, alternando quindi momenti melodici a momenti più ritmici e ossessivi. Nello spettacolo vengono eseguite anche due canzoni di Victor Jara con testi dello stesso Neruda e una canzone di Violetta Parra. Inoltre saranno proiettati dei video che non vogliono essere una didascalica traduzione in immagini delle poesie, ma uno sfondo di suggestioni che accomagnano le parole e la musica.

 

RadixImpura

Laura Bisceglia violoncello e canto lirico

Michele Coromer batteria

Cristian Di Giovanni percussioni

Marco Rati basso

Liliana Magro voce

Paolo Andreetta voce recitante



Juri Stefanutti proiezioni video

Valentina Biz     




©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale