Breve panoramica sulla


TERIACA D’ANDROMACOVECCHIO, SECONDO GALENO



Scaricare 1.88 Mb.
Pagina25/94
29.03.2019
Dimensione del file1.88 Mb.
1   ...   21   22   23   24   25   26   27   28   ...   94
TERIACA D’ANDROMACOVECCHIO, SECONDO GALENO.
P.:

Trocisci di Scilla dramme XLVIII

Trocisci di Vipera

Trocisci edicroi92

Pepe lungo ana dramme XXIIII

Rose secche

Iride illirica

Sugo di Logorizia

Seme di Navone salvatico93

Scordio94

Balsamo95

Cinnamomo

Agarico96 ana dramme XII

Mirra


Costo97

Zafferano

Cassia

Spigo nardi98



Squinanto99

Incenso


Pepe nero

Dittamo di Candia100

Cime di Marrubio101

Rapontico102

Stecade103

Petrosellino macedonico104

Calamo montano

Terebinto105

Gengiovo106

Radici di cinquefoglie107 ana dramme VI

Polio cretico108

Campiti109

Stirace110

Racemi d’amomo111

Meu112

Nardo celtica

Terra lennia113

Rù pontico114

Camedri(o)

Folio vero115

Radici di genziana

Calciti arso116

Anici

Sugo d’ipocistide117



Carpobalsamo118

Gomma


Seme di finocchio

Cardamomo

Seseli119

Acacia


Tlaspi120

Iperico


Sagapeno121

Amni122 ana dramme IIII

Castoro

Aristolochia tenue

Seme di Dauci123

Bitume giudaico

Sugo di panace124

Centaurea

Galbano125 ana dramme II

M(i)ele di Spagna libbre X

Vino Falerno quanto basta.
Fassi in questo modo, che non diverso dall’intenzione di Galeno126.

Piglia l’erbe, le quali sono queste. Lo Scordo, il Calamento, il Marrobbio, lo Stecade, il Dittamo, il Polio, la Querciola, l’erba Iva, l’Iperico, la Centaurea, e lo Squinanto prima tagliato minutamente con le cesoie. Pestale e passale per istaccio, e serbale, turate benissimo in scatole che non svaporino. Questo medesimo farai delle radici, che sono il Gengiovo, l’Iride, il Rapontico, il Cinquefoglie, il Nardo indico, ed il gallico, la Genziana, il Costo, il Meu, il Rù, l’Aristolochia tenue. Pesterai, e passerai per istaccio similmente i semi, che sono il Petroselino, l’Amni, gli Anici, il Finocchio, il Dauco, il Cardamomo, ed il Seseli, serbando quello del Tlaspi, e del Navone per farne come di sotto si dirà. Si riducono in polvere, e si passano per istaccio ancora i Trocisci di Vipera, di Scilla, gli Edicroi, il Pepe lungo, ed il nero, le Rose, il Zafferano, la Terra lennia, il cinnamomo, la Cassia, il Carpobalsamo, il Castoro, e l’Asfalto.

Fatto questo si mescolano con l’altre polveri dell’erbe, delle radici, e de’ semi, che di sopra abbiamo detto, alle quali si aggiugne l’Agarico strofinato, o fregato sopra lo staccio, e passato, se bene Galeno lo mette a pestare con l’altre cose dette. L’Incenso si pesta da sé sottilmente, e si serba per spargerlo poi a poco a poco con uno staccio fine sopra le gomme liquefatte. Fatto che avrai un corpo delle sopradette polveri, infonderai le gomme, i sughi, ed il seme del Tlaspi, e del Navone per ispazio di ventiquattro ore.

I sughi che s’infondono nel vino sono l’Oppio, l’Acacia, l’Ipocistide, e la Logorizia; le lagrime o gomme sono la Mirra che s’infonde da per sé, il Sagapeno, e l’Opoponaco insieme, e la gomma da sé sola. Il seme di Tlaspi, e del Navone, l’acciacchiamo nel mortaio, e vi spruzziamo sopra del vino, e quando è inzuppato, si pesta di nuovo nel mortaio, e si passa per istaccio come si passa la Cassia, e quello che non si passa si torna a ripestare spruzzandovi dell’altro vino, e così si fa tante volte che passi tutto, e sopra il quale così caldo passerai per istaccio i sughi risoluti in vino, e che sieno caldi, e sopra questi si passano le gomme liquefatte nel vino, e calde, dimenando continuamente acciocché si uniscano, ed unite che elle sono vi spargerai con uno staccio fine a poco, a poco l’incenso polverizzato sopra detto: mentre che tu passi per istaccio le gomme, ed i sughi, metti il Terebinto in bagno a liquefarsi, e liquefatto che egli è aggiugni lo Storace, ed il Galbano pesti lungamente con pestello di ferro, aggiugnendovi nel pestare un poco di mele crudo, e quando saranno state così alquanto aggiugnivi un altro poco di mele crudo. Di poi passale per istaccio, e serbale da per sé in luogo, che si mantengano calde, in tanto il corpo sopradetto fatto de’ sughi, e delle gomme risolute nel vino così caldo lo metterai in un mortaio di porfido, o di bronzo, e comincerai a spargervi sopra le polveri a poco, a poco, unendole benissimo tanto che si riduca a forma che si possa pestare, e pestato che l’avrai alquanto, aggiugnivi una parte di mele mediocremente cotto, e benissimo schiumato, e di poi una parte di polvere, e poi del Terebinto mescolato collo Storace, e col Galbano sempre agitando, e quando saranno bene unite seguiterai di mettere ora mele, ora polvere, ed ora Terebinto, e finito il Terebinto seguiterai di mettere quando una parte di mele, e quando di polvere tanto che ogni cosa si finisca, ed allora, o poco prima si può aggiugnere il Balsamo, ed in ultimo per dargli colore si sparge sopra il Calciti preparato, e polverizzato,… e finito il Calciti si seguita di mestare continuamente per due, o tre ore. Si dee comporre al Sole, e fatta che ella è si dee riporre in vasi di terra bene invetriati, e di quivi a quattro, o cinque giorni rimetterla al Sole, ma col vaso coperto, e rimestarla benissimo, di poi ogni sette, o otto giorni fare il medesimo, tanto che passino due mesi, o almeno quaranta giorni.

Per il Nardo indico si piglino solo le radici nette dalla terra.

Il vino Falerno si pigli che con l’aromatico abbia dell’amabile, e conservi lungo tempo tali qualità, cose che più si verificano nel vino di Spagna, in qualche Malvagia amabile, e talora nel Greco d’oggidì127.




elenco: libri
libri -> Monica Puggioni Daniela Branda Cinzia Binelli
libri -> R. T. E. (Un Sogno Riformista)
libri -> Mauro orsatti per lui, con lui, in lui
libri -> Traduzioni telematiche a cura di Rosaria Biondi, Nadia Ponti, Giulio Cacciotti, Vincenzo Guagliardo (Casa di reclusione Opera) Oscar Wilde. IL ritratto di dorian gray. Indice
libri -> Primo Levi. Se questo e' un uomo. Giulio Einaudi editore, Torino 1958. Indice. Prefazione. IL viaggio. Sul fondo. Iniziazione. Ka-Be. Le nostre notti. IL lavoro. Una buona giornata
libri -> Lev N. Tolst�j. Guerra e pace. Libro secondo. Indice. Parte prima: pagina Note: pagina 115. Parte seconda: pagina 118. Note: pagina 282. Parte terza: pagina 289. Note: pagina 449. Parte quarta: pagina 454
libri -> Lorenzo Milani. Lettere alla madre. Marietti, Genova 1997. A cura di Giuseppe Battelli. Indice. Introduzione (di Giuseppe Battelli). Nota editoriale. Bibliografia essenziale. Lettere alla madre
libri -> Ossessione (The Swan thieves)
libri -> Appunti d’idrologia medica


Condividi con i tuoi amici:
1   ...   21   22   23   24   25   26   27   28   ...   94


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale