Cnipa gestione carte per l’accesso ai servizi caS


MODALITÀ DI STIMA DEI COSTI ANCHE IN FUNZIONE DELLA QUALITÀ RICHIESTA



Scaricare 364 Kb.
Pagina12/32
28.03.2019
Dimensione del file364 Kb.
1   ...   8   9   10   11   12   13   14   15   ...   32

4MODALITÀ DI STIMA DEI COSTI ANCHE IN FUNZIONE DELLA QUALITÀ RICHIESTA


I costi della fornitura CAS dipendono essenzialmente dal tipo di dispositivo richiesto, dai fattori di dimensionamento (vedere il par. 3.3), dalla complessità della personalizzazione e delle procedure di gestione da realizzare.
Il costo del dispositivo di autenticazione è legato principalmente alla tecnologia su cui si basa, alla quantità richiesta e alla domanda di mercato in un dato momento. Ovviamente, il costo sarà inferiore per le tecnologie consolidate, maggiore per le tecnologie innovative. Inoltre, un medesimo tipo di dispositivo può avere un costo molto variabile secondo il “taglio” richiesto (es. una carta a microchip con 32K di memoria EEPROM, oppure 64K, 96K, ecc) e le funzionalità accessorie (es. la possibilità di interfacciamento in modalità RFID, la possibilità di installare ulteriori servizi sul chip, ecc). Anche l’eventuale certificazione di sicurezza, se richiesta e comunque obbligatoria per legge nel caso si tratti di carte CNS, può incidere notevolmente sul costo del dispositivo, a meno che non sia già stata “ammortizzata” dal fornitore.
A parità di ogni altra condizione, i costi unitari dipenderanno sensibilmente dalla quantità di CAS richieste. Per esempio, il costo unitario per 100.000 dispositivi sarà generalmente molto inferiore al costo unitario per 1.000 dispositivi.
La complessità, e dunque il costo, del sistema di gestione delle CAS dipende fortemente da:

  • quante varianti della CAS devono essere gestite;

  • quante e quali informazioni devono essere raccolte e gestite dal sistema;

  • quante e quali elaborazioni sono necessarie sui dati inseriti dall’Amministrazione prima di poterli utilizzare per la personalizzazione delle CAS;

  • quante diverse interfacce con l’Amministrazione devono essere realizzate e di che tipo;

  • eventuale necessità di interfacciare ulteriori sistemi (esterni tanto al fornitore quanto all’Amministrazione), per es. a scopo di verifica dei dati anagrafici, allineamento, ecc.;

  • quante diverse funzionalità/procedure devono essere supportate dal sistema;

  • quante diverse tipologie di utenti devono essere gestite dal sistema;

  • quantità e complessità della documentazione richiesta;

  • eventuali vincoli tecnologici e/o metodologici imposti dall’Amministrazione;

  • complessità della reportistica richiesta dall’Amministrazione;

  • necessità di gestire anche un ambiente parallelo di “collaudo”;

  • livelli di servizio richiesti (es. disponibilità, tempo di risposta, ecc).

Un ulteriore fattore che può incidere fortemente sul costo del sistema è l’eventuale richiesta dell’Amministrazione di poter personalizzare le CAS anche “in loco” (presso le proprie sedi), oltre che in modo massivo (a lotti, a cura del fornitore) e con quali particolari modalità e livelli di servizio.


Per quanto riguarda la personalizzazione della CAS, il costo dipende dalla quantità e qualità delle lavorazioni richieste dall’Amministrazione. Per esempio (facciamo riferimento alle smart card, ma analoghe considerazioni possono essere fatte per altri tipi di dispositivo) possiamo citare queste varianti (elenco non esaustivo):

  • stampa B/N oppure a colori;

  • stampa termografica oppure laser;

  • scrittura della banda magnetica;

  • stampa di un codice a barre;

  • embossing di dati anagrafici;

  • predisposizione di un file system diverso secondo il tipo di utente;

  • generazione di PIN e PUK (e con quali modalità);

  • generazione di chiavi crittografiche on-chip oppure esterna;

  • installazione di certificati sul chip (e quanti);

  • installazione di dati personali o applicativi sul chip;

  • installazione di ulteriori chiavi crittografiche (es. per mutua autenticazione);

  • installazione di software sulla memoria di massa (se presente sul dispositivo).

Un altro fattore che può incidere in modo significativo sul costo della fornitura è quello della spedizione delle CAS ed eventualmente degli associati codici riservati (es. PIN/PUK) e/o materiali accessori (stampati, hardware, CD-ROM, ecc). Si deve ricordare che il costo della spedizione dipende sensibilmente dal peso dei materiali spediti e dalla possibilità di attestare l’avvenuta consegna, nonché da altri fattori (es. ritorno dei materiali non consegnati). A fronte di queste considerazioni, l’Amministrazione può eventualmente decidere di organizzarsi in proprio per la distribuzione delle CAS e relativi accessori, in ragione anche della dislocazione degli utenti finali sul territorio e della disponibilità o meno di sedi territoriali.


Inoltre, il costo unitario del dispositivo può anche dipendere dalla possibilità di utilizzarlo con sistemi operativi relativamente poco diffusi (es. MacOS X, Linux), il che richiede la disponibilità di specifici “driver” che, secondo i casi, il fornitore può avere già a disposizione oppure trovarsi costretto a sviluppare ex novo.
Naturalmente, gli eventuali servizi e prodotti integrativi (es. spedizione CAS, distribuzione PIN, assistenza, consulenza, sito web, accessori hardware, ulteriori prodotti software, ecc) potranno incidere in modo anche molto significativo sul costo complessivo della fornitura, secondo le esigenze espresse dall’Amministrazione e dalla complessità realizzativa derivante.



Condividi con i tuoi amici:
1   ...   8   9   10   11   12   13   14   15   ...   32


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale