Analisi dei livelli di partenza


EVENTUALI MODIFICHE ALL’ UNITA’ DI APPRENDIMENTO



Scaricare 210.31 Kb.
Pagina28/29
28.03.2019
Dimensione del file210.31 Kb.
1   ...   21   22   23   24   25   26   27   28   29
EVENTUALI MODIFICHE ALL’ UNITA’ DI APPRENDIMENTO:











SCIENZE MOTORIE

□ percepire gli elementi del proprio corpo

□ riconoscere le diverse percezioni sensoriali

□ partecipare ai vari giochi

□ partecipare ai giochi di squadra

□ collegare gesti e movimenti del corpo a musica e canti

□ consolidamento delle abilità motorie

□ sviluppo dell’equilibrio posturale e dinamico

□ potenziamento fisiologico e resistenza

□ conoscenza della regole nella pratica ludica e sportiva



EVENTUALI MODIFICHE ALL’ UNITA’ DI APPRENDIMENTO:















METODOLOGIA

In relazione agli obiettivi e ai contenuti si utilizzeranno diverse strategie operative per coinvolgere attivamente l'alunno/a nel processo di apprendimento:

□ Lezione dialogata e simmetrica connessa agli argomenti trattati (individualizzata o di gruppo)

□ Osservazione ed analisi di materiale linguistico e didattico in genere

□ Analisi guidata di brani e di testi di vario genere attraverso domande, conversazioni e sintesi

□ Role-play: simulazione dei ruoli o interpretazione di parti

□ Fading: riduzione degli stimoli o interpretazione di parti

□ Chaning: suddivisione della abilità in una serie di passi che costituiscono le precise azioni da eseguire e la sequenza temporale dei passi stessi

□ Problem-solving: individuazione di procedure per risolvere un problema □ Modelyng: imitazione di modello.

□ In generale le strategie operative varieranno in corrispondenza dei diversi obiettivi e contenuti e lavoreranno sinergicamente per stimolare nell’alunno tutte le possibili facoltà e per renderle effettive ed efficaci.

□ Si cercherà di procedere sempre con estrema gradualità, dal semplice al complesso, dal reale all’astratto.

□ Si forniranno rinforzi verbali e scritti quali spiegazioni ulteriori, indicazioni di metodi di studio, integrazione di appunti, stesura di schemi riepilogativi □ Si considereranno imprescindibili la ripetizione e la reiterazione.

□ Si utilizzerà il rinforzo positivo quale incoraggiamento e aiuto a sviluppare fiducia in sé e a rendere maggiore la tolleranza alle frustrazioni.

Tali strategie saranno organizzate e strutturate dall'insegnante calibrando percorsi informativi, formativi, tempi, esercizi, schematizzazioni relativi alla rispondenza quantitativa e qualitativa dell'alunno.



MEZZI E STRUMENTI



□ Testi di supporto



□ Sussidi multimediali e audiovisivi

□ Schede operative prestampate



□ Mappe concettuali

□ Conversazioni guidate



□ Cartelloni, fotografie, giornali

□ Quaderni di lavoro



□ Libri di testo strutturati

□ Rubrica



□ Giochi linguistici

□ Cruciverba



Libri di testo

MODALITA’ DI VALUTAZIONE

(Si fa riferimento al protocollo di valutazione in adozione)

L’alunno/a sarà valutato in base al suo reale progresso di maturazione e di apprendimento rispetto alla situazione di partenza, attraverso verifiche periodiche programmate con i rispettivi insegnanti curriculari.

Le verifiche proposte all’alunno/a potranno essere come quelle dei compagni, semplificate o differenziate, ma sempre in linea con gli obiettivi su indicati.

Per la valutazione, il Consiglio di Classe/interclasse/intersezione terrà conto dei progressi dell’alunno/a rispetto alla situazione di partenza in rapporto alle sue potenzialità.

Assumeranno valenza valutativa anche le osservazioni sistematiche del comportamento dell’alunno nelle diverse situazioni scolastiche.

La certificazione delle competenze, nelle classi dove prevista, sarà stilata, secondo necessità, in modo individualizzato in base agli obiettivi del presente PEI.


Valutazione materie con obiettivi minimi e/o differenziati

Rilievo


Voto


Modalità di raggiungimento dell’obiettivo


Obiettivo pienamente raggiunto


10


Il progresso rispetto alla situazione di partenza

è notevole.

L’alunno è autonomo negli apprendimenti

o nelle aree prese in considerazione.




Obiettivo raggiunto in modo sicuro


8/9


In maggiore autonomia e con maggiore sicurezza

rispetto alla situazione di partenza.




Obiettivo raggiunto in modo soddisfacente


7


In modo autonomo o parzialmente autonomo

Obiettivo sostanzialmente raggiunto


6


Guidato o parzialmente guidato.


Obiettivo non raggiunto


5/< 5


Totalmente guidato, eccessivo numero di assenze

non giustificate da condizioni fisiche accertabili,

totale mancanza di partecipazione

Sarà possibile verificare ed eventualmente modificare gli obiettivi qui programmati, in un qualunque momento se ne ravvisi la necessità.





Condividi con i tuoi amici:
1   ...   21   22   23   24   25   26   27   28   29


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale