Come si studia un autore L’analisi di un autore



Scaricare 120.66 Kb.
01.06.2018
Dimensione del file120.66 Kb.

Come si studia un autore

L’analisi di un autore

Studiare un autore significa capire a fondo le sue opere e individuare gli elementi di continuità e di novità che ne delineano il percorso creativo e la personalità. Più precisamente, per un ritratto d’autore esaustivo occorre prendere in considerazione:


  • la biografia, ponendo attenzione sia alle vicende e relazioni private sia a quelle pubbliche;

  • il contesto, studiando il periodo storico e l’ambiente sociale;

  • la tradizione culturale, esplorando i rapporti con la produzione letteraria precedente e l’influenza esercitata sulla cultura posteriore;

  • la poetica, ovvero il modo personale di fare arte;

  • lo stile e il pubblico, analizzando il rapporto fra le scelte formali e il destinatario.

Gli elementi del “ritratto” d’autore

La biografia. Le esperienze personali si riversano in modo determinante nella produzione di ogni scrittore, per cui è indispensabile conoscerne la biografia. Per esempio, un’effettiva comprensione del ricco percorso artistico di Dante Alighieri richiede la conoscenza del complesso intreccio di vicende biografiche, pubbliche e private, che caratterizzarono la vita dell’autore della Divina Commedia, in seguito agli scontri politici dei primi anni del Trecento a Firenze e successivamente lungo gli anni dolorosi dell’esilio.

Il contesto. Come appare evidente dall’esempio precedente, anche il periodo storico e l’ambiente sociale influenzano la personalità di un autore. Con ciò non si intende sostenere che gli artisti siano lo “specchio” dell’epoca, altrimenti avremmo per ogni periodo tante opere uguali. Ogni scrittore dà voce agli spunti che la propria vicenda biografica e la propria età offrono, ela- borandoli soggettivamente.

Inoltre, l’autore può appartenere a un movimento letterario e far parte di un gruppo di intellettuali accomunati dal modo di fare arte: conoscere i presupposti teorici dello Stilnovo è essenziale per comprendere lo sviluppo della produzione letteraria di Dante.



La tradizione culturale. Anche la produzione precedente fornisce allo scrittore le basi per tracciare un percorso personale all’interno del genere prescelto. La stesura della Divina Commedia è influenzata da precedenti modelli letterari e strutture narrative: dalla Bibbia all’Eneide di Virgilio (I secolo a.C.), dalle opere agiografiche alla forma della visione. A sua volta, nell’intreccio di relazioni tra passato e presente, Dante ha influenzato gli intellettuali e gli artisti dei secoli successivi.

In definitiva ogni autore è l’anello di una catena, ha in sé gli elementi della tradizione e crea le basi per coloro che verranno dopo. Le sue opere, diffondendosi, contribuiscono ad arricchire il patrimonio di idee comuni e l’immaginario collettivo, perché toccano temi universali e l’essenza profonda dell’umanità. A questo proposito, è sufficiente pensare al grande successo popolare ottenuto recentemente dalla lettura pubblica del capolavoro di Dante da parte di numerosi critici e attori.



La poetica, lo stile e il pubblico. Biografia, contesto, tradizione culturale e sensibilità personale consentono all’autore di elaborare la propria poetica, cioè il proprio modo di fare arte. La poetica comprende tre aspetti:

  • i temi affrontati;

  • le idee espresse;

  • lo stile con cui li comunica (lessico, sintassi) in relazione al pubblico cui intende rivolgersi.



Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale