Classe terza sezione



Scaricare 37 Kb.
Pagina1/3
29.03.2019
Dimensione del file37 Kb.
  1   2   3

EDUCAZIONE TECNICA ANNO SCOLASTICO 2016 – 17

CLASSE SECONDA SEZ A
OBIETTIVI GENERALI
L’obiettivo generale a lungo termine che l’insegnamento dell’educazione tecnica si propone di perseguire è la formazione nell’ alunno di una coscienza tecnica tale da orientare le sue capacità, la sua creatività e la sua operatività nel mondo della tecnica, del suo sviluppo,dei miglioramenti che essa a portato nella vita dell’ uomo e delle prospettive di progresso che ci presenta oggi.

Ci si propone, inoltre,di educare l’ alunno a ragionare sia in concreto, che in astratto, ad affrontare problemi che scaturiscano da situazioni di esperienza personale in una prospettiva di particolare sviluppo del pensiero concreto.

Si cercherà di guidare l’alunno alla conoscenza della funzione dell’ oggetto tecnico e della sua evoluzione in funzione della sua natura e dei compiti che esso deve assolvere nella realtà umana ed ambientale e di indirizzarlo verso un’ osservazione operativa, i risultati della quale gli serviranno per le generalizzazioni teoriche.
OBIETTIVI INTERMEDI
Gli obiettivi intermedi che interessano la sfera cognitiva sono sintetizzabili nello sviluppo

nell’alunno:



  • della capacità di cogliere le relazioni esistenti tra una parte del contenuto e le altre parti di esso;

  • della capacità di utilizzare i contenuti appresi per risolvere problemi o per apprendere con più facilità;

  • della capacità di organizzare le conoscenze per produrre idee o strutture nuove;

  • della capacità di esprimere giudizi, sia qualitativi che quantitativi, sugli elementi di un contenuto.

Obiettivo di carattere psicomotorio, specificatamente per il disegno tecnico, sarà il corretto uso degli strumenti con l’ acquisizioni della corretta manualità, coordinazione e precisione.
ITINERARIO DIDATTICO
L’itinerario didattico si articolerà in quattro parti di riferimento interdisciplinare, ciascuna divisa in tre anni di corso:

  • una prima parte collegata all’area umanistica, nella quale verranno trattate, da un’articolazione

tecnica, l’organizzazione dell’ uomo, della produzione e del territorio.

  • una seconda parte, che ha per referente privilegiato la geometria, nella quale verrà trattato il

problema della forma, sia da un punto di vista della rappresentazione grafica, sia da quello delle lavorazioni necessarie per ottenerla o del rapporto forma-resistenza.

  • una terza parte, collegata alla fisica, nella quale verrà trattato il problema delle fonti energetiche e delle loro utilizzazioni.

  • una quarta parte, collegata con le scienze naturali e la chimica, che affronterà il problema alimentare dalle trasformazioni agricole all’ alimentazione.

I contenuti di ciascuna parte verranno sviluppati, nelle classi seconde e terze, in dipendenza da quanto svolto dalle stesse negli anni precedenti e in funzione delle esperienze che i ragazzi hanno già maturato.

Cortina d’Ampezzo, 21 ottobre 2016






Condividi con i tuoi amici:
  1   2   3


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale