Capitolo I lo svolgimento del processo



Scaricare 1.66 Mb.
Pagina10/70
29.03.2019
Dimensione del file1.66 Mb.
1   ...   6   7   8   9   10   11   12   13   ...   70
*****

Le censure concernenti le dichiarazioni di Giuseppe Marchese, articolate nel volume II dell’Atto di impugnazione (pag. 131 e segg.) si appuntano - con specifico riferimento all’episodio della fuga di Salvatore Riina dalla villa di Borgo Molara - su due aspetti.

I difensori appellanti ravvisano, in primo luogo, un “mutamento di versione”, in ordine alle ragioni ed al contesto dell’allontanamento del Riina, nel trapasso tra quanto dichiarato dal collaborante al Pubblico Ministero in occasione dell’interrogatorio del 2 ottobre 1992 e le dichiarazioni rese nel corso dell’interrogatorio del 4 novembre 1992, sostanzialmente corrispondenti a quelle rese in sede di esame all’udienza del 22 aprile 1994.

Deducono, in secondo luogo, che, sino al 1984, nessun organo di polizia (P.S. e CC.) aveva localizzato o individuato la villa sita in via Cartiera Grande n. 33, località Borgo Molara, indicata e descritta nei particolari dal Marchese, quale rifugio di Salvatore Riina e che, pertanto, nessuna perquisizione era stata mai effettuata in quella villa, né agli inizi del 1981, né in epoca successiva.

Quanto al primo aspetto, osserva questa Corte che la trascrizione relativa all’udienza del 22 aprile 1994, pag. 25, nella forma riportata a pag. 133 del volume II dell’Atto di impugnazione, , recita “...Mio zio Filippo mi tirò da parte e mi disse di andare ad avvisare, dice, u zu Totuccio e ci dici: <>. Sono andato là a trovarlo, in questa villa e gli dissi: <una perquisizione...>>”.

Lo stesso collaborante, richiesto dal Pubblico Ministero di precisare l’epoca di questo episodio, l’aveva individuata nello <<inizio '81>> (trascrizione udienza, pagg. 29 e 54 trascrizione udienza 22 aprile 1994).

I verbali degli interrogatori del Marchese in data 2 ottobre 1992 e 4 novembre 1992 sono stati acquisiti sull’accordo delle parti, nel corso di questo dibattimento, all’udienza del 9 giugno 2005.

Il Tribunale, infatti, non aveva ritenuto che le dichiarazioni rese dal collaborante al Pubblico Ministero potessero consentire di formulare contestazioni, riferendosi il primo interrogatorio all’allontanamento definitivo di Totò Riina agli inizi della cd. seconda guerra di mafia, e cioè nell’imminenza dell’uccisione di Stefano Bontate (soppresso il 23 aprile 1981) - allontanamento motivato dal timore del capomafia di essere rintracciato dai suoi oppositori - ed il secondo interrogatorio ad un allontanamento provvisorio, intervenuto agli inizi del 1981 a seguito della segnalazione che l’odierno imputato avrebbe fatto a Michele Greco, trasmessa a Filippo Marchese e girata, tramite Giuseppe Marchese, al Riina.

Benché, dunque, il testo dei due verbali non acquisiti al dibattimento sia stato riportato irritualmente nei motivi di appello, se ne rende, oggi, necessaria e possibile la valutazione, che induce ad escludere l’asserita contraddizione nelle dichiarazioni del Marchese, già esclusa dal Tribunale ai fini delle contestazioni.

Il verbale di interrogatorio del 4 novembre 1992 è – per la parte qui d’interesse – così trascritto alle pagine 131 e 132 del volume II dei motivi d’appello: “"...Posso innanzi tutto riferire alcuni episodi riguardanti un funzionario di polizia, a nome Contrada, che molti anni fa prestava servizio a Palermo. La prima volta che sentii fare il nome di Contrada risale agli inizi del 1981. Io mi trovavo insieme a mio zio Marchese Filippo alla Favarella, ove mio zio si era appartato con Greco Michele, Greco Salvatore "il senatore " e Greco Giuseppe "scarpa ".



Ritornando dal colloquio coi predetti, mio zio Filippo mi disse di andare subito da Riina Salvatore, poiché il dott. Contrada aveva fatto sapere che la Polizia aveva individuato il luogo dove il Riina allora abitava e, nella mattina seguente, vi sarebbe stata una perquisizione.

lo mi recai, quindi, immediatamente dal Riina e precisamente nella villa (sita nei pressi della circonvallazione di Palermo) di cui ho già parlato in altro interrogatorio [pag 61, 2/10/1992] " (pag. 100, interr. cit.)…




Condividi con i tuoi amici:
1   ...   6   7   8   9   10   11   12   13   ...   70


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale