Avvento prima settimana domenica gesù disse ai suoi discepoli: «Fate attenzione, vegliate Quello che dico a voi, lo dico a tutti: vegliate!»


SABATO Dio degli eserciti, ritorna! Guarda dal cielo e vedi... (Sal 79,15). MEDITATIO



Scaricare 89.32 Kb.
Pagina23/54
29.03.2019
Dimensione del file89.32 Kb.
1   ...   19   20   21   22   23   24   25   26   ...   54
SABATO
Dio degli eserciti, ritorna! Guarda dal cielo e vedi... (Sal 79,15).
MEDITATIO
Il Dio del cielo scruta la nostra coscienza, esplora gli angoli reconditi delle nostre intenzioni che abbisognano di purificazione per essere pure e nobili. In caso contrario, il nostro agire rischia di essere inquinato e inquinante.

Termometro, manometro, goniometro, tachimetro... Ogni giorno utilizziamo numerosi strumenti di misurazione per la vita professionale, sociale, casalinga. In genere sono parole formate da due termini, derivati dal greco. Il secondo, comune a tutte, è metro che significa "misurazione", ed entra in combinazione con il primo, indicando di che cosa si vuole dare la misura: termometro (misura della temperatura), tachimetro (misura della velocità) e così via.

Oggi vorremmo scoprire uno strumento di misurazione insolito e intrigante: il "motivometro". Non è reperibile sul mercato, neppure su quello sempre di avanguardia degli Stati Uniti. Si tratta dello strumento atto a misurare il motivo o la ragione che spinge ad agire. Tutti comprendono quanto sia complesso da costruire, eppure tanto importante.

La motivazione qualifica la persona umana che, anche per questo, si diversifica dall'animale, mosso unicamente dall'istinto, una forza programmata e non modificabile. La motivazione cobra diversamente i nostri atti, rendendoli gentili e piacevoli oppure dubbi e perfino loschi. Alcuni semplici esempi. Se io regalo un bell'orologio, supponiamo un prezioso Rolex, l'azione da sola non basta per capire il significato; è determinante conoscere o almeno intuire la motivazione. Posso regalarlo per affetto, amicizia, riconoscenza, tutte nobili ragioni che impreziosiscono il dono. Non mancano casi in cui il dono si opacizza a causa di una motivazione inquinata. Sarebbe il caso del regalo a un giudice, a un poliziotto, a qualcuno da cui mi attendo un contraccambio sotto altra forma. Si potrebbe arrivare a parlare di corruzione. Altro esempio è quello del bacio. Può essere dato alla mamma, alla moglie o al marito, alla fidanzata o al fidanzato, come segno di affettuosa tenerezza. Dolcissimo segno. Ricordiamo che esiste anche il bacio di Giuda, un segno di affetto utilizzato per tradire. La motivazione azzera il valore positivo del gesto o lo rende disgustoso.

La scoperta della motivazione è determinante per capire il valore dell'azione. Scrutare ogni giorno la parola di Dio, mettersi in umile atteggiamento di preghiera, ascoltare la voce della coscienza e soddisfare, per quanto possibile, il grido di aiuto che ogni giorno ci raggiunge dai fratelli bisognosi, tutto questo serve a costruire e a tenere ben tarato il nostro motivometro.

La nostra vita cristiana sarà ancora più ricca se avremo la capacità di porre alla base della nostra azione di generosità e di altruismo una motivazione sempre più profonda. Insomma, è un invito a scoprire il nostro essere, per realizzare il nostro fare. Proprio come suggerisce il detto latino: «Agere sequitur esse — Il nostro agire deriva dal nostro essere». Più ci arricchiamo nel nostro essere, nelle ragioni profonde che alimentano le nostre scelte, più avremo un agire scintillante agli occhi di Dio e apprezzato dagli uomini.





Condividi con i tuoi amici:
1   ...   19   20   21   22   23   24   25   26   ...   54


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale