Cern document Server



Scaricare 205 Kb.
Pagina1/7
29.03.2019
Dimensione del file205 Kb.
  1   2   3   4   5   6   7
  1. Relazione tecnica su CDSware




Antonella De Robbio

[documento 21-10-2002]


Premessa

La presente relazione nasce da un incontro avuto con i tecnici del CERN che hanno dato la loro piena disponibilità ad illustrarci lo strumento CDSware.

L’incontro si è tenuto presso il CERN, la mattina precedente l’inizio dei lavori del Workshop Europeo

"The Open Archives Initiative (OAI): Gaining Independence with e-prints archives and OAI", svoltosi al CERN di Ginevra dal 17 al 19 ottobre 2002.


Presenti all’incontro:


  • Informatici CERN: Jean-Yves Le Meur, Thomas Byron, Martin Vesely, Tibor Simko




  • Gruppo italiano composto da bibliotecari, informatici e un docente di biblioteconomia: Antonella De Robbio (Università di Padova), Valentina Comba e Simone Sacchi (Università di Bologna), Silvana Mangiaracina e Alessandro Tugnoli(CNR di Bologna), Alberto Salarelli (Università di Parma)

Il gruppo italiano ha posto una serie di domande, preventivamente predisposte, che hanno riguardato i seguenti punti:




  1. Requisiti per l’installazione

  2. Capacità di trattare grosse quantità di dati e di operare in un contesto complesso come un ateneo

  3. Quali sono le differenze tra la versione del 1° agosto e la prossima del 1° novembre

  4. L’organizzazione degli archivi, sistema dei filtri o collezioni pre-organizzate

  5. Integrazione tra database catalografico (gestionale) e CDSware: sistema di gestione dei dati, formato dei record …

  6. Motore di ricerca: caratteristiche, configurazioni, modalità di ricerca, indicizzazione dei dati

  7. L’architettura: parti componenti e moduli

  8. OpenURL e SFX in CDSware per il reference linking

  9. Configurazione multilingue

  10. Compatibilità con lo Z39.50

  11. Export dei dati, formati: XML; UNIMARC o MARC

  12. Gestione, manutenzione, assistenza anche in relazione alle risorse umane

Dalla discussione durata circa due ore, sono emerse una serie di considerazioni utili al lavoro che si sta portando avanti negli atenei italiani (e CNR). In particolare, per quanto riguarda Padova la riflessione sullo strumento CDSware riguarda sia il gruppo GLACS (Analisi e Comparazione Sistemi di Automazione) sia il gruppo GLIRE (Integrazione Risorse Elettroniche).

In fondo alla presente relazione annoto alcune considerazioni.


Introduzione a CDSware

CDSware (CERN Document Server Software) http://cdsware.cern.ch è un insieme di moduli software, in soluzione OAI compatibile, per la gestione di collezioni di dati, sviluppato dai tecnici del CERN che consente la ricerca incrociata su set di archivi differenti. CDSware è un software libero e viene rilasciato gratuitamente sotto licenza di tipo GPL GNU.

E’ interamente costruito con software libero: Apache, MySQL, PHP, Python, WML in 80.000 linee di codice. Tutte le personalizzazioni sono basate su web, come pure l’amministrazione del server.

CDSware offre ampie possibilità di personalizzazione: interfaccia configurabile come portale atta ad ospitare varie tipologie di collezioni, potente motore di ricerca con sintassi simile a Google-like, personalizzazioni utente, incluse document baskets e email notification alerts, sottomissione elettronica dei documenti e caricamento di vari tipi e formati di documenti.

Implementa funzioni sia di data provider sia di service provider ed è in grado di scambiare metadati tra eterogenei repositories.

Consente la raccolta e l’indicizzazione di metadati dai formati più eterogenei, sia in modalità batch sia tramite il Protocollo OAI per l’Harvesting dei Metadati, offredno un’interfaccia unica di consultazione per più repositories.

Usa MARC21 come standard bibliografico interno.

La prima versione è stata rilasciata il 1° agosto 2002 e si compone di un singolo package contenente tutti i moduli (tra cui “submit” e “search”), una prossima versione verrà rilasciata il prossimo 1° novembre e conterrà le applicazioni per i moduli “convert” e “agendas”).

Vi sono due mailing list disponibili, la prima relativa alle novità, la seconda per le discussioni tra gli implementatori.


I servizi offerti da CDSware

I servizi a disposizione degli utenti sono i seguenti, resi disponibili da una serie di moduli o parti componenti che verranno descritti in seguito.


SEARCH - http://weblib.cern.ch/

Permette la ricerca entro le informazioni bibliografiche del catalogo e dentro al testo pieno dei documenti. Offre numerose personalizzazioni all’utenza.



SUBMIT - http://doc.cern.ch/Submit

Permette la sottomissione elettronica dei documenti



CONVERT - http://doc.cern.ch/Convert

Offre possibilità di convertire I documenti caricati dalgi utenti da un foramto ad un altro(es. da MS Word a PDF).



SCAN - http://doc.cern.ch/Scanning

Offre possibilità di scansione dei documenti cartacei (questo servizio è solo interno alla rete intranet del CERN e per ora non è incluso in CDSware).



AGENDA - http://agenda.cern.ch/

Offre possibilità di pianificare meetings o workshops con i dettagli sui singoli interventi.




Il contesto CERN in cui è nato CDSware

Due parole sull’attuale contesto in cui CDSware si è sviluppato e in cui è applicato, per comprendere meglio la portata dello strumento.

Le aree dei documenti del CERN si riferiscono alla fisica e discipline correlate, matematica, astrofisica, …, ma è ovviamente indifferente la copertura disciplinare sulla quale CDSware opera.

Numerose sono le collezioni su cui CDSware è applicato. Il software consente infatti visualizzazioni dedicate alle attività dei singoli gruppi di ricerca o di attività, consente il recupero e la visualizzazione dei documenti da collezioni speciali come quelle degli esperimenti, delle divisioni e così via.

CDSware è in grado di operare in tempi rapidissimi, su una vastissima gamma di collezioni e documenti. Nella sua applicazione al CERN infatti serve:

  1   2   3   4   5   6   7


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale