Brevi note, presentate da Emilia Spedaliere alla Commissione Studi Civilistici del Consiglio Notarile di Napoli



Scaricare 25 Kb.
02.04.2019
Dimensione del file25 Kb.


BREVI NOTE , presentate da Emilia Spedaliere alla Commissione Studi Civilistici del Consiglio Notarile di Napoli,

SU:


SCRITTURA PRIVATA AUTENTICATA E RILASCIO DI COPIA ESECUTIVA

1) Tutte le disposizioni ex L.80/05 relative al processo esecutivo avranno effetto dal 1 gennaio 2006 (ma c’e disegno D.L. correttivo della L.80/2005 approvato dal Senato ed all'esame Camera che prevede l’entrata in vigore di quanto ci interessa 180 giorni dopo la pubblicazione della conversione in legge del D.L. stesso, indi per ora fino al 1 gennaio 2006 no spedizione in forma esecutiva di scrittura privata autenticata.

2) La L.80/2005 ha modificato c.p.c. artt. 474-476 (non il 475) - 499 e 510, prevedendo:

* 474: estensione della qualità di titolo esecutivo alle scritture private autenticate + estensione esecuzione forzata per le obbligazioni di "pagamento di somme di danaro" alle obbligazioni "per consegna o rilascio"

* 476: aumento sanzioni per rilascio di più di una copia esecutiva senza rispetto formalità indicate nel 476 stesso: giustificazione è l'evitare più processi esecutivi nei confronti dello stesso debitore per lo stesso titolo (nel DL correttivo è prevista esclusione di efficacia esecutiva alle scritture private autenticate per l'esecuzione forzata "per consegna e rilascio" che rimarrebbe pertanto solo per gli atti pubblici)

* 499-510: modificano intervento nel processo esecutivo limitato ai creditori muniti di titolo esecutivo (nonchè ai creditori che al momento del pignoramento etc..) e modifica distribuzione (nel DL correttivo è previsto che l'intervento dei creditori non muniti di titolo esecutivo conserva la sua efficacia se l'intervento è avvenuto prima della data della sua entrata in vigore)



3) se la scrittura privata autenticata è conservata a raccolta : si copia esecutiva su copia come per gli atti pubblici.

Il 475 cpc non è stato modificato indi "spedizione in forma esecutiva atti ricevuti" è la stessa dizione del 474 cpc, pertanto letteralmente dovremmo tradurre "solo atti pubblici"; ma per dare un significato alle modifiche legislative potremmo estendere la dizione "atti ricevuti" come riferita anche agli "atti ricevuti in deposito" estensione necessitata appunto dalle modifiche.



4) per le scritture private autenticate in più originali: no per ora. Per il rilascio di copia esecutiva è necessaria la modifica del 475 cpc.

Il 475 prevede e consente spedizione in forma esecutiva degli atti "ricevuti" non estensibile certo agli originali rilasciati.

Post modifica (e da rivedere a seconda della modifica!) opinione preferibile è che la spedizione della copia esecutiva sia fatta su uno degli originali e solo dal Notaio che ha autenticato. (argomentando ex 475 ((a garanzia unicità del documento)) che la spedizione da parte del cancelliere non si intende "da parte di qualsiasi cancelliere" ma solo da parte di quello dell'ufficio giudiziario in cui è stato formato il provvedimento indi anche il Notaio che ha ricevuto o autenticato l'atto.

5) ex 475 cpc spedizione in forma esecutiva: (da dare solo alla parte a cui favore è stata stipulata l'obbligazione), è "contrassegnare" il documento che attiva il processo esecutivo che diventa riconoscibile come titolo esecutivo. Il Notaio non deve e non può effettuare alcun accertamento (riservato all'autorità giudiziaria) circa l'idoneità ed efficacia del titolo a fondare l'azione esecutiva ma solo una verifica dei presupposti formali: atto pubblico e scrittura privata autenticata contenente obbligazioni di somme di danaro (e solo per l'atto pubblico obbligo di consegna e rilascio se passa la correzione suddetta).

I requisiti di certezza (per oggetto determinabile, atti sub termine o condizione o contratti "in formazione"), liquidità ed esigibilità, secondo l'orientamento prevalente non devono necessariamente sussistere al momento in cui il titolo esecutivo è formato nè in quello in cui è spedito in forma esecutiva.

Sufficet che il contratto contenga "in astratto" la fonte dell'obbligazione; i requisiti devono sussistere al momento dell'esecuzione o dell'intervento nel processo di esecuzione.

6) Si sottolinea che più volte da parte notarile è stato evidenziato che il rilascio di una copia esecutiva di un titolo considerato inidoneo allo scopo non è sanzionato dalle norme generali nè dalla Legge Notarile. Indi la spedizione in forma esecutiva non è atto vietato nè comporta nullità della copia autentica che resta tale, mentre sarà inutiliter data l'apposizione della formula esecutiva . Fermo restando le responsabilità civili del Notaio che se non la rilascia (per un titolo che poi si riveli idoneo) potrebbe rispondere delle spese e tempi dal creditore affrontati per munirsi del titolo esecutivo (decreto ingiuntivo), se la rilascia (per un titolo che poi si riveli inidoneo) risarcimento danni verso il debitore per l'assoggettamento a procedura esecutiva illegittima.

Reato e risarcimento da escludersi in presenza di obiettive ragioni di incertezza (es: apertura credito ip.).



7) Si può rilasciare copia esecutiva scrittura privata autenticata ante data entrata in vigore L.80/2005?: l'interpretazione più plausibile è NO.
(*) Le presenti annotazioni sono solo il sintetico riassunto di quanto esposto negli elaborati di: Pier Luigi Fausti in Federnotizie luglio 2005 "copia esecutiva e scrittura privata autenticata" e Petrelli, Atto Pubblico scrittura privata autenticata e titolo esecutivo in Notariato n.5,2005 pag.542, Ipsoa.

notaio Emilia Spedaliere






Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale