Avvento prima settimana domenica gesù disse ai suoi discepoli: «Fate attenzione, vegliate Quello che dico a voi, lo dico a tutti: vegliate!»



Scaricare 89.32 Kb.
Pagina24/54
29.03.2019
Dimensione del file89.32 Kb.
1   ...   20   21   22   23   24   25   26   27   ...   54
PER LA LETTURA SPIRITUALE
Non pensare che il Signore sia più lontano da te mentre ti dedichi alle faccende cui ti impegna la tua vocazione che se tu fossi tra le delizie di una vita tranquilla.

No, non è la tranquillità esteriore che lo avvicina ai nostri cuori, ma la fedeltà del nostro amore; non il sentimento che abbiamo della sua dolcezza, ma il consenso che diamo alla sua santa volontà.

In effetti l'amore di Dio sta nella ferma decisione del cuore che vuole per sempre e senza mai separarsene restare unito da ogni parte alla volontà divina.

Una persona è dolce e piacevole, io le sono teneramente affezionato, essa mi ama molto, mi fa molti favori e io la amo reciprocamente: chi non vede che la amo secondo la carne? Una persona è rude, aspra, sgarbata e io, perché così piace a Dio, la amo, la accosto, la servo, la tratto amabilmente: questo è amare secondo lo spirito. Vivere secondo lo spirito è fare le azioni, dire le parole, avere i pensieri che lo Spirito di Dio richiede da noi. Io sono triste e perciò non voglio parlare: i pappagalli fanno così. lo sono triste, ma poiché la carità richiede che parli, lo farò: le persone che vivono secondo lo spirito fanno così. lo sono disprezzato e me ne affliggo: così fanno anche i pavoni e le scimmie. lo sono disprezzato e me ne rallegro: così facevano gli apostoli.

Gli amici di Dio, andando di virtù in virtù, si rinnovano di giorno in giorno, cioè crescono per mezzo di opere buone nella santità che hanno ricevuto per grazia divina. La vera virtù infatti non ha limiti. Questo vale soprattutto per la santa carità che, avendo un oggetto infinito, tende a crescere fino all'infinito, pur non potendo mai diventare infinita in noi, perché finito e limitato è il nostro cuore. Del resto è una legge costante in questa nostra vita che non si può rimanere fermi in uno stesso stato: chi non avanza indietreggia, chi non sale discende, chi non vince è vinto. Avanza dunque al seguito di Gesù Cristo e non avere altri limiti nel tuo seguirlo che quelli della tua vita. Avanzerai esercitandoti nell'amore. Ogni azione che tu compi mosso dalla carità ti fa avanzare verso Dio perché è gradita a lui ed egli la ricompensa donandoti un aumento di carità. Ammassiamo dunque questo santo amore approfittando di ogni occasione sia di gioia che di sofferenza o fatica. Solo l'amore diversifica il valore delle nostre azioni. Cerchiamo perciò di avere una dilezione intensa e costante che ci faccia cercare in tutto sempre ciò che è gradito al Signore. Egli allora renderà le nostre azioni belle e perfette per piccole e comuni che siano.

L'amore che Dio ha per noi e il suo desiderio di farci crescere nel nostro amore per lui sono tanto grandi che la sua divina dolcezza rende utili per noi tutte le cose, volge a nostro vantaggio tutte le nostre opere compiute nella carità, anche le più piccole (M. FRANCESCHINI [ed.], Breve guida spirituale secondo S. Francesco di Sales, ElleDiCi, Leumann 2009, 10-68, passim).





Condividi con i tuoi amici:
1   ...   20   21   22   23   24   25   26   27   ...   54


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale