Azione economica



Scaricare 1.14 Mb.
Pagina1/11
20.11.2017
Dimensione del file1.14 Mb.
  1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11



Azione economica

  • Azione economica

  • ALLOCAZIONE RAZIONALE DI RISORSE SCARSE

  • PERSEGUIMENTO RAZIONALE DI FINI INDIVIDUALI (ATOMISMO)

  • MOTIVAZIONI UTILITARISTICHE

  • PREFERENZE DATE



Regole

  • Regole

  • MERCATI DI TIPO CONCORRENZIALE

  • MOLTI VENDITORI E COMPRATORI

  • MOBILITA’ DEI FATTORI

  • PIENA INFORMAZIONE CIRCA LE OPPORTUNITA’ OFFERTE DAL MERCATO

  • LO STATO IN FUNZIONE SOLO DI TUTELA DEI CONTRATTI E DELL’ORDINE



Metodo

  • Metodo

  • DEDUTTIVO-ANALITICO

  • * SI VALUTANO LE CONSEGUENZE DELL’AZIONE DEGLI ATTORI SOCIALI, PRESUPPONENDO PREFERENZE DATE E REGOLE DI TIPO CONCORRENZIALE

  • * SI MIRA A COSTRUIRE AMPIE GENERALIZZAZIONI RITENENDOLE APPLICABILI A CONTESTI GEOGRAFICAMENTE E STORICAMENTE DIVERSI



Azione economica

  • Azione economica

  • ATTIVITA’ VOLTA ALLA RICERCA DI MEZZI DI SUSSISTENZA

  • MOTIVAZIONI UTILITARISTICHE E NON UTILITARISTICHE

  • L’AZIONE ECONOMICA E’ SEMPRE AZIONE SOCIALE INFLUENZATA DALLE ISTITUZIONI



L’AZIONE ECONOMICA RISPONDE AD UNA PLURALITA’ DI PRINCIPI E FORME DI REGOLAZIONE:

  • L’AZIONE ECONOMICA RISPONDE AD UNA PLURALITA’ DI PRINCIPI E FORME DI REGOLAZIONE:

  • - MERCATO

  • - ISTITUZIONI SOCIALI FONDATE SU OBBLIGAZIONI SOCIALI E SENSO DI APPARTENENZA (RECIPROCITA’)

  • - ISTITUZIONI POLITICHE BASATE SU SANZIONI DI TIPO AUTORITAIVO

  • (REDISTRIBUZIONE)



METODO INDUTTIVO:



- IL MERCATO SI AFFERMA GRAZIE ALLA SUA EFFICIENZA (CAPACITA’ DI UTILIZZARE AL MEGLIO I FATTORI DI PRODUZIONE E DI SODDISFARE I BISOGNI DEGLI INDIVIDUI).

  • - IL MERCATO SI AFFERMA GRAZIE ALLA SUA EFFICIENZA (CAPACITA’ DI UTILIZZARE AL MEGLIO I FATTORI DI PRODUZIONE E DI SODDISFARE I BISOGNI DEGLI INDIVIDUI).

  • - L’EFFICIENZA PRODUCE LEGITTIMAZIONE



Ma :

  • Ma :

  • Carenza di trasparenza

  • Scarsa affidabilità

  • tendenze a limitare la concorrenza

  • disuguaglianze

  • limiti alla libertà di competere

  • scarsa propensione alla produzione di beni pubblici



da qui la tendenza alla:

  • da qui la tendenza alla:

    • limitazione all’efficienza
    • carenza di legittimazione
    • Quindi:
    • Il mercato con il suo funzionamento crea le condizioni per la sua legittimazione ma anche per la sua delegittimazione


* La legittimazione è requisito essenziale per l’affermarsi del mercato. Essa scaturisce da:

  • * La legittimazione è requisito essenziale per l’affermarsi del mercato. Essa scaturisce da:

  • misure politiche che favoriscono l’accumulazione del capitale e la sua circolazione

  • culture che alimentano e legittimano l’orientamento alla competizione e al profitto



Il mercato va legittimato con vincoli che lo condizionano favorevolmente

  • Il mercato va legittimato con vincoli che lo condizionano favorevolmente

  • politiche che generano fiducia con rapporti interpersonali (istituzioni comunitarie)

  • politiche che generano fiducia in modo impersonale (stato)

  • Con misure di riequilibrio

  • Con politiche che alimentano l’imprenditorialità e l’efficienza



  • TEORIA NEO-CLASSICA

  • SODDISFAZIONE DEI BISOGNI ORDINATA SECONDO UNA GERARCHIA BASATA SU PREFERENZE DATE:

  • IL CONSUMATORE BEN INFORMATO E RAZIONALE COMPRERA’ FINCHE’ IL PREZZO NON EGUAGLIA LA SUA LA SUA UTILITA’ MARGINALE



APPROCCIO SOCIOLOGICO

  • APPROCCIO SOCIOLOGICO

  • FA RIFERIMENTO AI CARATTERI CONCRETI CHE VIENE AD ASSUMERE IL COMPORTAMENTO DEI CONSUMATORI

  • SCARSA TRASPARENZA DEL MERCATO/ INFORMAZIONE PILOTATA DALLA PUBBLICITA’

  • FATTORI SOCIO-CULTURALI INFLUENZANO LE PREFERENZE E IL MODO DI PERSEGUIRLE



I BENI NON HANNO UTILITA’ PER I SINGOLI SOGGETTI MA SONO DESIDERATI E CONSUMATI A SECONDA DEL LORO VALORE SIMBOLICO (SIMMEL).

  1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale