Biografia Curriculum Critica Artistica Contatti: email



Scaricare 44.67 Kb.
18.11.2017
Dimensione del file44.67 Kb.

Biografia

Curriculum

Critica Artistica

Contatti:

email: blucobalto11@hotmail.it

web: http://annamariafazio.jimdo.com/

cell. 3458180688

Biografia

Anna Maria Fazio nasce il 20 novembre 1965 in una cittadina dell’Argentario, Orbetello  (GR) e vive la sua infanzia fino all’età di 15 anni  in  campagna accompagnata dalla serenità tipica di quei luoghi suggestivi.

Frequenta le scuole dell’obbligo poi si trasferisce con la famiglia in Lombardia  sul Lago Maggiore .

Studia come Stilista e Figurinista spinta dalla sua passione per il disegno ma lascia poi i gli studi e i suoi sogni n un cassetto  perché la vita ha deciso così.

Eredita dal nonno paterno  al quale era devota  l’amore per la pittura,  lui malato di Parkinson da molti anni riusciva tra i suoi tremolii a creare stupendi quadri e quel fascino la ipnotizzava. L’amore per l’arte del nonno quel suo bisogno  di emozionarsi andava altre la malattia, una grande lezione di vita. Il matrimonio, i due figli ai quali si dedica con immenso amore la rendono felice, ma qualcosa le manca. Una notte fa un sogno che la sconvolge dentro, si vede come sospesa a mezz’aria dentro una bolla e vede se stessa, il suo futuro, quello che sarebbe diventata, non si piace,  vede la sua amica morta a soli ventinove anni , suo padre morto anche lui troppo giovane  che le tendono la mano, la consapevolezza  che la vita è davvero incerta la si apprende forse proprio in momenti di grande dolore, ma

immensamente preziosa le danno il coraggio di affidare tutti i suoi sogni al destino e comincia a dipingere  le sue emozioni astratte e profonde sulla tela. Decide di affidare nel 2006 i suoi sogni di pittrice emergente e autodidatta alla rete e comincia così la sua rinascita. Prima si cimenta nel figurativo ma è così prepotente la sua voglia di esternare  le sue emozioni che trova dopo poco nell’astratto materico la sua chiave di volta. Un giorno grazie ad un’amica conosciuta in uno dei tanti social network che affollano la rete inizia a scrivere, a trasferire così quelle emozioni che sente palpitare tra le dita mentre mescola colore e sogni non più solo sulla tela ma anche sulla carta. Il suo modo di esprimersi così intimo la porta a  rivolgere il suo messaggio a quella fetta di lettori che amano la scrittura velata di eros, mai volgare nel suo essere come nello scrivere, ma sensuale  e dolce quanto basta per tenere alta l’attenzione.

Perché  scegliere la scrittura erotica e non la poesia o altri generi? Perché scopre una nuova donna dentro di lei, fatta di sicurezza, di sensualità che non sapeva di possedere con un potere d’attrattiva verso un mondo così intimo come l’eros  che non le  erano ancora ben chiari,  ma che fanno parte di lei .

Inizia così per gioco a scrivere piccoli racconti velati da eros che lei battezza erotico soft fino al momento in cui inizia a scrivere una vera storia, che la avvolge.

Prepotente  nella sua determinazione  di donna  in rinascita è consapevole che “le scale si salgono uno scalino alla volta ” e che crederci fino in fondo è importante. Nulla vieta ad ogni essere umano di credere  che un sogno  possa  anche avverarsi da qui una frase che ama molto cioè questa: ” è importante avere dei sogni abbastanza grandi da non perderli di vista mentre si perseguono” Oscar Wilde.

Umile nel suo modo di fare “arte” affida ai suoi scritti e ai suoi quadri tutti i suoi sogni. L’ auspicio è che il suo messaggio arrivi a più persone possibili, che possano in qualche modo  identificare in lei quella voglia di rinascita, diritto di ogni donna e che ad un certo momento della sua vita sente bussare alla porta. Buone madri, buone mogli, consapevoli però di essere anche delle Donne e che sentirsi orgogliose di se stesse come Donna in quanto essere umano è di vitale importanza anche per poter essere buone mogli e madri. Questa consapevolezza la rende anticonformista come sempre è stata anche se vissuta sempre in un contesto di famiglia ed educazione un po’ bigotta e perbenista alla quale lei si ribella. Lei  ha deciso di aprire quella porta , cosa che dovrebbe fare ogni donna per sentirsi libera e davvero se stessa.



Lei dice di se….
Ho iniziato nel 2006 a dipingere su tela, i miei trascorsi si limitavano a disegni ritraevo persone (visi in particolare) animali, qualche paesaggio, opere di artisti del passato.

un’autodidatta cresciuta accanto al nonno paterno che adorava dipingere e mi ha trasmesso la sua passione .

I miei studi da segretaria prima da stilista /figurinista poi hanno cercato di far emergere in me la passione per l’arte ma per esigenze di vita ho accantonato in un angolo del mio cuore.

Nel 1999 mi trasferisco nella mia casa sul Lago Maggiore dove ritrovo la voglia di esprimermi ,comincio così a dipingere su tela prima ad olio molto “plasmabile” come materiale con la sua infinita gamma di sfumature, poi con l’acrilico rimanendo però nel mondo del figurativo.

Solo recentemente ho voluto intraprendere il” viaggio” nel mondo magico della pittura Astratta e più precisamente l’Informale materico che mi dà la possibilità di “creare” l’immagine di un pensiero, di un’emozione o di uno stato d’animo così intenso che sembra uscire dalla tela….(…)

Un’altra passione la scrittura la affascina e così nel 2010 riesce a dare una forma concreta pubblicando il suo primo romanzo “In mio potere tu” edito con la casa editrice Albatros Il filo



http://www.ilfiloonline.it/index.php?page=shop.product_details&flypage=flypage.tpl&product_id=274453934

Nel novembre 2012 esce il suo secondo libro “ Gocce di Eros – il profumo dei sensi – edito da Youcanprint

Link al sito: http://crystalflowers.wix.com/goccedieros#

Link al libro: http://www.youcanprint.it/youcanprint-libreria/narrativa/gocce-eros-fazio.html

Attualmente continua a scrivere romanzi.

Premi e riconoscimenti come pittrice

Trofeo “città di New York” 30 gennaio 2010

Premio Internazionale “Tokyo” 21 maggio 2011

Premio “Effetto Arte” 28 gennaio 2012

Premio Internazionale “ Le Louvre” 27 giugno 2012

Premio Biennale Nobel per l'arte assegnato a Montecarlo 30 ottobre 2012

Critica Artistica

Una pittura informale quella di Anna Maria Fazio, che indaga i meandri più nascosti della psiche, e ne riporta attraverso una sintesi segnica molto interessante, la loro essenza.

Analizzare un’opera informale non è mai semplice. Devo dire che però le opere di Anna Maria Fazio mi fanno capire come se fatta bene, l’arte informale è in grado di trasmettere emozioni che vanno oltre il comune sentire.

Le opere di Fazio si caratterizzano per la grande energia creativa che racchiudono un linguaggio cromatico attento a narrarci gli stati d’animo dell’artista. Il risultato è un tipo di arte estremamente dotta, che si presenta ai nostri occhi come un unicum.

Molti sono stati gli artisti che si sono confrontati con questo tipo di pittura. Molti sono stati gli sconfitti. Anna Maria Fazio non è certamente tra questi. Attraverso un’ architettura della forma del tutto personale, l’artista riesce ad elaborare un nuovo alfabeto visivo. I lemmi di questo alfabeto sono dati dalle sensazioni che l’artista prova e che poi sceglie di sintetizzare sulla tela.

Il risultato che ne vien fuori è a dir poco sensazionale:

confessioni autentiche narrate dalla potenza di un gesto dai contorni geniali.

Salvatore Russo ( Giugno 2012)

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

La pittura di Annamaria Fazio è astratta e materica e trae la sua grande forza espressiva dall'istintività del gesto con cui viene steso il colore e dalle forti emozioni di cui quest'ultimo

si rende portavoce. Non c'è figurazione, non c'è racconto. Non sono dunque questi gli elementi attraverso i quali le sue opere comunicano con lo spettatore bensì il gesto e

la profonda capacità espressiva del colore. Un gesto immediato che proviene dalle correnti informali del secolo scorso al quale viene affiancato un utilizzo del colore che crea trasparenze,

contrasti, movimenti, tensioni emotive che comunicano con lo spettatore. La sua ricerca pittorica anela ad un senso più profondo e spirituale che traspare in ogni opera.

Ogni opera crea infatti un'emozione il cui il principale portavoce è proprio il colore.

Arte Roma Europa magazine ( 2 semestre 2010)_ Natale in Arte 2010_Roma

Anna Maria Fazio scaglia la propria intensità passionale su grandi supporti, lasciando che la pennellata esprima l’impeto trascinante del momento creativo. Attraverso una pittura di straordinaria potenza emotiva, l’artista denota una particolare grinta nell’affiancare i toni talune volte sovrapponendoli .La base del dipinto è il solo spazio idoneo a inventariare i gesti dell’artista, macchie o pennellate, che non possono essere inscindibili dall’azione che le ha generate: per questo la superficie della tela viene invasa da una intensa luce diffusa ed emette una lodevole carica vitale. Rompere gli equilibri formali è per l’artista come riportare uno sconvolgimento sempre costante che tende continuamente alla libertà e alla felicità elementi a cui l’uomo sempre anela e che, a volte, le circostanze della vita negano. Il colore aggredisce i vuoti giocando con toni sempre opposti, richiamando continuamente ad uno scambio delle parti. Così il sostegno, tela o tavola che sia, si scompone, si allarga per poi irrigidirsi in segni permanenti da cui i ricordi emergono lentamente come il progressivo affiorare di qualcosa di ancora vivo sotto le macerie. Una pittura di imparagonabile carica vitale ed emotiva, traccia destinata ad evolversi e perdurare per l’alta qualità espressiva.

Anna Soricaro ( Centro Culturale Zerouno, Fondazione De Nittis)

Barletta ,Marzo 2011

Anna Maria Fazio è nata a Orbetello, nella Maremma toscana.
Ha vissuto la sua giovinezza immersa in un paesaggio mozzafiato, e proprio ispirata dalla natura è riuscita a rappresentarla in tutte le sue sfumature e colori, creando luci e forme che ci fanno pensare a una pittura in piena evoluzione.
Partita, infatti da un'impostazione figurativa, l'artista è arrivata a una pittura di tipo astratto-materico.
Le sue ultime realizzazioni sono legate a un'astrazione di grande forza cromatica, che esprimono forza e dolcezza al contempo.
Anna Maria Fazio predilige l'uso dell'acrilico che stende con estrema istintività, creando attraverso il colore segni decisi sulla tela bianca.
La resa è di tipo intimistico, legata a una continua profonda analisi della propria individualità spirituale.
La carriera artistica è iniziata solo nel 2006, quando entra a far parte dell'Associazione pittori e scultori ticinesi, associazione che, come lei stessa ammette: "mi ha dato il coraggio che mi mancava per mettermi, finalmente e del tutto in gioco. Ora eccomi pronta alla sfida, piena d'entusiasmo".

Valeria Modica ( Critico d’arte Galleria Artelier, Milano


--------------------------------------------------------------------------------

Anna Maria Fazio
: "Omaggio a Renoir, Mistero nel profondo, Primo Amore, Il Veliero"

Traendo, dal mistero intatto, le armonie sommerse, ella favorisce l'accordo, tra colore

e sintesi, in un amplesso di onde dalle quali si sviluppa l'ardore: il valore è fluido indicativo, elegante sistema, equilibrio. Perla. La componente è armonica danza da cui si sviluppano i dati suggestivi.
La Fazio passa dall'impressionismo al surreale. I due poli si sfiorano in un colorismo di ricerca che ha per base l'elogio allo splendore. Nitide trasparenze trionfano, formando onde sonore, appagamento visivo, emozione storica, sul reale dipinto e sull'idioma segreto cui sono legate le immagini del prezioso racconto.
L'argine creativo si dilata e sconfina al di là dello scibile. Vincente. Nel perenne antagonismo,
tra luce e ombra, impera il bisogno di raffigurare l'anima, o il cuore, per rendere preziose le opere (olio-acrilico) dalle quali sorgono le potenze elettive, attraverso un sommo desiderio: scandire il colore sulle note dell'iride.

Maria Teresa Palitta


Critica sulla mia mostra Personale che si è svolta a Piacenza dal 3 al 20 Novembre 2007 dal titolo "Emozioni".

E’ essenziale per ogni individuo emozionarsi per un evento significativo, per un traguardo raggiunto, per una promozione, per la perdita di una persona cara, per la nascita di un figlio o semplicemente per la bellezza di un fiore, di un paesaggio o di un’opera d’arte. Qualsiasi emozione fa palpitare il cuore di ogni persona e provoca sensazioni che non verranno mai cancellate.
Si intitola “Emozioni” l’esposizione personale della pittrice Anna Maria Fazio che è in corso, in questi giorni, presso lo studio Jelmoni. Le opere della Fazio si sviluppano attraverso il gioco dei contrasti cromatici, il gesto irrazionale ed immediato, l’assenza della figurazione. E’ chiara una libertà espressiva in grado di valorizzare una sintesi della composizione. Il riferimento alla realtà viene a mancare completamente: il fruitore può mediante l’immaginazione scoprire paesaggi fantastici. Il colore crea un percorso informale sotto l’impulso di gesti emotivi. E’ una pittura, quella della Fazio, che stimola la nostra percezione verso confini imprecisati. Non esiste un racconto in questi dipinti: la pittrice lascia spazio alle tensioni emotive e ai desideri nascosti che sorgono nel suo animo. La materia ha il compito di comporre delle macchie dinamiche che sottolineano l’aspetto istintivo di questo modo di intendere l’arte. La Fazio è padrona delle tinte che diventano il mezzo di comunicazione per mantenere un colloquio con lo spettatore. In queste tele si legge la dolorosa inquietudine dell’uomo moderno che vede scomparire quel mondo idilliaco in cui ritrovava la pace e la tranquillità per affrontare in modo adeguato le tribolazioni dell’esistenza. Un discorso coerente ma di difficile interpretazione per l’uso di un linguaggio di non facile lettura che coinvolge soprattutto la sfera emotiva della persona.

Elena Gavazzi

Critica sulla mia mostra Personale che si è svolta a Piacenza dal 3 al 20 Novembre 2007 dal titolo "Emozioni"
Le Emozioni di Anna Maria Fazio

La galleria d’arte Jelmoni studio fino al 18 Novembre presenta “Emozioni”, personale di Anna Maria Fazio, toscana di Orbetello ora residente sul Lago Maggiore.

Fazio dipinge da poco tempo ma è motivatissima. Se l’iperrealismo delle sue prime esposizioni ha costituito quasi un passaggio obbligato, avvicinamento alla creatività, liberazione da certa soverchiante tradizione, l’informale caricato ed intenso delle ultime opere, di “Emozioni” in particolare, è un traguardo importante. Nella nostra società non c’è più spazio per il figurativo, l’informale per alcuni è diventato condizione esistenziale, rimescolamento dei valori in gioco, indagine di un magma interiore tutto da scoprire.

f.b.
(...) Originaria di Orbetello nella Maremma Toscana, si è cimentata prima nell'arte figurativa per arrivare successivamente all'informale, scoprendolo capace di dare risonanza ai propri sentimenti come nessun'altra forma d'arte.


Al nuovo stile arriva provando, sperimentando ,concentrandosi innanzitutto sul colore; lo vuole purissimo, splendente, Rossi ,azzurri, bianchi devono avere l'integrità luminosa (persino abbagliante)del tubetto, apparire così come sono stati confezionati.
E' il primo passo, poi vengono gli accostamenti: su un tono dominante si insinua timidamente un tocco minuto
e prezioso, Oro, argento, bronzo, sono tinte luminose e pregiate, i loro bagliori accendono la densa massa smaltata, paiono una scintilla nel buio. Pur piccoli l'occhio li scova ,li apprezza; Anna Maria Fazio ci coinvolge nel suo gioco, nella scoperta di emozioni nascoste al di là della forma, là dove ogni figurazione è negata, Arte come sintesi, come pregevole essenzialità, racconto al quale bastano pochissimi suoni.
Ogni dipinto è un'emozione, perchè il colore comunica alla vista e al tatto ,le tinte parlano di calore e di lontananza, di presenze e di assenze; la ricerca procede e alla materia si aggiunge il gesto; oltre alla superficie intuiamo la mano, il suo movimento. Il pennello è l'interprete di un moto più ampio, incide la tela(ricoperta da uno strato spesso di colore) ora a piccoli tratti, brevi impronte, ora in modo più estemporaneo e dinamico, disegnando vortici,fasci di rette che partono da un'origine comune per disperdersi all'infinito.
Col tempo il linguaggio si trasforma, si complica; al monocromo primario Anna Maria Fazio preferisce toni complementari che si incontrano e si confondono l'uno nell'altro, così che il colore, mutando, segua il moto che le pennellate hanno assegnato all'opera.

di Paola Riccardi

(Il Nuovo giornale, Venerdì 09/Novembre 2007)

Tu chiamale, se vuoi, Emozioni


La personale di Anna Maria Fazio fa leva sulla materia e sul colore


"Le emozioni ci accompagnano per mano, ogni giorno, in ogni nostro intercedere con la vita e con le sue prove..." Così con poche chiare parole Anna Maria Fazio cerca di spiegare il titolo "Emozioni" scelto per la sua personale(...)Oltre ad essere profonda la pittura di Anna Maria Fazio produce interessanti effetti materici, tutti indotti e motivati da un forte simbolismo, sia per la scelta dei colori, sia per la scelta dei titoli.


"Tra il bene e il male è un'opera che vuole indagare la problematica del dolore umano; in questo modo il bianco vuole simboleggiare la purezza dei sentimenti e il bene incontaminato ,il nero la cattiveria che troppo spesso, spiega l'artista, "nasce dal desiderio di potere e denaro" .Ecco che il denaro viene raffigurato da spruzzi di
color oro che sembrano essere stati inseriti con la tecnica dell'Action Painting di Pollock." Mistero dal profondo"
è un quadro che tenta di indagare i grandi enigmi dell'umanità insoluti. Le varie tonalità di blu vogliono indicare non solo il cielo con i pianeti e lo spazio cosmico, dove potrebbero esistere altri esseri viventi ,ma anche la profondità del mare.(...)"In primo Amore" l'artista manipola colore e materia secondo impulsi particolarissimi ,che riescono a suggerire la sua emozionalità fatta di toni decisi e insieme sfumati .Il quadro è la chiave di lettura di tutto il percorso espositivo della mostra in quanto analizza l'emozione più profonda e coinvolgente: il primo amore. Colori dominanti sono il rosso, simbolo della passione ,e il bianco, simbolo dell'innocenza di un'età ancora adolescenziale, amalgamati in un vortice che lascia intravedere colature che metaforicamente sembrano lacrime di dolore.
Il lavoro di Anna Maria Fazio si avvicina all'ambito delle poetiche dell'informale degli ann '50 e '60 dove la materia pittorica viene considerata realtà stessa della propria esistenza .Le emozioni che si vivono diventano materia e, come diceva Bergson, la materia è memoria, qualcosa di nostro che si estranea da noi ed esiste per conto proprio.

Articolo tratto da

"La Cronaca" di Piacenza

del 08/ Novembre 2007



2011

Rassegna Internazionale "Danza con l'Arte" 15 Aprile / 22 Aprile 2011

presso lo Spazioettagoni, via Goffredo Mameli, 9 a Roma.

 L'opera" Lucylle The Power of Seduction" che ha partecipato al Premio Internazionale  "Città di Tokyo" la cui premiazione si è svolta al Four Season Hotel di Tokyo il 21 Maggio 2011  sarà esposta presso la Galleria Amart Louise di Bruxelles dal 15 al 29 Luglio 2011.

L'opera è stata pubblicata sul numero Gennaio Febbraio 2011 alla pag.350 del periodico di Informazione artistica e culturale Boè.

Lartista è stata selezionata con l'opera " Lucylle The Power of Seduction" per partecipare al Premio Internazionale "Tokyo" l'opera concorrerà all'assegnazione dei premi il giorno 21 Maggio 2011

presso l'hotel Four Season di Tokyo.

Collettiva "Ridefinendo un Tempo in Cui Tutto Esiste"

CENTRO CULTURALE ZEROUNO

Via Indipendenza 27 Barletta (BA)

23/02/11 > 11/03/11 -

Esposizioni 2010

Selezionata con l'opera "Brightness" per partecipare al 1° Premio Internazionale di pittura, scultura e grafica "Città di New York" Gennaio 2010.

Attestato di merito artistico conferito all'artista per la partecipazione al "1° Premio Internazionale di Pittura, scultura e grafica Città di New York ( Il connubio ricerca - sentimento rendono l'operato di fattura e forte impatto emotivo, per cui conduce ad un immediato consenso del fruitore ( Prof.ssa Anna Francesca Biondolillo).

L'opera è pubblicata alla pag.297 del numero 6° Anno VI ( Novembre/ Dicembre 2009) del Periodico bimestrale di informazione artistica BOE'


Mostra collettiva di artisti contemporanei “Natale in Arte 2009” dal 18 Dicembre 2009 al 12 Gennaio 2010 a Roma- - Galleria “ Il Collezionista”
Mostra Premio del 2° Festival internazionale dell’Arte di Roma Collettiva di Artisti Contemporanei dal 09 al 17 Dicembre 2009– Galleria “ Il Collezionista” Roma

Pubblicazioni 2012

EA Editore Palermo i Segnalati di Salvatore Russo

OverArt Gennaio/Febbraio 2012

Over Art 2012 Maggio/Giugno 2012
Pubblicazioni 2012

Anna Maria Fazio ( Crystal) ” ha superato la selezione con le opere “The Lucylle power of seduction”, e ” La Vedovanera, The flower of evil”, e sarà tra i 287 artisti di 40 paesi di tutto il mondo che saranno presenti sul numero di novembre 2012 del prestigioso volume d’arte “International Contemporary Artists vol.V, edito da I.C.A Publishing, 380, Lexington Avenue, New York, NY, US.

http://www.incoartists.com/

L'opera "Lucylle the power of seduction" ha superato la selezione per partecipare al Premio EffettoArte.

La cerimonia di premiazione avverrà il giorno 28 Gennaio 2012 alle ore 18.00 presso Villa Malfitano Whitaker a Palermo.

PREMIO Effetto Arte, Festival di pittura, scultura e grafica.

L'artista Anna Maria Fazio ha ricevuto attestato di partecipazione con la seguente motivazione critica:

"Opera ammessa per l'ottimale fattura compositiva che dona all'intento rappresentativo un eccelso valore stilistico"

L'editore Il direttore

Sandro Serradifalco Paolo Levi

Palermo, Gennaio 2012

Pubblicata sull'allegato "Le opere ammesse" del periodico bimestrale d'arte e cultura EFFETTO ARTE anno 2- Gennaio Febbraio 2012, diretto da Paolo Levi.

ffetto Arte, Festival di pittura, scultura e grafica.

L'artista Anna Maria Fazio ha ricevuto attestato di partecipazione con la seguente motivazione critica:

"Opera ammessa per l'ottimale fattura compositiva che dona all'intento rappresentativo un eccelso valore stilistico"

L'editore Il direttore

Sandro Serradifalco Paolo Levi

Palermo, Gennaio 2012

Pubblicata sull'allegato "Le opere ammesse" del periodico bimestrale d'arte e cultura EFFETTO ARTE anno 2- Gennaio Febbraio 2012, diretto da Paolo Levi.

Pubblicazioni 2011"Opera ammessa per l'ottimale fattura compositiva che dona all'intento rappresentativo un eccelso valore stilistico"

L'editore Il direttore

Sandro Serradifalco Paolo Levi

Palermo, Gennaio 2012

Pubblicata sull'allegato "Le opere ammesse" del periodico bimestrale d'arte e cultura EFFETTO ARTE anno 2- Gennaio Febbraio 2012, diretto da Paolo Levi."Opera ammessa per l'ottimale fattura compositiva che dona all'intento rappresentativo un eccelso valore stilistico"

L'editore Il direttore

Sandro Serradifalco Paolo Levi

Palermo, Gennaio 2012

Pubblicata sull'allegato "Le opere ammesse" del periodico bimestrale d'arte e cultura EFFETTO ARTE anno 2- Gennaio Febbraio 2012, diretto da Paolo Levi.

L'opera è stata pubblicata sul numero Gennaio Febbraio 2011 alla pag.350 del periodico di Informazione artistica e culturale Boè.

Antologia dei Premi poesia Prosa e Arti Figurative Angelo Musco
Accademia Internazionale "Il Convivio" 2008
pag.257"selezionata"con l'opera "Soffio di Vento"

XXV Premio Agazzi 2009


Catalogo pag.71-con l'opera "Tzunami"

Open Art 2009(Sale del Bramante, Piazza del Popolo, Roma)


con l'opera "Le Carezze de silenzio" catalogo pag.19

Catalogo OpenArtAurum 2008 Asta Taormina


pag.23 con l'opera "Riflessi di passione"

HISTORIA MUNDI - Le medaglie raccontano la storia,l'arte,la cultura dell'uomo


Anno I°- N° 1 - febbraio 2009 pag.134,135 con le opere "Il giardino delle speranze" olio su tela e il progetto di medaglia "L'incontro della speranza" disegno matita su cartoncino.

L'Arte e il Web Verso nuove forme d'espressione della creatività, ed.2008 pag.83 immagin@ria editrice


Selezionata per partecipare al Premio OpenArt2009,Sale del Bramante - Piazza del Popolo – Roma

Partecipo al FIAR 2009
2° FESTIVAL INTERNAZIONALE DELL’ARTE DI ROMA
“I MIGLIORI ARTISTI DELL’ARTE CONTEMPORANEA”
Il Festival si svolgerà il 24,25,26,27 Giugno 2009
Inaugurazione il 24 Giugno 2009 nelle splendide sale della CASCINA FARSETTI A Villa Doria Pamphili

Partecipa all'Openart2009 17,18,19,Gennaio 2009 Sale del Bramante, Roma

18 Febbraio 2009 Mostra "LA MEDAGLIA NON HA SOLO DUE FACCE"MOVIMENTI,UTOPIE E CONTRADDIZIONI DEL SESSANTOTTO
SCULTURE ,DIPINTI E MEDAGLIE PER RICORDARE E COMPRENDERE
ROMA,VILLA CHIASSI -

2008

Selezionata per partecipare alla Quadriennale Leonardo da Vinci"Artisti nella Storia"Selezioni Reggio Emilia,

nella persona di Lucia Bonacini, Direttore Artistico Critico d'Arte.

Artista selezionata per partecipare alla Quadriennale d'Arte Contemporanea "Leonardo da Vinci" Omaggio al Tricolore, International Museum,Artists in The World Selezioni Artistiche Reggio Emilia,nella Persona di Lucia Bonacini Critico d'ARTE - Direttore Artistico

4,5,6 Giugno 2008- Artisti in cerca di Mercato-Open art aurum-
esposizione - tèa-galleria d'arte- Taormina

7 Giugno 2008- Asta - Hotel Excelsior Palace Hotel-Taormina

********************************************************************

Agosto 2008- espone con la Quadriennale Leonardo da Vinci "Omaggio al Tricolore"


a Olbia- Costa Smeralda


2007

Artista selezionata (con l'opera "Ad occhi chiusi) per partecipare all'ArtefortE stArt Biennale che si terrà allo SPAZIO EVENTI MONDADORI, San Marco 1345 - VENEZIA, dal 4 al 26 Agosto 2007.


Selezionata per il 5° Premio SEETAL 2007 e inserita in catalogo

Artista selezionata (con l'opera "Ad occhi chiusi) per partecipare all'ArtefortE stArt Biennale che si terrà allo SPAZIO EVENTI MONDADORI, San Marco 1345 - VENEZIA, dal 4 al 26 Agosto 2007.
........................................................................................................................

Selezionata per il 5° Premio SEETAL 2007 e inserita in catalogo



........................................................................................................................
 

Rassegna Internazionale d'Arte "Roma - 2007", dal 23 al 30 Ottobre 2007, nella Basilica S.M. del Popolo  Roma, organizzata dalla Galleria Crispi
: sites -> default -> files -> artista one cv
files -> Wassily Kandinsky
files -> Thomas schlesser
files -> Foglietti di transizione
files -> When the industry develops and product are sold in several shops in the same city so it's not enough anymore the sign outside the shop (botteghe) or the people shouting in the square
artista one cv -> Giannina Scorza
artista one cv -> Curriculum vitae
artista one cv -> La chiamata ai pennelli è in alcuni casi forte ed irresistibile, in altri una lenta fascinazione che s'insinua sfogliando libri d'arte e frequentando mostre e musei
artista one cv -> Sommari’ Paolo Sommaripa La vera arte è arte vera. Italian art in the world Ombre e neri profondi, marroni o blu intensi, per creare atmosfere oniriche in bilico tra l'urlo e IL silenzio
artista one cv -> D. Pierpaoli Le opere del Malavolta sono IL segno costante di costanti emozioni
artista one cv -> Valeria Franchi




©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale