Calendario



Scaricare 69.49 Kb.
21.12.2017
Dimensione del file69.49 Kb.

DANAE FESTIVAL

X Edizione – Milano 1 - 24 Aprile 2008


CALENDARIO

MARTEDÌ 1 APRILE ore 19.00 – Teatro Out Off

APERTURA DEL FESTIVAL

Presentazione della pubblicazione Anatomie di un corpo scenico

a seguire ore 21.00


MARIA DONATA D’URSO – Pezzo 0 (due)

GIOVEDÌ 3 APRILE ore 21.00 – Teatro Out Off


MARIA DONATA D’URSO – Collection particulière

SABATO 5 APRILE ore 21.00 – Teatro Out Off


MARIA DONATA D’URSO – Lapsus

MARTEDÌ 8 APRILE ore 21.00 – Teatro Out Off


GISÈLE VIENNE – I Apologize

DA GIOVEDÌ 10 A SABATO 12 APRILE ore 21.00 – Teatro I


MOTUS – Rumore rosa

SABATO 12 APRILE ore 18.00



Conversazioni su Teatro e Cinema – Incontro con Motus a cura della rivista Bancaleone

MARTEDÌ 15 APRILE ore 21.00 – Teatro I


PATRICIA ALLIO – Habiter - conférence queer

GIOVEDÌ 17 APRILE ore 18.00 – Banchina del tram Corso Magenta 24


BODY STOP – PERFORMANCE DA BANCHINA a cura di:

EFFETTO LARSEN – Tuo/Out

SANPAPIÉ – Ostinato Perficere / il giorno più bello della mia vita

VENERDÌ 18 APRILE ore 18.00 – Banchina del tram Corso Magenta 24


BODY STOP – PERFORMANCE DA BANCHINA a cura di:

IN-STABILE COMPAGNIA – Sottovuoto

GIORGIA MARETTA – The Rose and The Beast
SABATO 19 APRILE ore 17.30 – Vetrine e Spazi C.so Garibaldi

CINZIA DE LORENZI – Io sono qui

MARTEDÌ 22 E MERCOLEDÌ 23 APRILE ore 21.00 – Teatro Litta


SIMONA BERTOZZI – L’endroit 2e

HABILLÉ D’EAU – Camera

GIOVEDÌ 24 APRILE ore 21.00 – Teatro Litta


AMBRA SENATORE – Altro piccolo progetto domestico

MÁRCIA LANÇA – Dos joelhos para baixo

Danae Festival spregiudicato e trasversale è un progetto curato dal Teatro delle Moire interessato a rendere visibili esperienze artistiche nuove della scena contemporanea.

Nato a Milano nel 1999, propone artisti nazionali ed internazionali che frequentano ed attraversano differenti linguaggi dal teatro alla danza, dalla performing art alla musica, dalla videoarte al cinema e che non possano essere catalogati secondo rigide definizioni.

Il Festival vuole essere anche un’occasione per promuovere artiste dalla poetica personalissima ed innovativa, che lavorano in modo indipendente, esplorando le frontiere più ardite della creatività femminile.

Genialmente “fuori luogo” Danae Festival coltiva, inoltre, una vocazione nomade attraverso la ricerca continua di differenti spazi, non solo teatrali, ma soprattutto di luoghi non convenzionali e urbani per accogliere progetti site specific.




MARTEDÌ 1 APRILE ore19.00

Teatro Out Off – Via Mac Mahon 16


Apertura Festival - presentazione di

Anatomie di un corpo scenico

10 sezioni – 10 riflessioni – 10 anni di un’esperienza creativa e organizzativa:

Moire + Danae

pubblicazione per i 10 anni di Danae Festival e del Teatro delle Moire


Firme ospiti:

Alessandro Bergonzoni, Paolo Dalla Sega, Daniele Del Pozzo, Michele Di Stefano, Mariangela Gualtieri, Marinella Guatterini, Danio Manfredini, Gianni Manzella, Paolo Ruffini, Luca Scarlini + un’intervista al Teatro delle Moire a cura di Sara Chiappori


Edizioni Electa

In vendita durante il Festival al prezzo speciale di 18 €



MARTEDÌ 1 APRILE ore21.00

Teatro Out Off – Via Mac Mahon 16

MARIA DONATA D’URSO- PEZZO 0 (DUE) (Francia)


Ideazione, coreografia e interpretazione: Maria Donata D’Urso

Creazione luci: Yves Godin

Regia luci: Erik Houllier

Banda sonora: Mathieu Farnarier

Durata: 30 minuti
Pezzo 0 (due) è il primo spettacolo del trittico che Maria Donata D’Urso presenta per la prima volta in questa forma in occasione del Danae Festival. Tre assoli che compongono un originale percorso di indagine sulle percezioni interne, sulla pelle e sulle superfici del corpo. Interrogandosi anche sulla rappresentazione e sul rovesciamento del punto di vista, l’artista di origine siciliana crea dei veri e propri paesaggi, un universo fatto di forme spezzate, volumi vibratili, curve sospese e linee tese. Pezzo 0 (due) è un’opera pittorica di oscura bellezza che attraverso il corpo stimola lo sguardo a scrutare fino nella grana della pelle. Sottile gioco tra anima e animale, tra soffio e inspirazione, il corpo diventa disegno, lo spazio finito di una presenza infinita.

Con il sostegno della Fondazione Nuovi Mecenati e di Culturesfrance

GIOVEDÌ 3 APRILE ore 21.00

Teatro Out Off – Via Mac Mahon 16

MARIA DONATA D’URSO - COLLECTION PARTICULIÈRE (Francia)


Ideazione, coreografia e interpretazione: Maria Donata d’Urso

Creazione luci: Maryse Gautier

Regia luci: Erik Houllier

Creazione suono: Vincent Epplay

Costruzione scenografia: Jérôme Dupraz

Durata: 45 minuti
Da una tavola di dissezione erotica con un taglio al centro, sorge una massa carnale che la D’Urso sottopone a continue metamorfosi, creando nuove anatomie. Complice un sofisticato lavoro sulla luce, il corpo della danzatrice crea figure spiazzanti, costringendo lo spettatore ad uno spostamento percettivo di grande suggestione.

Con il sostegno della Fondazione Nuovi Mecenati e di Culturesfrance

SABATO 5 APRILE ore 21.00

Teatro Out Off – Via Mac Mahon 16

MARIA DONATA D’URSO - LAPSUS (Francia)


Ideazione, coreografia e interpretazione: Maria Donata d’Urso

Creazione luci: Caty Olive

Creazione suono: Vincent Epplay

Scenografia: Maria Donata d’Urso e Jérôme Dupraz

Assistente: Elise Capdenat

Direttore tecnico e regia luci: Erik Houllier

Durata: 50 minuti
Con Lapsus Maria Donata D’Urso tenta di dar vita allo spazio appena sopra la superficie della pelle, alone di energie che circolano e travolgono la sensazione. E proprio come il lapsus che svela l’inconscio nel linguaggio verbale, il corpo va a caccia delle sue figure nascoste e sepolte. Quelle torbide che si lasciano scorgere soltanto fuggevolmente, attraverso il movimento, infimo o dinamico, che rivela l’incidente, ciò che trama nell’oscuro spazio del desiderio.

Con Lapsus si conclude il trittico che Maria Donata D’Urso presenta in occasione della decima edizione del Danae Festival.



Con il sostegno della Fondazione Nuovi Mecenati e di Culturesfrance

MARTEDÌ 8 APRILE ore 21.00

Teatro Out Off – Via Mac Mahon 16


GISÈLE VIENNE - I APOLOGIZE (Francia) [Prima Nazionale]

Ideazione: Gisèle Vienne

Creato in collaborazione con e interpretato da: Jonathan Capdevielle, Anne Mousselet, Jean-Luc Verna

Il ruolo di Anne Mousselet è creato da: Anja Röttgerkamp Testi scritti e letti da: Dennis Cooper

Musica: Peter Rehberg

Luci: Patrick Riou

Trucco: Rebecca Flores

Creazione dei manichini: Raphaël Rubbens, Dorothéa Vienne-Pollak, Gisèle Vienne

Durata: 76 minuti
Dallo spettro del reale alla realtà dello spettro. I Apologize parte dalla ricostruzione di un evento sconosciuto che ha a che vedere con la morte.

Un giovane uomo mette in scena e uomo, una donna e venti adolescenti sotto forma di bambole articolate che richiamano la figura di Lolita, creando differenti versioni dell’accadimento e innescando progressivamente la confusione nella percezione del reale. Tutto il lavoro di Gisèle Vienne, artista dall’immaginario dark tra le più interessanti della nuova scena europea, che viene da una formazione nell’arte della marionetta, sta in questa ossessione: il rapporto tra l’immagine e il reale. Con questo spettacolo la Vienne avvia una collaborazione con Dennis Cooper, controverso e scandaloso scrittore americano, nei cui testi le visioni dell’artista francese trovano una perfetta complicità, dando origine a una performance tragica, segnata dalla permanenza e dallo scarto.



Con il sostegno della Fondazione Nuovi Mecenati e di Culturesfrance
DA GIOVEDÌ 10 A SABATO 12 APRILE ore 21.00

Teatro I – Via Gaudenzio Ferrari 11



MOTUS - RUMORE ROSA (Rimini)

Di: Enrico Casagrande e Daniela Nicolò

con: Silvia Calderoni, Nicoletta Fabbri, Emanuela Villagrossi

e la collaborazione di: Dany Greggio

Illustrazioni: Filippo Letizi

Visual composing: p-bart.com

Direzione tecnica: Giorgio Ritucci

Fonica: Roberto Pozzi

Durata: 60 minuti
Dopo Piccoli episodi di fascismo quotidiano, i Motus ritornano a Fassbinder con uno spettacolo tutto al femminile che, prendendo spunto da Le lacrime amare di Petra von Kant, apre una finestra sul mélo di Douglas Sirk, che il regista tedesco amava tanto.

Non un remake, ma un tradimento, un ribaltamento per attraversare figure di donne, i loro amori, gli inganni, le scelte affettive sbagliate, l’usura dei sentimenti col tempo. Un rumore di fondo di vite ferite, un viaggio straziante attraverso la crisi dei sentimenti e dei rapporti umani.


SABATO 12 APRILE ORE 18.00

Teatro I – Via Gaudenzio Ferrari 11



Conversazioni su Teatro e Cinema

Incontro con Motus

A cura di Luca Mosso e Vincenzo Buccheri della rivista Brancaleone

MARTEDÌ 15 APRILE ore 21.00


Teatro I – Via Gaudenzio Ferrari 11

PATRICIA ALLIO - HABITER - conférence queer (Francia) [Prima Nazionale]

Drammaturgia e regia: Patricia Allio e Pierre Maillet

Interprete: Pierre Maillet

Collaborazione scenografica: Lucy Orta

Durata: 70 minuti
Con Patricia Allio arriva dalla Francia un’altra artista di punta. Drammaturga e regista multidisciplinare, propone, col suo piglio ironico e sovversivo, una conferenza filosofica appoggiandosi a degli effetti di omofonia e a concatenamenti di significato intrecciati logicamente, se si ammette che la logica può delirare. Con questo nuovo lavoro la Allio si e ci interroga sulla questione del linguaggio e dell’identità e sui legami che esistono tra l’abitare, l’architettura e l’identità sessuale.

