Cobalto Storia


Leghe resistenti ad usura e corrosione



Scaricare 255.71 Kb.
Pagina12/18
29.03.2019
Dimensione del file255.71 Kb.
1   ...   8   9   10   11   12   13   14   15   ...   18

Leghe resistenti ad usura e corrosione


La più recente applicazione del Co in forma metallica sono state le leghe Co-Cr denominate “Stelliti” caratterizzate dall’avere una durezza elevata e un’ottima resistenza a corrosione. Ed inoltre conservano queste proprietà anche a temperatura elevata!! Sono a tutt’oggi un argomento di ricerca molto interessante: recentemente, infatti, è stata sperimentata l’aggiunta di elementi quali il tungsteno e il molibdeno. Si è osservato che se parallelamente si aumenta il tenore di carbonio la lega rimane abbastanza tenace, nonostante l’elevata durezza. Infatti è proprio attraverso il controllo di questi elementi che si sono sviluppate una serie di leghe con proprietà che possono variare tra la durezza elevata anche ad alte temperature, e la decisa tenacità ad impatto.









Tipo di lega




Tenace

(HS 6)

Intermedia

(HS12)

Dura

(HS 1016)

Composizione

(% in peso)


C

1

1.5

2.5

W

4

9

18

Cr

30

30

32

Co

Resto

Resto

Resto

Durezza (HV)

T.ambiente

375

470

600

600° C

280

340

480

900° C

100

150

200

Trovano, perciò applicazione come “cutting tools”, con proprietà intermedie tra quelle degli acciai high-speed ed quelle dei metalli duri (mantenendo cioè durezza più elevata rispetto agli acciai ad alte temperature, ed essendo più tenaci degli “hard metals”) soprattutto per le operazioni di “intermittent cutting”.


Ma, sebbene i meccanismi coinvolti nei fenomeni di usura siano numerosi e complessi (dipendono dal tipo di lubrificante, dalle eventuali microsaldature che localmente possono avere luogo), si è certi che condizione necessaria perché una lega abbia una buona resistenza all’usura è la sua elevata durezza. Questa condizione è soddisfatta in maniera soddisfacente anche da acciai induriti superficialmente con trattamenti di cementazione o nitrurazione. Ma quando dobbiamo fare i conti con un ambiente corrosivo, è allora che risaltano le prestazioni delle Stelliti con tenore di Cr 15-20 % e con alto contenuto di C. L’eccezionale durezza è conferita dalla presenza di carburi eutettici di tungsteno e cromo.





Condividi con i tuoi amici:
1   ...   8   9   10   11   12   13   14   15   ...   18


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale