Bassano del grappa



Scaricare 441 Kb.
14.11.2018
Dimensione del file441 Kb.



ISTITUTO TECNICO ECONOMICO TECNOLOGICO STATALE

Luigi Einaudi

BASSANO DEL GRAPPA



M.I.U.R.



PROGRAMMAZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE


CLASSE QUINTA


Settore 




Indirizzo 




Classe      

Anno Scolastico      




Docente Coordinatore

     



Docenti




Discipline




     




     

     




     

     




     

     




     

     




     

     




     

     




     

     




     

     




     

     




     

     




     

     




     



Rappresentanti dei Genitori




     

     




Rappresentanti Studenti




     

     


CONTRATTO FORMATIVO

E METODOLOGIE PER ATTUARLO


Gli obiettivi trasversali individuati nella presente programmazione del Consiglio di Classe sono un impegno comune di docenti, genitori ed alunni.

Affinché i soggetti del contratto formativo meglio interagiscano, si fa riferimento ai diritti e ai doveri descritti nella Carta dei Servizi dell’Istituto.

In particolare:


a) i docenti perseguiranno gli obiettivi attraverso le strategie descritte nella presente programmazione;
b) i genitori, nella prospettiva di una fattiva collaborazione con la scuola, si impegnano a:

  1. conoscere l’offerta formativa;

  2. esprimere pareri e proposte;

  3. collaborare nelle attività che rientrano nel processo formativo e sono programmate dagli organi collegiali;

  4. tenere sempre vivo il dialogo con i docenti e il docente coordinatore di classe, per affiancarli nella corresponsabilità educativa e dare suggerimenti;

  5. sorvegliare che i propri figli siano puntuali e diligenti nei loro doveri, tempestivi nelle comunicazioni scuola-famiglia, corretti e tolleranti nei rapporti con gli altri, rispettosi dell’ambiente;

  6. non indulgere a “certe pigrizie” o “furbizie” dei figli con richieste di entrate e/o uscite dalla scuola fuori orario o con giustificazioni compiacenti o strategicamente calcolate;


c) tutti gli studenti della classe, che sono protagonisti del loro processo di crescita umana, culturale e sociale, si impegnano a loro volta a:

  1. conoscere gli obiettivi formativi ed educativi generali del curricolo intrapreso;

  2. essere puntuali ed assidui alle lezioni e assentarsi solo per motivi gravi e giustificati;

  3. attivarsi nello studio seguendo le indicazioni dei docenti;

  4. aver cura di se stessi, della pulizia personale e del loro abbigliamento, che deve essere rispettoso dell’ambiente, dei compagni, dei docenti;

  5. usare un linguaggio corretto, non offensivo, né grossolano e in classe esprimersi in lingua italiana;

  6. partecipare attivamente, democraticamente alla vita degli organi collegiali della scuola e saper utilizzare, con efficacia, gli spazi di autogestione concessi.


PROGRAMMAZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE
1. Profilo della Classe
1.1 Composizione della classe

Numero alunni

  

Maschi

  

Femmine

  




Alunni con bisogni ed. specifici

  

Alunni diversamente abili

  

Alunni ripetenti

  


2. Accertamenti in ingresso

2.1 Esiti delle prove di ingresso (solo per le classi in cui la materia si insegna per la prima volta)

Disciplina

Numero di alunni con preparazione

insufficienti

sufficienti

buono/ottimo



Molto grave

insufficienti

sufficienti

buono/ottimo

1      

  

  

  

  

2      

  

  

  

  

3      

  

  

  

  

4      

  

  

  

  

5      

  

  

  

  

6      

  

  

  

  

7      

  

  

  

  

8      

  

  

  

  

Eventuali osservazioni

     

2.2 Rilevazione iniziale del comportamento degli alunni


     


3. Competenze chiave per l’apprendimento permanente

Ogni Consiglio di Classe definisce, tra quelli individuati in ambito europeo e declinabili lungo l’intero percorso dell’istruzione obbligatoria, gli obiettivi che intende perseguire nella specificità della classe (età degli alunni, analisi dei comportamenti e delle motivazioni …) e individua le strategie che intende mettere in atto, per il loro conseguimento.

Al termine dell’anno scolastico, il CdC misurerà l’efficacia dell’azione educativa


Competenza

Abilità/Conoscenze


Strategie per il loro conseguimento




1 Comunicazione nella lingua ufficiale

L’alunno

 conosce i principali tipi di interazione verbale,

una serie di testi letterari e non letterari, le

principali caratteristiche dei diversi stili e

registri del linguaggio nonché la variabilità del

linguaggio e della comunicazione in contesti

diversi

 comprende messaggi di genere diverso (quotidiano, letterario, tecnico, scientifico) e di varia complessità trasmessi utilizzando i diversi linguaggi (verbale, matematico, scientifico, simbolico, ecc.)



 sa comunicare sia oralmente sia per iscritto in varie situazioni ed é in grado di sorvegliare e adattare la propria comunicazione a seconda di come lo richieda la situazione.

 distingue e utilizza diversi tipi di testi, sa cercare, raccogliere ed elaborare informazioni, usare sussidi e formulare ed esprimere le argomentazioni in modo convincente e appropriato al contesto, sia oralmente sia per iscritto.

 rappresenta eventi, fenomeni, principi, concetti, procedure, atteggiamenti, stati d’animo, emozioni, ecc. utilizzando i vari linguaggi, le conoscenze disciplinari, mediante diversi supporti (cartaceo, informatico e multimediale)

 capisce e usa la lingua in modo positivo e socialmente responsabile

      


 far leggere e ripetere ciò che è stato letto

 far sottolineare la terminologia

 controllare l’uso corretto della lingua italiana ed il lessico specifico in ogni disciplina

 curare l’ampliamento del bagaglio lessicale

 far mettere a confronto i vari registri comunicativi

 far rispettare l’uso della micro lingua nelle varie discipline

 controllare che i quaderni siano in ordine

      






2 Comunicazione in lingue straniere

L’alunno

 comprende i punti essenziali di messaggi chiari in lingua standard su argomenti familiari (casa, scuola, tempo libero, ecc..)

 Sa produrre testi semplici e coerenti su argomenti familiari o di suo interesse.

 È in grado di descrivere esperienze e avvenimenti, sogni, speranze, ambizioni, esporre brevemente ragioni e dare spiegazioni su opinioni e progetti.

 sa comprendere le idee fondamentali di testi complessi su argomenti sia concreti sia astratti, comprese le discussioni tecniche nel proprio settore di specializzazione.

 È in grado di interagire con relativa scioltezza e spontaneità

 Sa produrre testi chiari e articolati su un’ampia gamma di argomenti

 sa esprimere un’opinione su un argomento d’attualità, esponendo i pro e i contro delle diverse opzioni.

 Sa utilizzare la micro lingua tecnica

      



 utilizzare in classe la L2

stimolare gli studenti ad esprimersi in L2

 far ascoltare conversazioni, utilizzare video e testi in lingua straniera originale, stimolando la comprensione orale

 far imparare il lessico e la grammatica funzionale

 stimolare l’interazione

 stimolare l’alunno all’utilizzo di supporti non solo cartacei ma anche di tipo informatico e multimediale.

      




3 Competenza matematica e competenze di base in campo scientifico e tecnologico

L’alunno

 possiede un’adeguata conoscenza del calcolo, delle misure e delle strutture, delle operazioni di base e delle presentazioni matematiche di base

 comprende i termini e i concetti matematici

 è consapevole dei quesiti cui la matematica può fornire una risposta

 sa applicare i principi e processi matematici di base nel contesto quotidiano, nella sfera domestica e sul lavoro

 è in grado di svolgere un ragionamento matematico,

 sa cogliere le prove matematiche

 sa comunicare in linguaggio matematico

 sa usare i sussidi appropriati

 conosce i principi di base del mondo naturale

 conosce i principi, e metodi scientifici fondamentali

 conosce la tecnologia e i prodotti e processi tecnologici, nonché la comprensione dell'impatto della scienza e della tecnologia sull'ambiente naturale

 sa utilizzare e maneggiare strumenti e macchinari tecnologici nonché dati scientifici per raggiungere un obiettivo o per formulare una decisione o conclusione sulla base di dati probanti

 riconosce gli aspetti essenziali dell’indagine scientifica e sa comunicare le conclusioni e i ragionamenti afferenti

      


 guidare l’alunno alla risoluzione di problemi secondo metodi e contenuti specifici della disciplina, anche attraverso interventi personalizzati

 stimolare lo studente all’uso della terminologia specifica sia nella forma scritta che orale

 sviluppare l’uso della simbologia specifica attraverso l’esercizio scritto

 guidare lo studente a sviluppare e consolidare la capacità di saper affrontare compiti e situazioni problematiche in contesti applicativi propri dell’indirizzo di studi fornendo esempi e modelli risolutivi

 far risolvere problemi in contesti reali attraverso le tecniche del cooperative learning con gruppi di lavoro che utilizzino anche le nuove tecnologie

 controllare i quaderni se sono in ordine

 fornire spiegazioni e suggerimenti  durante l’esecuzione individuale e/o di gruppo

 sensibilizzare gli alunni all’esecuzione puntuale e rigorosa e alla riflessione sui risultati ottenuti

 promuovere nello studente la consapevolezza dell’importanza di saper riconoscere le proprie difficoltà attraverso l’analisi e la discussione degli errori commessi

 guidare la comprensione degli enti geometrici anche attraverso l’uso di software matematici (ad es.GeoGebra, Derive o similari)

 utilizzare strumenti multimediali a supporto dello studio e della didattica

 partire, quando possibile, dall’operatività concreta per  utilizzare e rafforzare i processi di astrazione e simbolizzazione

 utilizzare in modo coordinato argomenti di altre discipline per applicare interpretazioni aritmetiche, algebriche, geometriche e statistiche, su una prospettiva di interdisciplinarietà

 utilizzare le esercitazioni autonome come strumento per il consolidamento delle conoscenze secondo i seguenti criteri:



  • numero “adeguato” di ripetizioni e ripassi opportunamente distanziati nel tempo

  • uso di concetti ed operazioni che gli studenti hanno già appreso in precedenza

  • effettuazione non meccanica

  • gradazione di difficoltà

  • distribuzione opportuna nel tempo

 utilizzare le risorse digitali per favorire processi dinamici, visualizzazioni di strutture algebriche, statistiche, ecc.

 adoperare video interattivi in grado di presentare modelli dando una opportunità di feedback agli studenti

      





4 Competenza digitale

L’alunno

 sa cercare, raccogliere e trattare le informazioni usandole in modo critico e sistematico

 è in grado di accertarsi della pertinenza delle informazioni e distinguere il reale dal virtuale pur riconoscendone le correlazioni.

 conosce la natura, il ruolo e le opportunità delle TSI nel quotidiano e sa utilizzare le principali applicazioni informatiche

 sa usare in modo responsabile i mezzi di comunicazione interattivi

 è consapevole delle opportunità e dei potenziali rischi di Internet e della comunicazione tramite i supporti elettronici (e-mail, strumenti della rete) per il lavoro, il tempo libero, la condivisione di informazioni e le reti collaborative, l’apprendimento e la ricerca

 è capace di usare le TSI a sostegno del pensiero critico, della creatività e dell’innovazione

      




 guidare gli alunni nel saper riconoscere l’attendibilità delle fonti di ricerca sul web

 stimolare negli alunni la realizzazione di  forme diverse di esposizione multi-mediale a supporto della esposizione orale 

 promuovere l’utilizzo di varie forme di comunicazione dei media (TV cinema social ..,) per poter stimolare il pensiero critico e la creatività 

 promuovere un’educazione alla responsabilità nell’uso della rete, incoraggiando esperienze e progetti peer to peer ( creazioni di opuscoli, pod casting, eventi …)

      






5 Imparare ad imparare

L’alunno organizza il proprio apprendimento


 in funzione dei tempi disponibili

 in funzione delle strategie

 in funzione del proprio metodo di studio e di lavoro

 in funzione delle competenze, conoscenze, abilità e qualifiche richieste

 individuando i propri punti di forza e i punti deboli delle proprie abilità e qualifiche, cercando le opportunità di istruzione e formazione e gli strumenti di orientamento e/o sostegno disponibili

 affrontando situazioni problematiche, costruendo e verificando ipotesi

      


 guidare gli alunni al conseguimento di un metodo di studio e di lavoro efficace insegnando ad evidenziare i concetti fondamentali, a costruire mappe concettuali o schemi

 fornire suggerimenti e controllare l’organizzazione e l’esecuzione del lavoro personale

      

      





6. Competenze sociali e civiche

L’alunno:


 comprende i diversi punti di vista

 valorizza le proprie e le altrui capacità

 sa gestire la conflittualità

 riconosce i diritti fondamentali degli altri

 contribuisce all’apprendimento comune e alla realizzazione delle attività collettive

 sa inserirsi in modo attivo e consapevole nella vita sociale

 sa far valere i propri diritti e bisogni riconoscendo al contempo quelli degli altri

 sa riconoscere le opportunità comuni, i limiti, le regole e le responsabilità

 sa proporre lavori di gruppo

      



 sensibilizzare gli alunni alla riflessione, al confronto e/o discussione nel rispetto dei ruoli

 proporre lavori di gruppo

 responsabilizzare gli alunni al rispetto

delle regole quali la puntualità nell’

ingresso della classe, le giustificazioni

delle assenze e ritardi, l’esecuzione dei

compiti assegnati in classe e per casa.

 responsabilizzare gli alunni al rispetto degli ambienti e delle attrezzature

 responsabilizzare gli alunni al rispetto del personale

      

      



7 Senso di iniziativa e di imprenditorialità

L’alunno

 sa identificare le opportunità disponibili per attività personali, professionali e/o economiche

 ha una conoscenza generale del funzionamento dell’economia, delle opportunità e sfide che si trovano ad affrontare i datori di lavoro o un’organizzazione

 è consapevole della posizione etica delle imprese e del modo in cui esse possono avere un effetto benefico, ad esempio mediante il commercio equo e solidale o costituendo un’impresa sociale

 è in grado di pianificare, organizzare, gestire un lavoro di gruppo

 possiede abilità che concernono una gestione progettuale proattiva (capacità di pianificazione, di organizzazione, di gestione, di leadership e di delega, di analisi, di comunicazione, di rendicontazione, di valutazione e di registrazione)

 possiede capacità di lavorare sia individualmente sia in collaborazione all'interno di gruppi

 verifica i risultati raggiunti

      


 guidare gli alunni ad elaborare e realizzare attività seguendo la logica della progettazione

 fornire esempi e suggerimenti

 favorire lavori di gruppo

 partecipare a concorsi regionali, nazionali, europei volti a sviluppare capacità imprenditoriali negli studenti

      

      





8 Consapevolezza ed espressione culturali

L’alunno


 possiede una conoscenza di base delle principali opere culturali, comprese quelle della cultura popolare contemporanea

 ha consapevolezza del retaggio culturale locale, nazionale ed europeo e della sua collocazione nel mondo

 sa correlare i propri punti di vista creativi ed espressivi ai pareri degli altri e identificare e realizzare opportunità sociali ed economiche nel contesto dell’attività culturale

      



 guidare gli alunni nell’analisi di opere d’arte in genere e periodi diversi individuandone, le caratteristiche, il periodo storico, il genere, gli aspetti stilistici

 favorire , in Italia e all’estero, la realizzazione di uscite didattiche, viaggi d’istruzione, scambi, settimane studio, analizzando le tipologie del patrimonio ambientale, storico - artistico e museale del territorio visitato

 aiutare gli studenti a correlare i propri punti di vista creativi ed espressivi ai pareri degli altri

      

      

      







Indicatore per ciascuna competenza : tutti gli alunni devono conseguire la competenza al livello definito di base
4. Competenze di base relative all’indirizzo Costruzione Ambiente e Territorio

(da conseguire al termine del quinto anno)



Competenza


Abilità/Conoscenze

Strategie/Strumenti

 Produrre in lingua italiana testi di vario tipo in relazione ai differenti scopi comunicativi

Osservazione sistematica e rilevazione dell’acquisizione delle competenze attraverso l’utilizzo delle seguenti metodologie:
 Lezione frontale

 Lezione dialogata

 Lezione cooperativa

 Metodo induttivo e deduttivo

 Scoperta guidata

 Lavori di gruppo

 Problem solving

 Brain storming

 Analisi dei casi

 Attività laboratoriale

 Viaggi di istruzione e visite guidate

      

      
Strumenti
 Libri di testo

 Altri libri

 Dispense

 Lavagna

 LIM

 Strumenti multimediali o audiovisivi



 Software didattico

      



      


 Collaborare, nei contesti produttivi d’interesse, nella progettazione, valutazione e realizzazione di organismi complessi, operare in autonomia nei casi di modesta entità.


 Intervenire autonomamente nella gestione, nella manutenzione e nell’esercizio di organismi edilizi e nell’organizzazione di cantieri mobili, relativamente ai fabbricati;


 Prevedere, nell’ambito dell’edilizia ecocompatibile, le soluzioni opportune per il risparmio energetico, nel rispetto delle normative sulla tutela dell’ambiente, e redigere la valutazione di impatto ambientale


 Pianificare ed organizzare le misure opportune in materia di salvaguardia della salute e sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro.


 Collaborare nella pianificazione delle attività aziendali, relazionare e documentare le attività svolte.


 Padroneggiare la lingua inglese per scopi comunicativi e utilizzare i linguaggi settoriali relativi ai percorsi di studio, per interagire in diversi ambiti e contesti professionali, al livello B2 del quadro comune europeo di riferimento per le lingue (QCER).


 Riconoscere gli aspetti comunicativi, culturali e relazionali dell’espressività corporea e l’importanza che riveste la pratica dell’attività motorio-sportiva per il benessere individuale e collettivo.


5. Attività programmate

5.1 Attività previste per eventuali alunni diversamente abili:

     

5.2 Attività previste per eventuali alunni con bisogni educativi specifici:

     

5.3 Attività previste per gli alunni eccellenti:

     

5.4 Attività di recupero e/o sostegno:

     

5.5 Attività di ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

     

5.6 Attività comuni previste dal POF (educazione alla salute, ecc.)

Titolo del Progetto.

     







Obiettivi

     







Risultati attesi

     







Argomenti

da trattare



     







Discipline

coinvolte



     


Copiare uno schema per ogni progetto
5.7 Progetti del Consiglio di Classe (Stage, scambi, ecc..)

Titolo del Progetto.

     







Obiettivi

     







Risultati attesi

     







Argomenti

da trattare



     







Discipline

coinvolte



     


Copiare uno schema per ogni progetto
5.8 Attività integrative:

Vengono di seguito indicate tutte le attività integrative approvate dal Consiglio di Classe (uscite didattiche, viaggi di istruzione ecc.)

     



5.9 Attività multidisciplinari:

     

6. Programmazione delle verifiche e della valutazione didattica

6.1 Verifiche e Valutazione


Le verifiche valuteranno l’acquisizione da parte degli studenti sia di conoscenze che di competenze/abilità professionali, e dovranno pertanto essere diversificate

Numero per 1° quadrimestre

Prove



almeno 2



almeno 3

Numero per 2° quadrimestre

Prove



almeno 2



almeno 3

Attività di alternanza






colloquio



relazione

Note e/o osservazioni

     


Per quanto riguarda la valutazione delle singole prove i docenti del CdC si attengono ai criteri indicati nel POF, che prevedono una gamma di voti dall’1 al 10 e la sufficienza solo nel caso del raggiungimento degli obiettivi minimi disciplinari individuati dai Dipartimenti e fatti propri da ciascun docente.

Per la valutazione di fine periodo (I° e II° Quadrimestre) il Consiglio di Classe terrà conto anche della situazione di partenza, dei progressi compiuti da ciascun alunno, dell’impegno dimostrato, dell’interesse e della costanza nello studio, della partecipazione all’attività didattica.

6.2 Programmazione delle verifiche


Poiché in particolari momenti dell’anno scolastico si riscontra un accumulo di verifiche il CdC ha deciso:

     

I docenti del CdC si impegnano:

1) a consegnare al più presto (di massima entro 15 giorni dall’effettuazione) le prove scritte corrette e a informare l’alunno sulla votazione ricevuta subito dopo la prova orale.

2) a motivare il giudizio e a fornire all’alunno, in caso di giudizio negativo, le indicazioni per il recupero.




data

     

Firma del docente Coordinatore di Classe

f.to

     

La parte fin qui compilata, che costituisce la programmazione del Consiglio di Classe, va consegnata in fotocopia ai rappresentanti degli alunni e dei genitori entro la data prevista dal Piano annuale.




7. VERIFICA della Programmazione

Requisiti in ingresso (input) della programmazione

Va effettuata dopo la stesura della documentazione e prima della attuazione del progetto







La programmazione è compatibile con la normativa scolastica






La programmazione è compatibile con gli obiettivi definiti nel POF






La programmazione tiene conto degli argomenti che non sono stati sviluppati nel precedente anno scolastico






La programmazione tiene conto dei miglioramenti Indicati nella relazione finale dell’anno precedente al fine di rendere più efficace ed efficiente il conseguimento degli obiettivi






     



Requisiti in uscita (output) della programmazione







Gli obiettivi comportamentali e didattici sono quelli fissati dal CDC e sono compatibili con i requisiti del POF






I contenuti e le competenze sono compatibili con quelli definiti dal Dipartimento e con quelli fissati dalla normativa scolastica






Gli indicatori ed i risultati attesi consentono la verifica degli obiettivi






Gli elementi in output soddisfano quelli in input






     

I cambiamenti apportati sulla base dei risultati ottenuti nell’anno scolastico precedente sono:



     








     

f.to







data




Firma del docente

8. RIESAME di fattibilità della programmazione.

(Durante Consiglio di Classe di Novembre con i rappresentanti dei genitori e degli alunni)

Serve a valutare la capacità del progetto di ottemperare ai requisiti richiesti e la disponibilità delle risorse. Permette di individuare i problemi e proporre le azioni necessarie.










Gli obiettivi comportamentali e didattici sono stati condivisi da genitori ed alunni






La scansione temporale dei programmi è adeguata






La metodologia adottata è adeguata al conseguimento degli obiettivi ed è stata condivisa






Gli strumenti individuati consentono il conseguimento delle conoscenze e delle competenze






     

Eventuali problemi emersi con i rappresentanti dei genitori e degli alunni



     

Interventi adottati per risolvere i problemi emersi

     







     

f.to







data




Firma del Coordinatore di classe


9. VALIDAZIONE

La validazione della progettazione verrà effettuata contestualmente alla validazione dell’erogazione del servizio scolastico a fine anno scolastico (mese di giugno)


La parte fin qui compilata, che costituisce la programmazione iniziale, va immessa , in formato PDF, nell’archivio della scuola entro la fine di Novembre.


4SGQ

M 8.5_02-01E

Program. CdC Classe Quinta CAT

Edizione n. 00

Inizio validità 04/04/2018

Pagina di

Documento di proprietà dell’ITET L. Einaudi – Bassano del Grappa – E’ vietata la riproduzione e la diffusione senza specifica autorizzazione scritta


Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale