Anno Scolastico 2015/16 Pag. 03 Premessa


DOCENTI DELL’ORGANICO DI POTENZIAMENTO



Scaricare 467.83 Kb.
Pagina10/19
28.03.2019
Dimensione del file467.83 Kb.
1   ...   6   7   8   9   10   11   12   13   ...   19
DOCENTI DELL’ORGANICO DI POTENZIAMENTO

I docenti dell’organico di potenziamento svilupperanno il Progetto “Legalità-Cittadinanza e costituzione”, in quanto trasversale in tutte le discipline. Inoltre potranno supportare i docenti nelle classi in caso di alunni bisognosi e durante le ore pomeridiane potranno espletare progetti di recupero soprattutto di Italiano e Matematica.


wordart 21
LE STRUTTURE EDILIZIE

La situazione edilizia è soddisfacente in quanto, in ciascun plesso si dispone di edifici appositamente costruiti in epoca abbastanza recente e con numero di aule sufficienti e di ampi spazi esterni.


SICUREZZA NELLA SCUOLA

Nei plessi facenti parte dell’I.C. sono stati attuati interventi sulle strutture per l'adeguamento alle norme vigenti in materia di sicurezza.

Ogni locale degli edifici è stato dotato di piantine della scuola con i tracciati relativi ai percorsi per raggiungere le uscite di sicurezza.

Per la gestione dell'emergenza e per il pronto intervento sono stai assegnati specifici compiti al personale docente e non docente operante nella scuola, così come previsto nel Piano di emergenza, predisposto dal responsabile della sicurezza.


IL LABORATORIO SCIENTIFICO

Realizzati con i fondi strutturali PON 2007/2013 è stato allestito un laboratorio scientifico nel plesso di scuola secondaria di i grado. Il suo uso è finalizzato a promuovere l’insegnamento/apprendimento delle scienze sperimentali (fisica, chimica, scienze della natura), che con il loro duplice aspetto, empirico e teorico, sono particolarmente idonee a stimolare lo sviluppo dei processi cognitivi nell’alunno.


LABORATORI INFORMATICI

Due laboratori informatici sono stati realizzati rispettivamente nei plessi di scuola primaria e di scuola secondaria di I grado. Il loro acquisto è stato possibile grazie all’utilizzo dei fondi strutturali PON 2007/2013 FESR.

Il quadro di riferimento grazie al quale sono stati realizzati questi laboratori è quello strategico nazionale che con la nuova programmazione mira ad implementazione le riforme dei sistemi di istruzione e di formazione, specialmente nell’ottica di accrescerne la capacità di risposta ai bisogni di una società basata sulla conoscenza attraverso un migliore impatto dell’istruzione e formazione iniziale sul mercato del lavoro, un continuo aggiornamento del personale scolastico e di quello docente in particolare. Senza tralasciare lo sviluppo del potenziale umano e la promozione dell’istruzione e della formazione lungo tutto l’arco della vita.

Le finalità dei finanziamenti FESR, ai quali si riferisce l’acquisto dei laboratori dei quali trattasi richiamano l’attenzione sugli obiettivi del Programma “Ambienti per l’Apprendimento”. Infatti il Programma è finalizzato a “migliorare l’accessibilità e l’attrattività delle strutture scolastiche per gli studenti e per gli adulti”.

Pertanto, attraverso il rafforzamento del sistema dell’istruzione l’Istituto vuole migliorare l’accessibilità e l’attrattività delle strutture scolastiche per gli studenti e gli adulti. Rafforzamento che può determinarsi sviluppando i circuiti della conoscenza; accrescendo la qualità della vita, la sicurezza e l’inclusione sociale nei territori; potenziando le filiere produttive, i servizi e la concorrenza; internazionalizzando e modernizzando io sistema dell’istruzione.
LA BIBLIOTECA

Le due biblioteche presenti, una per la scuola primaria ed una per la scuola secondaria, hanno come finalità quella di fidelizzare gli alunni all’uso della biblioteca, del libro e degli strumenti di ricerca.

Far diventare il libro una componente piacevole della quotidianità promuovendo un atteggiamento positivo nei confronti della lettura. Tutte le attività svolte in biblioteca diventeranno preziosi strumenti per conoscere ed amare il libro.

La biblioteca, da non considerare come un luogo supplementare o separato, deve diventare un servizio per le classi e viene a configurarsi come un luogo di favorevole accoglienza per promuovere la lettura autonoma. Ogni classe potrà consultare la documentazione esistente, per soddisfare esigenze informative, per leggere, per sentirsi raccontare storie o per prendere libri in prestito.

La biblioteca scolastica ha dunque il compito fondamentale di innovare il processo di insegnamento/apprendimento in funzione di un nuovo paradigma di formazione: fornire agli studenti la necessaria competenza informativa per imparare autonomamente.
LAVAGNE INTERATTIVE MULTIMEDIALI (LIM)

All’interno di vari progetti ministeriali ed europei il nostro Istituto è stato dotato di LIM, che hanno arricchito la dotazione tecnologica dei laboratori informatici dei plessi di scuola primaria e di scuola secondaria di I grado. L’importanza di questo strumento tecnologico è data dal fatto che la lavagna Interattiva Multimediale svolge un ruolo chiave per l’innovazione della didattica. Essa è, infatti, uno strumento “a misura di scuola”, che consente di integrare le Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione nella didattica in classe e in modo trasversale alle diverse discipline.


LABORATORIO DI ARTE E IMMAGINE

E’ un luogo in cui la scolaresca si trasferisce per svolgere attività grafiche, pittoriche, pratiche. E’ un ambiente ben illuminato con lavandino dove attingere l’acqua e lavare gli strumenti di lavoro. E’ arredato di cattedra, lavagna, armadietto e da banchi che disposti a semicerchio hanno un piano inclinato per consentire una posizione posturale corretta e una visualizzazione ottimale del lavoro in atto. L’alunno, in laboratorio si sente a proprio agio, perché lo vede come luogo dove può esprime la sua creatività.



wordart 22
La legge n.59/97 e la normativa conseguente hanno conferito alla scuola autonomia e personalità giuridica. L’istituzione scolastica, quindi si autogestisce in ambito amministrativo, organizzativo e didattico.

Partendo dalle conoscenze di base dell’allievo, lo si fa approdare a una visione sempre più ampia e ricca, che si allarga ad assorbire tutti i valori dell’umanità, presenti e passati, nazionali e internazionali.

La scuola dell’Infanzia e la scuola Primaria, basandosi su tale presupposto strutturano la propria didattica in una successione ordinata di insegnamento-apprendimento proposte a seconda della complessità del concetto che l’alunno è invitato ad elaborare.

Tale organizzazione delle attività didattiche ed educative è proposta secondo i principi della progressività, dell’adeguatezza e delle pari opportunità con riferimento a metodologie e assunti, già affermati da Piaget e da Dewey che si collocano tra l’educazione in atto e i risultati delle scienze umane. L’attuale educazione è data dall’insieme degli interventi sul processo formativo della persona per cui risulta prioritario il simbolo individuo nella specificità e nella complessità dei suoi processi formativi.

Punto di forza della nostra scuola è la flessibili, intesa come capacità di rispondere alle esigenze degli alunni, delle famiglie oltre che dialogare con il territorio.

Viene promossa, in tale ottica, un’integrazione a differenti livelli, che porta alla valorizzazione delle diversità, fornendo particolare attenzione alla dimensione interculturale sempre più presente.



In linea con le indicazioni ministeriali, che prevedono piani di studio personalizzati (L.53/2003 art. n. 2) compito prioritario delle scuole del nostro Istituto è la personalizzazione dei percorsi formativi attraverso una meditata diversificazione e arricchimento del P.O.F., che viene verificato e ampliato ogni anno attraverso la valorizzazione delle risorse professionali e l’uso di metodologie differenziate.

Il Collegio dei docenti dell’Istituto articola l’attività didattica in un’ottica curricolare e funzionale cosi strutturata:



Pag.41 utilizzazione delle risorse finanziarie
Il piano dell’offerta formativa
N.sezioni docenti
Giornate commemorative
Articolazione
Costituiti da docenti individuati per particolari competenze e per funzioni connesse con incarichi già conferitigli.
La verifica didattica dovrà garantire
La tipologia degli strumenti di verifica
Valutazione intermedia/finale o sommativa
Il primo momento per la valutazione


Condividi con i tuoi amici:
1   ...   6   7   8   9   10   11   12   13   ...   19


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale