Cobalto Storia


Figura 8: effetti di vari elementi sulla struttura del Co



Scaricare 255.71 Kb.
Pagina8/18
29.03.2019
Dimensione del file255.71 Kb.
1   ...   4   5   6   7   8   9   10   11   ...   18
Figura 8: effetti di vari elementi sulla struttura del Co
Naturalmente anche all’interno della stessa categoria l’intensità dell’effetto non è uguale per tutti. O meglio a parità di frazione in peso non tutti gli elementi evidenziano un analogo shift di temperatura. Ecco qualche esempio:


% in peso

Temperatura di trasformazione

10% Cr

800

15% Ru

1000

20% Os

750

40% Os

1250

20% Pt

650

10% Mo

950

Superleghe

Capostipite delle leghe di Co tra le superleghe è stata la “Vitallium”. Già dagli anni ’30, infatti, venne sviluppata questa lega di cobalto-cromo-molibdeno per la produzione di manufatti di forma complessa attraverso un processo detto “lost-wax casting”.

L
a prima applicazione di questa lega è stata l’industria dentistica, (dove è usato tutt’oggi),

ma ben presto test effettuati dalle Forze Armate americane, ne consigliarono l’uso per applicazioni aeronautiche. Le pale delle turbine aeree possono infatti raggiungere localmente temperature di 700-800°C!!. Il boom si ebbe nel corso della seconda guerra mondiale quando le pale in “Vitallium”, rimpiazzarono completamente quelle forgiate in lega di Ni. Negli anni ’40 le leghe HS 21 e X 40 (diretto sviluppo della “Vitallium”) divennero il materiale standard per la costruzione di pale per turbine e compressori anche se la loro vasta diffusione è sempre stata leggermente impedita da ragioni di ordine economico legate alla carenza di Co.



Lavorazione

Leghe
Composizione % in peso

Co

Cr

W
Mo

Ni

C

Altro
Casting
HS 21




Condividi con i tuoi amici:
1   ...   4   5   6   7   8   9   10   11   ...   18


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale