Cern document Server


WebSubmit: Submitting data



Scaricare 205 Kb.
Pagina3/7
29.03.2019
Dimensione del file205 Kb.
1   2   3   4   5   6   7
WebSubmit: Submitting data

  • BibHarvest: harvesting OAI repository

  • BibConvert: harvesting non-OAI collections

  • BibFormat: Formatting and linking records

  • WebSearch: Searching metadata/citations/full text

  • BibWord: Indexing metadata and full text

  • WebAccess: Managing complex collection hierarchy

  • WebPerso: Personalizing web access

  • BibData: Modifying records (librarians only)



    1. WebSubmit, l’OpenArchive integrato: Sottomissione dei dati, conversione automatica dei formati, generazione del numero automatico di report, funzioni multiple per la post-sottomissione.
    Questa componente riguarda la sottomissione (deposito) dei dati, da parte degli autori.Per dati si intendono sia il full-text dei documenti, sia i relativi metadati che descrivono il documento proposto per la sottomissione. La sottomissione esclusivamente via Web e pu essere effettuata dagli stessi autori (auto-archiviazione), o da personale di segreteria o dallo staff dei bibliotecari. La procedura per la sottomissione avviene per step successivi: apertura, monitoraggio, approvazione (peer reviewing) con controlli ad ogni step.

    In questa componente esiste il modulo per la conversione automatica di documenti, da un formato allaltro. Si tratta di un software componente molto potente (del tipo quello offerto da Tom server della Carnegie Mellon University) in quanto numerosi sono i formati di partenza accettabili e numerose le possibilit di una loro conversione in altro formato.

    Altra caratteristica della componente WebSubmit è la generazione automatica del numero di report e timbratura digitale del numero sul documento.

    Una serie di funzionalità relative ai processi di post-sottomissione caratterizzano questo modulo come OpenArchive o server di e-print multifunzionale e integrato nei processi di ricerca da una parte e nei servizi bibliotecari dall’altra.

    In particolare vengono offerte le seguenti funzionalità:


      • alerting (per il singolo utente) e possibilità di una ridistribuzione dei dati a liste di discussione (utilissimo per i gruppi di ricerca)

      • capacità di una gestione dei commenti da parte dei pari (peers)

      • possibilità di modificare i metadati sottomessi

      • invio delle versioni full-text revisionate (non solo della lettera all’autore)

      • estrazione delle citazioni (per l’inclusione in apposito database citazioni dove si può agire con un sistema di reference linking)

      • estrazione della lista autori, se lunga (questo aspetto riguarda principalmente i lavori dei fisici degli esperimenti)

      • estrazione di parole chiave (funzione in via di definizione)

    Sostanzialmente questa parte componente consente di avere un e-print server o OpenArchive dentro CDSware, integrato con tutte le altre funzioni (OPAC, raccolta dati …)
    2. La strategia di harvesting di CDSware
    I due moduli BibHarvest e BibConvert permettono di eseguire importazioni massicce di record da fonti diverse, attraverso template per la descrizione delle fonti da cui eseguire il caricamento o per descrivere la trasformazione (modifica) delle fonti stesse.

    • BibHarvest: Harvesting dagli archivi OAI

    E’ il modulo che si occupa della raccolta (harvesting) di dati (in questo caso metadata) dai repository OA compatibili, dai data provider

    Con questo modulo è possibile raccogliere record da collezioni non OAI compatibili

    I dati raccolti sono sempre convertiti in un formato MARC XML OAI compatibile, utilizzato al CERN come formato di rappresentazione interna dei dati.

    Va detto che questi moduli sono in grado di recuperare anche i documenti (full-text) e non solo i metadati.



    Condividi con i tuoi amici:
  • 1   2   3   4   5   6   7


    ©astratto.info 2019
    invia messaggio

        Pagina principale