Con il sostegno della Fondazione Nuovi Mecenati e di Culturesfrance
Produzione: Exorage group - Coproduzione: Théâtre des 2 Rives – Centre Régional Dramatique de Haute Normandie. Con il sostegno di Parc de la Villette. Exorage group riceve il sostegno da Conseil Régional de Bretagne e da Conseil Général d’Ille-et-Vilaine

GIOVEDÌ 17 APRILE ore 18.00

Banchina del tram corso Magenta 24

BODY STOP – PERFORMANCE DA BANCHINA


Dopo il successo riscosso nella scorsa edizione, tornano le performance sulla banchina del tram, evento a cura di nuove formazioni del territorio che hanno creato un progetto site specific per il Danae Festival

EFFETTO LARSEN - TUO/OUT (Milano)


Di e con: Matteo Lanfranchi
Storie di ordinaria poesia. Derivato dai materiali di uno spettacolo in cui un uomo senza nome trascorre tutta la sua esistenza in una stanza, un mondo immaginario malinconico e surreale.

SANPAPIÉ - OSTINATO PERFICERE/il giorno più bello della mia vita (Milano)


Coreografia: Lara Guidetti

Drammaturgia: Sarah Chiarcos

Con: Elena Annovi e Lara Guidetti

Musica: Krister
Scene da…prove di un matrimonio…Due spose si picchiano selvaggiamente in mezzo al traffico un giovedì pomeriggio sulla banchina del tram in corso Magenta. Perché?

VENERDÌ 18 APRILE ore 18.00

Banchina del tram corso Magenta 24

BODY STOP – PERFORMANCE DA BANCHINA


IN-STABILE COMPAGNIA – SOTTOVUOTO (Milano)

Coreografia: Serena Marossi

Interpreti: Maria Cerciello, Serena Marossi, Riccardo Fusiello, Federico Vazzola
Mondo sottovuoto, come in una seconda pelle. Plastica non voluta e rimbalzata di mano in mano; plastica fra i corpi, senza più aria…

Un filo di onirica follia sconvolge un’attesa del tram apparentemente normale.



GIORGIA MARETTA - THE ROSE AND THE BEAST (Milano)


Regia: Giorgia Maretta

Interpretazione: Giorgia Maretta, Martina Bonardi

English teacher: Claudia Pitto

Testo e suono: Andrea Cavallari
Una donna e una bambina entrambe con la faccia da gatto. Da una radio provengono lezioni di inglese che scandiscono le azioni.

SABATO 19 APRILE ore 17.30


Vetrine e spazi Corso Garibaldi (a partire dal n. 27)

Sulla scorta del successo di Assaggi da Vetrina, che il Teatro delle Moire ha replicato per molti anni in Corso Garbaldi, per questa speciale edizione, abbiamo affidato l’ideazione di un nuovo progetto urbano per il Corso ad un’artista visionaria come Cinzia De Lorenzi, che il Festival Danae promuove da alcuni anni.



CINZIA DE LORENZI - IO SONO QUI (Milano)

Ideato e coreografato da: Cinzia De Lorenzi

In collaborazione con Simona Pezzano e con i danzatori :

Matteo Bologna, Marta Lucchini, Eleonora Parrello, Valentina Sordo, Veronique Turrisi, Silvia Zerbeloni, Care Estinte, TILT laboratorio coreografico e con la partecipazione di Marina Rossi



Musiche eseguite dal vivo da: Dario Buccino

Cantante: Davide Fior

Collaborazione luci e audio: Stefano Panni, Besio Sound

Durata: 60 minuti
Abitazione, trasmutazione, presenza, umanità, nei luoghi del commercio, dell'arte e della vita di tutti i giorni. Atti e rituali in cui lo spazio si trasforma per dare corpo ad una visione.

Un percorso in 7 tappe nei luoghi e nelle vetrine di Corso Garibaldi, dentro il quale umani ed animali si spostano verso un'unica direzione, a tratti come apparizioni a tratti confondendosi con la folla.


Con il patrocinio del Consiglio di Zona 1 e della Commissione Commercio e in collaborazione con ASOPEC Associazione Commercianti e Operatori Culturali di Corso Garibaldi

MARTEDÌ 22 E MERCOLEDÌ 23 APRILE ore 21.00


Teatro Litta - Corso Magenta 24

SIMONA BERTOZZI - L’ENDROIT 2e (Bologna)

Creazione e interpretazione: Simona Bertozzi

Ambienti sonori e musiche: Roberto Passuti

Progetto luci: Roberto Passuti

Durata: 25 minuti
Alla sua prima coreografia Simona Bertozzi, che collabora dal 2005 con Virgilio Sieni, rivela già una forte personalità in un lavoro astratto e sofisticato, scandito dall’apparizione di carte da gioco. L’endroit 2e, che ha debuttato a Londra per Aerowaves 2007, è uno spazio vuoto, un volume che prende forma per la presenza di un corpo. Un’azione articolare e articolata, che ha in sé e svela poco a poco il luogo in cui sentirsi al contempo pregnante e fragile, evocativa e sottratta.

Vincitore del concorso Gd’A 2006/2007
HABILLÉ D’EAU – CAMERA (Roma)

Ideazione e regia: Silvia Rampelli

Danza: Alessandra Cristiani

Luce: Gianni Staropoli

Durata: 25 minuti
Silvia Rampelli torna a Danae con una performance tesa e radicale. Apparentemente focalizzata sull’epifania del tempo, il luogo di questa prova performativa è, in realtà, la soglia non misurabile del fluire fruire della durata. La persistenza dell’oggetto genera una fluttuazione, che sfoca la nozione di identità. Visione che trova perfetta adesione nel corpo nudo di Alessandra Cristiani che ha la potenza materica di una scultura.

GIOVEDÌ 24 APRILE ore 21.00


Teatro Litta - corso Magenta 24

AMBRA SENATORE - ALTRO PICCOLO PROGETTO DOMESTICO (Torino)

Ideato e interpretato da: Ambra Senatore

Musiche: Ambra Senatore e Domenico Modugno

Luci: Fausto Bonvini

Durata 20 minuti.
Una donna. Una cucina. Il tempo: quello della preparazione di una frittata. Una solitudine cerca l’incontro giocando a citare ed infrangere modelli stereotipati di bellezza.

Azioni ed eventi quotidiani deformati dalla lente di ingrandimento dello sguardo ironico e surreale di Ambra Senatore.


MÁRCIA LANÇA - DOS JOELHOS PARA BAIXO (Portogallo)

Creazione e interpretazione: Márcia Lança

Collaborazione artistica: Iuri Albarran e Tiago Hespanha

Musica e Sound Design: Nuno Morão

Disegni: Márcia Lança

Fotografia: Iuri Albarran

Durata: 35 minuti
Partendo da un disegno in cui i segni della matita erano stati cancellati con una gomma, Marcia Lança notò che cancellare qualcosa senza lasciarne traccia era impossibile. Decise allora di riproporre questo tema sul palcoscenico, usando come supporto al posto del foglio lo spazio. Da queste esperienze è derivata una serie di azioni con uomini e donne di carta.

Facendo a meno dei corpi dei danzatori, la giovanissima artista portoghese sollecita l’invenzione e l’immaginazione degli spettatori: una città di carta prende lentamente forma.



INFORMAZIONI
LUOGHI

TEATRO OUT OFF

Via Mac Mahon 16 [tram 12, 14]

TEATRO I

Via Gaudenzio Ferrari 11 [MM2 P.ta Genova – Sant’Agostino – tram 2, 14 – bus 94]

TEATRO LITTA

C.so Magenta, 24 [MM1, MM2 Cadorna – tram 19, 16 – bus 50, 58]

BANCHINA DEL TRAM

C.so Magenta 24 [MM1, MM2 Cadorna – tram 19, 16 – bus 50, 58]

VETRINE E SPAZI

C.so Garibaldi (a partire dal n. 27) [MM1 Lanza – tram 3, 4, 7, 12, 14 – bus 57, 61]
BIGLIETTI

Intero 12 Euro

Danae card (3 ingressi) 28 Euro
INFO E PRENOTAZIONI

da lunedì a venerdì dalle 14.30 alle 19.00

Tel +39 345 35 85 033 oppure +39 02 83 58 581

Prenotazione consigliata


www.danaefestival.com

www.teatrodellemoire.it



Pubblicazione per i 10 anni

Anatomie di un corpo scenico

10 sezioni – 10 riflessioni – 10 anni di un’esperienza creativa e organizzativa: Moire + Danae

Firme ospiti:

Alessandro Bergonzoni, Paolo Dalla Sega, Daniele Del Pozzo, Michele Di Stefano, Mariangela Gualtieri, Marinella Guatterini, Danio Manfredini, Gianni Manzella, Paolo Ruffini, Luca Scarlini

+ un’intervista al Teatro delle Moire a cura di Sara Chiappori
Edizioni Electa

In vendita durante il Festival al prezzo speciale di 18 €


CREDITI
Direzione artistica e organizzativa

Teatro delle Moire – Alessandra De Santis e Attilio Nicoli Cristiani


Ufficio stampa

Silvia Pacciarini 348 5106397



pacciarini.silvia@tiscali.it
organizzazione Barbara Rivoltella, Anna Bollini con la collaborazione di Nicoletta Balestreri altri collaboratori Nicola De Lorenzo, Silvia Rivoltella, Elisa Nardin direzione tecnica Lorenza Bonfanti Staff tecnico Monia Giannobile, Li Abbiati, Silvio Bersani, Paolo Casati, Adriana Meli progetto grafico Vincenzo Mennuni progetto fotografico FotoUp web designer Emanuele Massa, Just Milani traduzioni Corrado Piazzetta
un ringraziamento a: Giulia Amato, Nadia Baratella, Lory Dall’Ombra per il Settore Sport e Tempo Libero del Comune di Milano, Antonio Calbi, Fabio Cavaliere per il Settore Cultura del Comune di Milano, Massimo Cecconi, Ermanno Tritto per la Provincia di Milano, Olivier Descotes per l’Ambasciata di Francia, Micaela Goren Monti Presidente del Consiglio di Zona 1 e Davide De Corzent Presidente della Commissione Commercio, Marco Bernasconi Presidente dell’Asopec e Giovanna Bucco Vicepresidente, Fabrizio Agustoni per la Fondazione Arte Civiltà, Andrea Rebaglio per la Fondazione Cariplo, Renzo Martinelli, Federica Fracassi e tutto lo staff del Teatro I, Mino Bertoldo, Roberto Traverso e tutto lo staff del Teatro Out Off, Gaetano Callegaro, Monica Gattini, Antonella Ferrari e tutto lo staff del Teatro Litta, Luca Monti e Paolo Dalla Sega per il MEC – Master in Eventi Culturali dell’ALMED – Università Cattolica, Ambra Senatore e tutti i ragazzi del Laboratorio dello Spettatore, Annamaria Onetti del Festival Exister.
La decima edizione di Danae si è potuta realizzare grazie a: Comune Milano Sport e Tempo Libero/Cultura, Provincia di Milano settore cultura, Regione Lombardia culture, identità e autonomie della Lombardia, Fondazione Cariplo, Cultures France, Fondazione Nuovi Mecenati, Teatro I, Fotoup, Il gigante
elenco: dseserver -> webcity -> comunicati.nsf -> d68aa3e55927f9f7c1256c4500573452
d68aa3e55927f9f7c1256c4500573452 -> Boccioni, balla, carrà, soffici, morandi, sironi, fontana, soldati: Riti di passaggio
d68aa3e55927f9f7c1256c4500573452 -> Nouveux Realisme (pac)
d68aa3e55927f9f7c1256c4500573452 -> Scheda dell’opera
d68aa3e55927f9f7c1256c4500573452 -> Vanessa beecroft vb65
d68aa3e55927f9f7c1256c4500573452 -> The Andy Warhol Show
d68aa3e55927f9f7c1256c4500573452 -> Luigi veronesi: strutture musicali del colore
d68aa3e55927f9f7c1256c4500573452 -> Alice nel Castello delle Meraviglie
d68aa3e55927f9f7c1256c4500573452 -> Il design cartier visto da ettore sottsass
d68aa3e55927f9f7c1256c4500573452 -> Milano linate
d68aa3e55927f9f7c1256c4500573452 -> The Diamond Trading Company: We put the “Forever” into diamonds


Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale