Breve panoramica sulla


SYNONIMIA FARMACEUTICO – CHYMICA



Scaricare 1.88 Mb.
Pagina28/94
29.03.2019
Dimensione del file1.88 Mb.
1   ...   24   25   26   27   28   29   30   31   ...   94
SYNONIMIA FARMACEUTICO – CHYMICA
Acetas ammoniae fluidum.

Acetas ammoniacale.

Spiritus Mindeneri.

Alcali volatile acetatum.

Acetum ammoniacale.

Acetus ammoniae.

Liquor ammonii acetici.


Oppio. of. Gommo - resina o sugo condensato.

Papaver somniferum. Lin.
Il sugo latteo che gemono i papaveri, condensato e seccato dà l’ottimo oppio banco, riserbato per i magnati della Turchia. L’oppio detto tebaico, è il sugo espresso dei capi dei detti papaveri. L’oppio detto meconio è il sugo dei detti capi dopo aver dato l’oppio bianco, unito al sugo delle foglie. L’oppio tebaico ha un colore scuro, sapore amaro, odore proprio narcotico. Viene in gruppi, o pani involtati nelle medesime foglie di papavero seccate, e spesso in quella di una romice, della quale si vedono anche i semi129. Tutti riguardano l’oppio come narcotico sedativo; ma in dosi abbondanti è un forte eccitante.

Sertuerner ha fatto un lavoro singolare sull’oppio, mediante il quale è giunto a separare una base alcalina, la sola che contiene le principali proprietà dell’oppio. Chiamano i chimici questa sostanza particolare col nome di morfina. Tre mezzi grani di morfina, presi coll’intervallo di mezz’ora tra l’uno e l’altro produssero in diversi soggetti un avvelenamento. Le altre sostanze dell’oppio furono sperimentate senza forza. Combinata la morfina coll’acido nitrico, o col tartarico si formano dei sali sommamente velenosi; coll’aceto, il sale che risulta sembrò all’autore emetico.

La morfina sostanza alcalina, trovasi nell’oppio combinata con un acido particolare che chiamasi acido meconico, il quale formando un meconato di morfina, rende più mite la forza della morfina stessa.

Sertuerner fa rilevare la gran differenza che passa fra l’estratto d’oppio fatto coll’acqua fredda, e quello fatto con la calda: il primo è più attivo, perché contiene più meconato di morfina del secondo. Fa pure osservare che le tinture oppiate debbono farsi coll’alcool perfetto e puro.

L’oppio contiene ancora un’altra sostanza particolare, la quale è detta narcotina, e dalla quale sembra che dipendano gli effetti irritanti che si provano dall’uso dell’oppio.

I capi di papavero indigeno, trattati cogli stessi mezzi, non dettero né morfina, né acido meconico. Ciò dipende probabilmente dal clima, che non essendo quanto basta temperato, la pianta del papavero non può acquistare la necessaria maturità.

L’uso dell’oppio, e delle sue preparazioni è estesissimo in medicina: adopransi internamente ed esternamente con grandissimo profitto.

Le osservazioni pratiche hanno dimostrato, che grandi vantaggi si ottengono dalle diverse preparazioni di oppio, ogni qual volta sieno prescritte nelle malattie accompagnate da una di(a)tesi astenica, ed in dosi convenienti. Sotto questo punto di vista è stato usato con vantaggio nelle affezioni spasmodiche convulsive, nelle coliche, negli isterismi; con la china per le febbri intermittenti, nella dissenteria cronica, nella diarrea, nell’itterizia con ispasimo, nel vaiolo, ed in quasi tutte le febbri nervose, a tempo opportuno. Può giovare nei patemi di animo, nelle veglie pertinaci, nelle tossi croniche, nei dolori reumatici.

Esternamente giova per le punture degli insetti velenosi nostrali, come api, vespe, calabroni, per le scottature di acido solforico, ed in frizioni col sugo gastrico.

Dose: da mezzo grano a un grano, e a grano a grano a dosi molto grandi, come di uno scropolo e più, in una intiera giornata, ma si richiede una grande cautela.




elenco: libri
libri -> Monica Puggioni Daniela Branda Cinzia Binelli
libri -> R. T. E. (Un Sogno Riformista)
libri -> Mauro orsatti per lui, con lui, in lui
libri -> Traduzioni telematiche a cura di Rosaria Biondi, Nadia Ponti, Giulio Cacciotti, Vincenzo Guagliardo (Casa di reclusione Opera) Oscar Wilde. IL ritratto di dorian gray. Indice
libri -> Primo Levi. Se questo e' un uomo. Giulio Einaudi editore, Torino 1958. Indice. Prefazione. IL viaggio. Sul fondo. Iniziazione. Ka-Be. Le nostre notti. IL lavoro. Una buona giornata
libri -> Lev N. Tolst�j. Guerra e pace. Libro secondo. Indice. Parte prima: pagina Note: pagina 115. Parte seconda: pagina 118. Note: pagina 282. Parte terza: pagina 289. Note: pagina 449. Parte quarta: pagina 454
libri -> Lorenzo Milani. Lettere alla madre. Marietti, Genova 1997. A cura di Giuseppe Battelli. Indice. Introduzione (di Giuseppe Battelli). Nota editoriale. Bibliografia essenziale. Lettere alla madre
libri -> Ossessione (The Swan thieves)
libri -> Appunti d’idrologia medica


Condividi con i tuoi amici:
1   ...   24   25   26   27   28   29   30   31   ...   94


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale