C. I. R. D. C. E. Osservatorio sul rispetto dei diritti fondamentali in europa newsletter n



Scaricare 268.5 Kb.
Pagina1/10
29.03.2019
Dimensione del file268.5 Kb.
  1   2   3   4   5   6   7   8   9   10

C.I.R.D.C.E.


OSSERVATORIO SUL RISPETTO DEI DIRITTI FONDAMENTALI IN EUROPA

Newsletter n. 14
Aggiornamento degli atti e della giurisprudenza rilevanti per la protezione dei diritti fondamentali inseriti nel sito www.europeanrights.eu
Quanto agli atti dell’Unione europea, segnaliamo:

  • la Raccomandazione del Parlamento europeo del 26.03.2009 sul rafforzamento della sicurezza e delle libertà fondamentali su Internet;

  • la Risoluzione del Parlamento europeo del 5.02.2009 sull'attuazione nell'Unione europea della direttiva 2003/9/CE sulle condizioni di accoglienza dei richiedenti asilo e dei rifugiati: visite della commissione LIBE dal 2005 al 2008;

  • la Risoluzione del Parlamento europeo del 3.02.2009 sulla non discriminazione in base al sesso e la solidarietà tra le generazioni;

  • la Risoluzione del Parlamento europeo del 15.01.2009 concernente il recepimento e l'applicazione della direttiva 2002/73/CE, relativa all'attuazione del principio della parità di trattamento tra gli uomini e le donne per quanto riguarda l'accesso al lavoro, alla formazione e alla promozione professionali e le condizioni di lavoro;

  • la Risoluzione del Parlamento europeo del 14.01.2009 sull'accesso del pubblico ai documenti del Parlamento europeo, del Consiglio e della Commissione (attuazione del regolamento CE n. 1049/2001);

  • la Risoluzione del Parlamento europeo del 14.01.2009 sullo sviluppo del Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite e il ruolo dell'Unione europea;

  • il Documento di lavoro della Commissione del 19.02.2009, Sintesi delle risposte degli Stati membri al questionario sul diritto penale, amministrativo e processuale e i diritti fondamentali nella lotta al terrorismo;

  • il Parere del “Gruppo Art. 29” (composto dalle Autorità garanti dei dati personali nell’UE) dell’11.02.2009 sull’uso dei body scanners nella aviazione civile e sulla compatibilità di tali strumenti con la dignità umana, la privacy, la salute.

Per il Consiglio d’Europa abbiamo incluso:



  • la Risoluzione interinale (2009)42 del 19.03.2009 del Comitato dei Ministri sull’esecuzione delle sentenze della Corte europea riguardanti la durata eccessiva delle procedure giudiziarie in Italia;

  • la Risoluzione interinale (2009)43 del 19.03.2009 del Comitato dei Ministri sull’esecuzione delle sentenze della Corte europea nei 145 casi contro la Federazione della Russia riguardanti sia omissioni o ritardi nell’adempimento dell’obbligo di conformarsi alle sentenze interne definitive pronunciate contro lo Stato e i suoi organi, sia la mancanza di un ricorso effettivo;

  • la Risoluzione interinale (2009)44 del 19.03.2009 del Comitato dei Ministri sulle azioni delle forze di sicurezza in Irlanda del Nord (caso Mckerr c.Regno Unito e cinque casi simili);

  • la Risoluzione interinale (2009)45 del 19.03.2009 del Comitato dei Ministri sulla esecuzione della sentenza della Corte europea nel caso Ulke c. Turchia;

  • la Raccomandazione (2009)1 del 18.02.2009 del Comitato dei Ministri sulla democrazia elettronica;

  • i tre rapporti dell’ECRI (Commissione europea contro il razzismo e l’intolleranza) del 24.02.2009 riguardanti la Bulgaria, la Norvegia e l’Ungheria;

  • il rapporto del CPT (Comitato europeo per la prevenzione della tortura e delle pene o trattamenti inumani o degradanti) pubblicato il 5.02.2009 riguardante la Repubblica Ceca: il Comitato ha dichiarato la castrazione chirurgica (praticata su base volontaria ai sex offenders) trattamento inumano;

  • il rapporto del CPT del 20.01.2009 sulla visita svolta in Kosovo nel marzo 2007 su richiesta della Missione di amministrazione interinale delle Nazioni Unite: si tratta del primo rapporto del CPT su un paese non facente parte del Consiglio d’Europa.

Quanto alla giurisprudenza, segnaliamo:


per la Corte di giustizia, le sentenze:

  • del 10.03.2009, C-169/07, Hartlauer, sulla libertà di stabilimento;

  • del 10.03.2009, C 345/06, Gottfried Heinrich, sulla certezza del diritto;

  • del 5.03.2009, C-388/07, The Incorporated Trustees of the Nation Council on Ageing, sul licenziamento a causa di collocamento a riposo;

  • del 5.03.2009, C-222/07, Unión de Televisiones Comerciales Asociadas (UTECA), sul divieto di discriminazione in base alla nazionalità, e la libera prestazione dei servizi;

  • del 19.02.2009, C 228/06, Mehmet Soysal e Ibrahim Sava, sulla libera prestazione dei servizi;

  • del 19.02.2009, C-308/07 P, Koldo Gorostiaga Atxalandabaso, sui diritti della difesa, il principio del contraddittorio e il diritto ad un processo equo;

  • del 17.02.2009, C-552/07, Commune de Sansheim, sull’accesso del pubblico alle informazioni e la riservatezza;

  • del 17.02.2009, C-465/07, Meki Elfaji, in tema di asilo;

  • del 10.02.2009, C-301/06, Irlanda c. Parlamento europeo e Consiglio, sulla conservazione dei dati personali;

  • del 29.01.2009, C-19/08, Migration sverket, in tema di asilo;

  • del 20.01.2009, C-350/06 e C-520/06, Schultz e Hoff, sul diritto alle ferie retribuite;

e inoltre:

  • le Conclusioni dell’Avv. Generale Mengozzi, del 21.01.2009, causa C-12/08, Mono Car Styling c. Dervis Odemis e altri, sulla tutela dei lavoratori e il diritto ad un ricorso giurisdizionale effettivo, che cita più volte la Carta dei diritti a fondamento dalla propria posizione;

per la Corte europea dei diritti umani, le sentenze:


  1   2   3   4   5   6   7   8   9   10


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale