Cenni di Linguistica Generale Giovanna Marotta



Scaricare 197 Kb.
23.05.2018
Dimensione del file197 Kb.


Cenni di Linguistica Generale

  • Giovanna Marotta

  • Università di Pisa


Linguistica

  •  LINGUAGGIO / LINGUA

  • livelli dell’analisi in linguistica:

  • Fonetica

  • Morfologia

  • Sintassi

  • Semantica

  • Pragmatica   



MORFOLOGIA

  • Es. di analisi morfologica:

  • tavol-o, tavol-in-o, in-tavol-are, in-tavol-o, in-tavol-av-o,

  • in-tavol-av-am-o

  •  affissi: prefissi, infissi e suffissi



MORFOLOGIA

  • Classificazione delle parole:

  • a)     invariabili (nomi propri, toponimi)

  • b)    flesse

  • c)     derivate

  • d)    composte

  • DERIVAZIONE:

  • tavol+ in-, -acci-, -one, xN  x1N, x2N

  • = non cambia la categoria della base;

  • in-tavol-are: xN  yV = cambia la cat. della base



SINTASSI

  • Es. di analisi sintattica:

  • il tavolo è pieno di libri

  • vs. il libro sta sul tavolo

  • - diversa posizione nella frase

  • - diversa funzione sintattica



SINTASSI

  • Sintassi = combinazione di parole.

  •  

  • Combinazioni di parole: frasi e sintagmi;

  • discorso, sopraordinato rispetto a frase, è ambito della ‘linguistica testuale’.

  • Definizione di Frase = struttura sintattica in cui sia presente almeno una forma verbale.

  •  La frase si costituisce intorno ad un Verbo



PROPRIETA’ DEL LGGIO

  • 1)    composizionalità

  • 2)    produttività

  • 3)    discretezza

  • 4)    ricorsività

  • 5)    arbitrarietà



Arbitrarietà

  • Arbitrarietà vs. iconicità

  • - onomatopee: cucù, chicchiricchì,

  • ingl. Slam, splash, sigh,

  • - fonosimbolismo:

  • i= ‘piccolo’ e ‘vicino’; a= ‘grande’ o ‘lontano’

  • MA: non mancano eccezioni; it. qui – qua , e lì e là.



Grammatica Generativa

  • COMPETENZA: per Chomsky, la competenza è soprattutto grammaticale. 

  • Ambiguità del termine Grammatica in Chomsky

  • a) Grammatica delle singole lingue naturali; essenzialm., la struttura morfosintattica;

  • NB Centralità della sintassi; la morfologia è stata poco trattata, assolutam. marginale in G:Gen.;

  • b) Grammatica Universale

  • c) Grammatica come norma grammaticale



Sociolinguistica

  • La variazione linguistica:

  • -            diacronia

  • -            diatopia

  • -            diastratia

  • -            diafasia

  • -            diamesia



Sociolinguistica

  • Variazione

  • Una lingua è vista dal sociolinguista come una somma di varietà, mentre è vista dal linguista teorico come un sistema omogeneo e strutturato, tendenzialmente privo di varetà interna

  •  visione ideale ed astratta



Sociolinguistica

  • Diasistema (cfr. Weinreich 1954)

  • insieme delle varietà di una lingua (repertorio),

  • sistema di livello superiore che comprende i vari sottosistemi, di cui condivide alcuni tratti, ma non tutti.

  • Es. l’opposizione tra /e/ aperta e chiusa non appartiene al diasistema italiano, ma solo ad alcune varietà.



Sociolinguistica

  • Comunità linguistica

  • non astratta e omogenea, ma concreta e disomogenea.

  • Comunità di parlanti che esprimono sentimenti di appartenenza alla comunità sociale e linguistica

  •   Comunità linguistica come somma di reti sociali (cfr. social network)



Sociolinguistica

  • Età

  • i giovani sono innovativi anche nel comportamento linguistico;

  • prediligono elem. ling. substandard e di minor prestigio, mentre nell’età adulta è il contrario



Sociolinguistica

  • Repertorio

  • insieme delle risorse linguistiche a disposizione di una comunità linguistica

  • anche comunità monolingui non sono omogenee e monolitiche al loro interno.

  •  



Sociolinguistica

  • Idioletto

  • - limite inferiore del repertorio = la varietà del singolo parlante

  • - tuttavia non monolitica né esente da variazione;

  • cfr. le interferenze con gli assi della variazione diafasica e diamesica: lo stesso individuo parla diversamente a seconda del contesto situazionale.



Sociolinguistica

  • Prestigio: valutazione sociale positiva riconosciuta ad una varietà di lingua.

  • Il contrario è lo stigma.

  • Vari possono essere gli elementi che contribuiscono ad assegnare prestigio;

  • ad es. una classe sociale, o un gruppo professionale.



Prestigio

  • Tratti di prestigio :

  • uso del congiuntivo  ipercorettismo, tipico dei soggetti che intendono ‘innalzare’ il livello della loro lingua inseguendo un modello di maggior prestigio

  • sibilante intervocalica sonora, [z] by default anche in Toscana e Sud, perché il modello di prestigio sono ormai le varietà del Nord



Stigma

  • Tratti stigmatizzati:

  • il rafforzamento delle consonanti,

  • specialmente di [b] e dell’affricata palatale es. la ggiacca, Luiggi

  • L’affricazione della sibilante post-sonorante;

  • es. pentso, saltsa, bortsa



Sociolinguistica

  • Strato sociale o fascia sociale

  • Sesso, diverso da genere

  • - sex è il sesso biologico,

  • - gender è il sesso socio-culturale, cioè l’insieme degli elementi che costituiscono un modello sociale della distinzione tra i sessi;

  • Di norma, le donne sono più standard e conservative degli uomini



Varietà dell’italiano regionale

  • Nord, Centro, Sud

  • I canali della variazione diatopica

  • a) l’intonazione;

  • b) la fonetica;

  • c) il lessico;

  • In misura minore:

  • d) la sintassi;

  • e) la morfologia;



Nord

  • 1) sonorizzazione [s] intervocalica > [z] ['ka:sa]> ['ka:za]

  • Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Friuli, Emilia

  • 2) chiusura [] tonica > [e] in sillaba aperta o sillaba chiusa preceduta da nasale

  • ['b:ne] > ['be:ne] ['t:npo] > ['te:npo]

  • Piemonte, Lombardia, Alto Adige



Nord

  • 3) realizzazione apertissima di [e] tonica in sillaba chiusa e in finale tonica di parola

  • ['kwesto]>['kwæsto] [per'ke]>[per'kæ] ['me]>['mæ] ['tre]>['træ]

  • Lombardia

  • 4) palatalizzazione [u] > [y] ['mu:ro]>['my:ro]

  • Lombardia



Toscana

  • 1) gorgia: occlusiva sorda post-vocalica realizzata come spirante

  • [la 'ka:sa]>[la 'ha:sa], [la 'pi:pa] >

  • [la 'i:a] ['da:ta]>[ 'da:a]

  • 2) anaptissi (sillabica) dopo parole terminanti in consonante

  • ['bus] > ['bus:e], ['frak] > ['frak:e]

  • 3) riduzione dittongo /w/ > //

  • ['nwvo] > ['nvo], ['bwno]>['bno]



Roma

  • 1) rotacizzazione di liquida laterale alveolare davanti a consonante

  • [al'tsa:re] > [ar'tsa:re], [al 'ki:lo]>[ar 'ki:lo]

  • anche nel Lazio e in Campania

  • 2) riduzione di /r/ doppia a scempia

  • birra > bira, terra > tera

  • 3) riduzione dittongo /w/ > // (cf. Toscana)



Sud

  • 1) rafforzamento consonanti [b] e [dz] intervocaliche o dopo pausa

  • ['r:ba]>[' rb:a], ['abile]>['ab:ile] ['adile]>[ 'addile]

  • Roma, Lazio, Umbria, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Lucania, Calabria, Sicilia

  • 2) caduta di vocali intermedie [e] [o] in fine di parola, o sostituite da vocoide centrale (schwa)

  • ['fi:ne] > ['fi:n], ['t:o] > ['t:]

  • Campania, Puglia, Abruzzo, Molise



Sud

  • 3) assimilazione progressiva /r + C/, /l + C/

  • [per 'me] > [pe'm:e]

  • ['barba]>['bab:a], ['torno]>['ton:o]

  • Sicilia, Calabria

  • 4) assimilazione di –nd- e –mb-

  • quando > quanno, gamba > gamma

  • Sicilia, Calabria



Morfosintassi

  • lui , lei , loro come soggetto

  • NB : ormai in italiano standard

  • me, te come soggetto

  • art. det. + nomi propri maschili

  • (soprattutto Lombardia, ma in tutto il Nord)

  • Affricaz. di [s] postsonorante

  • Es. pentso, saltsa





Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale