Cnipa gestione carte per l’accesso ai servizi caS



Scaricare 364 Kb.
Pagina18/32
28.03.2019
Dimensione del file364 Kb.
1   ...   14   15   16   17   18   19   20   21   ...   32

5.4COLLAUDO


Prima dell’avvio effettivo della fornitura dei dispositivi “reali” (di produzione), si farà normalmente un accurato collaudo funzionale delle CAS. Le modalità di tale collaudo possono variare secondo le esigenze dell’Amministrazione, la tecnologia dei dispositivi, le caratteristiche del progetto specifico, ecc.
In generale verrà predisposto (dal fornitore o dall’Ammi­nistrazione), nel rispetto dei vincoli temporali concordati, un opportuno ambiente di collaudo col quale svolgere una serie di test unitari, finalizzati alla verifica delle funzio­nalità del dispositivo ed eventualmente alla sua conformità a specifiche tecniche di riferi­mento. La redazione delle specifiche di collaudo potrà essere affidata al forni­tore, ma esse saranno comunque approvate dall’Ammini­strazione.
Il collaudo sarà svolto, col supporto tecnico-operativo del fornitore, da un’apposita Commissione di Collaudo nominata dall’Amministrazione. L’ambiente HW/SW di collaudo può essere, se previsto nella fornitura, un “test bed” rispon­dente a specifici requisiti dell’Amministrazione (cfr. il paragrafo 4). Il fornitore può proporre un piano di collaudo.
Una volta che gli operatori dell’amministrazione siano stati abilitati, è possibile avviare l’attività di collaudo dei processi di gestione delle CAS:

  • richiesta di emissione di nuove CAS (e di conseguenza, produzione e personalizzazione delle CAS da parte del fornitore e loro spedizione);

  • richiesta di attivazione delle CAS, se prevista;

  • richiesta di sospensione delle CAS, se prevista;

  • richiesta di revoca delle CAS, se prevista;

  • interrogazione sullo stato delle CAS, se prevista;

  • accesso alla reportistica, se prevista;

  • eccetera.

Il collaudo di queste operazioni potrà essere svolto in “ambiente di produzione” oppure in un “ambiente di collaudo”, ove quest’ultimo sia stato richiesto dall’Amministrazione.


Le attività potranno eventualmente basarsi su un piano formale per il quale valgono le stesse considerazioni fatte a proposito del collaudo dei dispositivi. Quantomeno, ci si baserà sulla documentazione operativa messa a disposizione dal fornitore (per es. il manuale “Procedure di gestione delle CAS”).
I deliverable della fase di Collaudo sono:

  • Specifiche di collaudo (*);

  • Piano di collaudo (*);

  • Manuale utente del Testbed (se previsto) (*);

  • Verbale di collaudo rilasciato dalla Commissione di Collaudo.

Tutti i documenti con “*” devono essere approvati dall’Amministrazione.


In caso di esito negativo del collaudo e/o di non-conformità rispetto ai requisiti contrattuali, il Fornitore è tenuto a rimuovere le non conformità, a risolvere le malfunzioni e a presentare nuovamente la fornitura al collaudo, nei tempi e nei modi stabiliti nel contratto.



Condividi con i tuoi amici:
1   ...   14   15   16   17   18   19   20   21   ...   32


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale