Comune di camaiore



Scaricare 0.81 Mb.
Pagina1/20
24.01.2018
Dimensione del file0.81 Mb.
  1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   20


COMUNE DI CAMAIORE

Settore Pianificazione Territoriale


AVVIO DEL PROCEDIMENTO DI VARIANTE AL REGOLAMENTO URBANISTICO PER LA REALIZZAZIONE DI OPERE PUBBLICHE E ATTREZZATURE AI SENSI DEGLI ARTT. 17 E 31 DELLA L.R. 65/2014 - AVVIO DELLA PROCEDURA DI VERIFICA DI ASSOGGETTABILITA’ A VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA (VAS) AI SENSI DELL'ART. 22 DELLA LR 10/2010.

VERIFICA DI ASSOGGETTABILITA’ A

VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA



DOCUMENTO PRELIMINARE


(art. 22 L.R. 10/2010)




Il Dirigente del settore 4 Responsabile del Servizio 13

Arch. Roberto Lucchesi Arch. Manola Bonari


Dicembre 2015

Comune di Camaiore (LU)


Variante al Regolamento Urbanistico per la realizzazione di Opere Pubbliche

………...……………………………….………………………….



INDICE

1. QUADRO DI RIFERIMENTO GENERALE …………………………………...

3




1.1 Riferimenti normativi e legislativi per la V.A.S. …………………………...

3




1.2 Disposizioni e disciplina del P.S. e del R.U. vigenti ……………………….

4

2. QUADRO DI RIFERIMENTO AMBIENTALE ………………………………...

13




2.1 Elementi di compatibilità con la programmazione ambientale sovralocale ..

13




2.2 Elementi di compatibilità del P.T.C. della Provincia di Lucca ……………..

14




2.3 Elementi di compatibilità del Rapporto ambientale” del P.S. ……………...

19




2.4 Sintesi di fattori ed elementi di interesse per la V.A.S. …………………….

21

3. CARATTERISTICHE DELLA VARIANTE AL R.U. …………………………..

21




3.1 Finalità, obiettivi e conseguenti azioni della variante ……………………...

21

4. VERIFICA DI CONFORMITA’ E COMPATIBILITA’ ………………………….

23




4.1 Elementi di coerenza in rapporto al Piano Paesaggistico Regionale (P.P.R.)

23




4.2 Verifica di coerenza e conformità della Variante al P.T.C. e al P.S. ………..

28




4.3 Verifica di compatibilità ambientale della Variante ………………………..

30




4.4 Considerazione dei criteri per l’assoggettabilità alla V.A.S. ………………

31

5. CONCLUSIONI …………………………………………………………………

33




5.1 Esclusione dalla V.A.S. della Variante al R.U. ……………………………..

33

6. NORMATIVA E CARTOGRAFIA DI RIFERIMENTO ………………………...

37



1. QUADRO DI RIFERIMENTO GENERALE




    1. 1.1. Riferimenti normativi e legislativi per la V.A.S.

I principali riferimenti legislativi, normativi e regolamentari da prendere in considerazione per la definizione dei contenuti e delle modalità di redazione del presente documento (verifica preliminare di assoggettabilità alla V.A.S.) sono la Legge Regionale 10/2010 per quanto concerne il procedimento di Valutazione Ambientale Strategica ed in particolare l’articolo 5 (ambito di applicazione), così come risulta da ultimo modificato con la L.R. 6/2012.

Tenuto conto che gli atti di governo del territorio non sono obbligatoriamente assoggettati al procedimento di V.A.S. (articolo 5 comma 2), occorre considerare che per il sopracitato articolo, sono soggetti comunque a verifica preliminare di assoggettabilità al procedimento di V.A.S. (articolo 5 comma 3), consistente nella preventiva valutazione effettuata dall’autorità competente della significatività degli effetti ambientali, i piani e programmi nei seguenti casi:


  1. per i piani che determinano l’uso di piccole aree a livello locale e le relative modifiche che definiscano o modifichino il quadro di riferimento per la realizzazione dei progetti;

  2. per le modifiche minori di piani quali il P.S. e il R.U.;

  3. per i piani diversi da quelli precedenti e per le loro modifiche, che definiscono il quadro di riferimento per l’autorizzazione dei progetti.

In considerazione inoltre che la variante al R.U. vigente (seppure di minima entità e relativa alla localizzazione di opere pubbliche) si riferisce ad un atto di governo del territorio che non è stato oggetto di V.A.S. né di Valutazione Integrata, risulta evidente che detta variante è da sottoporre a verifica di assoggettabilità alla V.A.S. in applicazione dei riferimenti normativi precedentemente richiamati.

In questo caso quindi la preventiva valutazione (di cui all’articolo 5 comma 3) è effettuata secondo le modalità di cui al comma 3 dell’articolo 6 del D.LGS. 152/2006, tenendo a riferimento il procedimento specificatamente indicato all’articolo 22 ed i criteri indicati all’allegato I della stessa L.R. 10/2010. Ai fini dell’assoggettabilità alla V.A.S. i criteri indicati dalla legge sono:

1. Caratteristiche del piano o programma, tenendo conto in particolare, dei seguenti elementi:


  • in quale misura il piano o programma stabilisce un quadro di riferimento per progetti ed altre attività, o per quanto riguarda l’ubicazione, la natura, le dimensioni e le condizioni operative o attraverso la ripartizione delle risorse;

  • in quale misura il piano o programma influenza altri piani o programmi, inclusi quelli gerarchicamente ordinati;

  • la pertinenza del piano o programma per l’integrazione delle considerazioni ambientali, in particolare al fine di promuovere lo sviluppo sostenibile;

  • problemi ambientali relativi al piano o programma;

  • la rilevanza del piano o programma per l’attuazione della normativa comunitaria nel settore dell’ambiente (ad es. piani e programmi connessi alla gestione dei rifiuti o alla protezione delle acque);

2. Caratteristiche degli impatti e delle aree che possono essere interessate, tenendo conto in particolare, dei seguenti elementi:

  • probabilità, durata, frequenza e reversibilità degli impatti;

  • carattere cumulativo degli impatti;

  • natura transfrontaliera degli impatti;

  • rischi per la salute umana o per l’ambiente (ad es. in caso di incidenti);

  • entità ed estensione nello spazio degli impatti (area geografica e popolazione potenzialmente interessate);

  • valore e vulnerabilità dell’area che potrebbe essere interessata a causa: delle speciali caratteristiche naturali o del patrimonio culturale; del superamento dei livelli di qualità ambientale o dei valori limite; dell’utilizzo intensivo del suolo;

  • impatti su aree o paesaggi riconosciuti come protetti a livello nazionale, comunitario o internazionale.

Nei successivi capitoli e paragrafi del presente documento, tenendo conto dei riferimenti regolamentari e normativi richiamati, sono dunque riportati i contenuti, le indicazioni conoscitive e propositive, le considerazioni e argomentazioni per la corretta formulazione delle decisioni circa l’assoggettabilità (o meno) della Variante in oggetto ai procedimenti di V.A.S.



    1. Piano strutturale
      Articolo 31 aree per impianti sportivi e parchi pubblici
      Articolo 36 aree agricole, boscate e naturali
      Piano di indirizzo territoriale
      Mar_ sistema morfogenetico margine
      Articolo 76 viabilità storica
      Criteri e indirizzi
      Art. 2 - interventi nelle aree a pericolosità idraulica molto elevata



      Condividi con i tuoi amici:
  1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   20


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale