Avvento prima settimana domenica gesù disse ai suoi discepoli: «Fate attenzione, vegliate Quello che dico a voi, lo dico a tutti: vegliate!»


VENERDÌ «La terra ha dato il suo frutto. Ci benedica Dio, il nostro Dio» (Sal 66,7). MEDITATIO



Scaricare 89.32 Kb.
Pagina37/54
29.03.2019
Dimensione del file89.32 Kb.
1   ...   33   34   35   36   37   38   39   40   ...   54
VENERDÌ
«La terra ha dato il suo frutto. Ci benedica Dio, il nostro Dio» (Sal 66,7).
MEDITATIO
La benedizione di Dio è frutto del suo amore per il creato. La benedizione umana è figlia primogenita della contemplazione.

La benedizione è una formula tipica dell'Antico Testamento, dove il verbo ebraico brkh e il sostantivo derivato ber-t-21(M si trovano ben 398 volte. Secondo l'opinione di diversi studiosi, la radice ebraica è collegata a berek (= ginocchio) creando il nesso tra la benedizione e l'inginocchiarsi, tipico atto di adorazione e di omaggio alla divinità. Nella Bibbia le benedizioni si dividono in "ascendenti", quando celebrano Dio per qualche intervento (per esempio Sal 41,14: «Sia benedetto il Signore, Dio di Israele, da sempre e per sempre») e "discendenti", quando si invoca la potenza di Dio su qualcuno o su qualcosa (per esempio Nm 6,24-27: «Ti benedica il Signore e ti custodisca. Il Signore faccia risplendere per te il suo volto e ti faccia grazia. Il Signore rivolga a te il suo volto e ti conceda pace»). In alcuni casi è lo stesso Dio a benedire, come leggiamo nella prima pagina della Bibbia a proposito degli animali: «Dio li benedisse e disse loro: Siate fecondi e moltiplicatevi» (Gen 1,22) e poco dopo a proposito degli uomini. Impariamo una lezione importante: la benedizione è dono di Dio, procura benefici e soprattutto è sorgente di vita. La benedizione sta in presa diretta con la vita e con ogni forma di fecondità.

Lo vediamo anche nell'incontro di Elisabetta con Maria: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo. A che cosa devo che la madre del mio Signore venga a me?» (Lc 1,42s.). Maria è chiamata benedetta perché Madre di Gesù.

La benedizione fa fiorire la vita. Per questo i rabbini suggerivano che si dovrebbero dare cento benedizioni al giorno. Purtroppo non sembra essere la nostra storia quotidiana. A noi riesce molto più facile e istintivo "mandare al diavolo" le persone, creare divisioni, alzare steccati. E così ci dimostriamo uomini-notte, avvolti nelle tenebre dell'odio o anche solo dell'antipatia. Saremo cantori di luce se sapremo benedire di più: Dio, la vita, il nostro prossimo, noi stessi...

Dobbiamo saper benedire perché siamo benedetti da Dio. Lo richiama il testo del salmo che, pregato in questo tempo, emana un gustoso profumo natalizio: «La terra ha dato il suo frutto. Ci benedica Dio, il nostro Dio» (Sal 66,7). Il Cristo che viene nel Natale è il frutto più prezioso della terra, è addirittura dono del Padre, espressione della sua benedizione. E noi ci sottrarremo al piacevole compito di benedire Dio, gli uomini, la storia?




Condividi con i tuoi amici:
1   ...   33   34   35   36   37   38   39   40   ...   54


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale