Cenacolo Forense Sabino 13 Luglio 2012



Scaricare 446 b.
Pagina1/31
12.12.2017
Dimensione del file446 b.
  1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   31


  • Cenacolo Forense Sabino

  • 13 Luglio 2012

  • Relatore

  • Avv. Serafino Ruscica

  • Consigliere Parlamentare

  • Ufficio Affari legali

  • Senato della Repubblica


Art. 22 e ss. L. n. 241/1990

  • Art. 22 e ss. L. n. 241/1990

  • Artt. 59 e 60 D.lgs. n. 196/2003 (Codice della Privacy)

  • Art.13 D. lgs. n. 163/2006 (Codice degli Appalti pubblici)

  • Art.10, 43 D. lgs. n. 267/2000 (T.u. e. l.)

  • D. P.R. 12 aprile 2006, n. 184 (Regolamento  recante  disciplina  in  materia di accesso ai documenti amministrativi).

  • Art. 3 del decreto legislativo 195/2005.



D.P.R. n. 184/2006

  • D.P.R. n. 184/2006

  • Art. 1. Oggetto

  • 1. Il presente regolamento disciplina le modalità di esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto stabilito nel capo V della legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni di seguito denominata: «legge».

  • 2. I provvedimenti generali organizzatori occorrenti per l'esercizio del diritto di accesso sono adottati dalle amministrazioni interessate, entro il termine di cui all'articolo 14, comma 1, decorrente dalla data di entrata in vigore del presente regolamento, dandone comunicazione alla Commissione per l'accesso ai documenti amministrativi istituita ai sensi dell'articolo 27 della legge.

  • Art. 2. Ambito di applicazione

  • 1. Il diritto di accesso ai documenti amministrativi è esercitabile nei confronti di tutti i soggetti di diritto pubblico e i soggetti di diritto privato limitatamente alla loro attività di pubblico interesse disciplinata dal diritto nazionale o comunitario, da chiunque abbia un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente a una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è richiesto l'accesso.

  • 2. Il diritto di accesso si esercita con riferimento ai documenti amministrativi materialmente esistenti al momento della richiesta e detenuti alla stessa data da una pubblica amministrazione, di cui all'articolo 22, comma 1, lettera e), della legge, nei confronti dell'autorità competente a formare l'atto conclusivo o a detenerlo stabilmente. La pubblica amministrazione non è tenuta ad elaborare dati in suo possesso al fine di soddisfare le richieste di accesso.

  • Art. 3. Notifica ai controinteressati

  • 1. Fermo quanto previsto dall'articolo 5, la pubblica amministrazione cui è indirizzata la richiesta di accesso, se individua soggetti controinteressati, di cui all'articolo 22, comma 1, lettera c), della legge, è tenuta a dare comunicazione agli stessi, mediante invio di copia con raccomandata con avviso di ricevimento, o per via telematica per coloro che abbiano consentito tale forma di comunicazione. I soggetti controinteressati sono individuati tenuto anche conto del contenuto degli atti connessi, di cui all'articolo 7, comma 2.

  • 2. Entro dieci giorni dalla ricezione della comunicazione di cui al comma 1, i controinteressati possono presentare una motivata opposizione, anche per via telematica, alla richiesta di accesso. Decorso tale termine, la pubblica amministrazione provvede sulla richiesta, accertata la ricezione della comunicazione di cui al comma 1.

  • Art. 4. Richiesta di accesso di portatori di interessi pubblici o diffusi

  • 1. Le disposizioni sulle modalità del diritto di accesso di cui al presente regolamento si applicano anche ai soggetti portatori di interessi diffusi o collettivi.



Art. 5. Accesso informale

  • Art. 5. Accesso informale

  • 1. Qualora in base alla natura del documento richiesto non risulti l'esistenza di controinteressati il diritto di accesso può essere esercitato in via informale mediante richiesta, anche verbale, all'ufficio dell'amministrazione competente a formare l'atto conclusivo del procedimento o a detenerlo stabilmente.

  • 2. Il richiedente deve indicare gli estremi del documento oggetto della richiesta ovvero gli elementi che ne consentano l'individuazione, specificare e, ove occorra, comprovare l'interesse connesso all'oggetto della richiesta, dimostrare la propria identità e, ove occorra, i propri poteri di rappresentanza del soggetto interessato.

  • 3. La richiesta, esaminata immediatamente e senza formalità, è accolta mediante indicazione della pubblicazione contenente le notizie, esibizione del documento, estrazione di copie, ovvero altra modalità idonea.

  • 4. La richiesta, ove provenga da una pubblica amministrazione, è presentata dal titolare dell'ufficio interessato o dal responsabile del procedimento amministrativo ed è trattata ai sensi dell'articolo 22, comma 5, della legge.

  • 5. La richiesta di accesso può essere presentata anche per il tramite degli Uffici relazioni con il pubblico.

  • 6. La pubblica amministrazione, qualora in base al contenuto del documento richiesto riscontri l'esistenza di controinteressati, invita l'interessato a presentare richiesta formale di accesso.



Art. 6. Procedimento di accesso formale

  1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   31


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale