“Camminavano per la città illuminata dai lampioni, e non vedevano che case: di boschi, neanche l’ ombra



Scaricare 0.87 Mb.
22.05.2018
Dimensione del file0.87 Mb.

“Camminavano per la città illuminata dai lampioni, e non vedevano che case: di boschi, neanche l’ ombra. Incontravano qualche raro passante, ma non osavano chiedergli dov’era il bosco. Così giunsero dove finivano le case della città e la strada diventava un’autostrada.

Ai lati dell’ autostrada i bambini videro il bosco: una folta vegetazione di strani alberi copriva la vista della pianura. Avevano i tronchi fini fini, diritti o obliqui; e chiome piatte e estese, tra le più strane forme e dai più strani colori, quando una auto passando le illuminava coi fanali. Rami a forma di dentifricio, di faccia, di formaggio, di mano, di rasoio, di bottiglia, di mucca, di pneumatico, costellate da un fogliame di lettere dell'alfabeto.” Italo Calvino, da Marcovaldo.







COMPOSIZIONE PERSONALE DI 4 QUADRI DI MONDRIAN

(Albero rosso, Albero grigio, Melo in fiore, Linee e colori).
Immaginate di ritrovarvi un giorno a dover spiegare a qualcuno cosa sia un bosco, vivendo però in un futuro ipotetico nel quale non esista più neanche un albero. Probabilmente lo si descriverebbe come un agglomerato di alti oggetti fatti di legno coronati da rami che si espandono in ogni direzione. Come dunque biasimare il povero Michelino, il figlio di Marcovaldo che, andato a fare legna, scambia ingenuamente dei cartelloni pubblicitari ai margini di un autostrada per un bosco?

Il mondo intorno a noi è in continuo mutamento e considerando la possibilità che i boschi un giorno non esistano più ho voluto cimentarmi nella ricerca dell’ idea di un albero in se, l’elemento fondamentale del bosco. Tentando di trovare una risposta a questo quesito, ho ricordato quattro quadri di Mondrien che ho qui sopra raggruppato in una composizione. L’ accostamento di questi dipinti crea a sua volta crea un piccolo “bosco”, di alberi via via sempre più astratti, e che attraverso un processo maieutico ci portano a riflettere su quali siano le caratteristiche che rendono un albero tale.



Dalla Palma Stefano.


Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale