Comunicato stampa pacchetto ten



Scaricare 154.49 Kb.
23.05.2018
Dimensione del file154.49 Kb.

european economic and social committee press release

COMUNICATO STAMPA N. 2/2017

26 gennaio 2017





Il futuro economico dell’Europa è digitale

Il CESE adotta un ampio pacchetto sulla connettività dell’Europa
Alla sua sessione plenaria del 25 e 26 gennaio, il Comitato economico e sociale europeo (CESE) ha adottato un ampio pacchetto di pareri sulla cosiddetta società dei Gigabit, il cui obiettivo è migliorare e finalizzare le connessioni digitali in tutta Europa e, in tal modo, rafforzare il mercato unico digitale.
Nel parere sulla società dei Gigabit europea, il CESE accoglie con favore le iniziative della Commissione europea riguardanti il codice europeo delle comunicazioni elettroniche, l'organismo dei regolatori europei delle comunicazioni elettroniche (BEREC), il piano di azione sulla connettività 5G e il regime di sostegno per gli enti pubblici che intendono offrire connessioni Wi-Fi gratuite (WiFi4EU). Il CESE concorda con gli obiettivi strategici per il 2025, che considera ambiziosi, ma realistici. "Un mercato unico digitale moderno e su scala europea è importante per accrescere la competitività dell’Europa, renderla sostenibile e creare così crescita economica e occupazione", ha affermato il relatore Ulrich Samm. "Dobbiamo essere coscienti del fatto che tutto questo avviene non già in un contesto astratto, bensì sullo sfondo di una forte competizione da parte degli Stati Uniti e dell’Asia."
La digitalizzazione richiede orientamenti chiari e un sostegno finanziario

"L’UE deve guidare la procedura per garantire una modernizzazione coerente e paneuropea a sostegno del mercato unico digitale", ha affermato Samm, ricordando che i benefici economici e sociali della trasformazione digitale saranno realizzati pienamente solo se si potranno installare reti ad altissima capacità su scala europea. Per coprire aree remote e garantire l’accesso a tutta la società, il CESE chiede un regime di sostegno pubblico.


L’iniziativa WiFi4EU della Commissione europea va in questa direzione, fornendo finanziamenti per punti di accesso libero a internet in luoghi pubblici tra cui edifici, piazze, parchi, ospedali e altro. Il CESE accoglie inoltre favorevolmente l'iniziativa Connettività internet nelle comunità locali, destinata ad apportare vantaggi in termini di accessibilità e di crescita economica. "Insieme all’identità digitale unica proposta dal CESE, ciò avrebbe un impatto considerevole sul rafforzamento del sentimento di cittadinanza europea e sul superamento della povertà digitale", secondo il relatore Emilio Fatovic. Il CESE tuttavia considera inadeguato il bilancio di 120 milioni di euro assegnato a questo progetto strategico, e ha chiesto un aumento sostanziale di tale bilancio e una sua integrazione attraverso partenariati pubblico-privati.
Il CESE chiede che il sostegno finanziario sia mirato e di elevata qualità

Dati i rapidi progressi della tecnologia digitale, i nuovi impianti potrebbero diventare ben presto obsoleti. Per rendere l’iniziativa WiFi4EU più dinamica, duratura e sostenibile, il CESE ha proposto di definire obiettivi per lo sviluppo sociale e tecnologico. Nei prossimi tre anni dovranno essere installati servizi WiFi di qualità elevata, con una velocità di connessione minima di 100 megabit per secondo.


Fatovic critica come "poco chiari e contraddittori" i criteri esposti dalla Commissione per l’assegnazione di fondi. Il Comitato propone di stabilire previamente un importo massimo di finanziamento per ciascun paese, e di riservare il 20 % del bilancio alle aree meno sviluppate in termini economici e digitali, in modo che, in particolare, le isole, le aree montane, quelle periferiche e quelle che hanno subito catastrofi naturali, possano ottenere gli investimenti digitali più necessari.
Per maggiori informazioni si prega di contattare:

Silvia Aumair

E-mail: press@eesc.europa.eu

Tel. +32 25468141



@EESC_PRESS

Il Comitato economico e sociale europeo (CESE) è un organo istituzionale consultivo istituito dal Trattato di Roma nel 1957. Il Comitato è composto da 350 membri, provenienti da tutta l'UE e nominati dal Consiglio dell'Unione europea, che rappresentano le diverse componenti economiche e sociali della società civile organizzata. La funzione consultiva del Comitato permette ai suoi membri, e quindi alle organizzazioni che essi rappresentano, di partecipare al processo decisionale dell'Unione europea.




Rue Belliard/Belliardstraat 99 – 1040 Bruxelles/Brussel – BELGIQUE/BELGIË

Tel. +32 25469779 – Fax +32 25469764

E-mail: press@eesc.europa.eu – Internet: www.eesc.europa.eu

Seguici su http://www.eesc.europa.eu/resources/toolip/img/2011/08/23/ico-twitter.gif  http://www.eesc.europa.eu/resources/toolip/img/2011/08/23/ico-facebook.gif  http://www.eesc.europa.eu/resources/toolip/img/2011/08/25/youtube-logo.jpg





Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale