Confini e migranti: paure e soluzioni



Scaricare 21.44 Kb.
02.04.2019
Dimensione del file21.44 Kb.

Dialoghi di vita buona. Milano metropoli d’Europa.

Confini e migranti: paure e soluzioni”



Lunedì 23 maggio 2016 ore 20.30 Piccolo Teatro Studio Melato (via Rivoli, 6. Milano)

Lunedì 23 maggio alle ore 20.30, al Piccolo Teatro Studio Melato di Milano (via Rivoli 6), si terranno i “Dialoghi di vita buona” dal titolo “Confini e migranti: paure e soluzioni”.

Il tema è di grande attualità: il sentimento di paura verso chi scappa da miseria, guerre e persecuzioni e approda nel nostro Paese e nelle nostre città corre il rischio di essere strumentalizzato. Ma come si supera la nostra paura? E soprattutto, quale via per affrontare il dramma delle migrazioni?

Ad introdurre la serata sarà il prof. Aldo Bonomi, sociologo, membro del comitato scientifico dei “Dialoghi di vita buona”.

La riflessione proseguirà poi con l’ascolto delle storie di giovani immigrati, per comprendere come il tema delle migrazioni riguardi persone concrete e non sia una categoria o un fenomeno astratto: mostreranno da cosa scappano e perché, cosa cercano qui da noi; si confronteranno con le nostre paure, immaginando percorsi per la soluzione dei drammi che li hanno investiti.

Cristina Pasqualini, docente dell’Università Cattolica presenterà i dati del Rapporto Giovani dell’Istituto Toniolo che documentano il sentimento comune di paura dei giovani italiani nei confronti dell’arrivo degli immigrati.

Su questi temi poi interverranno:

il prefetto Mario Morcone, Capo Dipartimento per le Libertà Civili e l'Immigrazione del Ministero dell’Interno, che racconterà le politiche e le azioni in materia del Governo italiano;

il prof. Riccardo Redaelli dell’Università Cattolica di Milano che rifletterà sulle prospettive e sulle soluzioni agli aspetti problematici, drammatici e negativi del fenomeno migratorio preso nella sua prospettiva globale, e non solo mediterranea

il prof. Antoine Messarra, membro del Consiglio Costituzionale libanese e titolare della Cattedra Unesco di Religioni comparate, mediazione e dialogo dell’Université Saint-Joseph di Beirut, che porterà l’esperienza del Libano, Paese esempio di integrazione alle prese con il tema della salvaguardia dell’identità nazionale.

Nella seconda parte della serata questi tre relatori risponderanno alle domande del pubblico in un dibattito moderato da Alessandro Zaccuri, giornalista di Avvenire.

La serata è ad ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili. Per prenotare un posto al Piccolo Teatro è necessario inviare una mail all’indirizzo comunicazione@piccoloteatromilano.it o telefonare al numero 02.72333301.



La riflessione sarà arricchita dal contributo di tutti. Per questa ragione invitiamo a visitare il sito www.dialoghidivitabuona.it e ad inviare le domande sul tema della serata alla mail partecipa@dialoghidivitabuona.it o utilizzare gli account twitter @dialoghivb usando come hashtag #dialoghi #migranti e facebook/Dialoghidivitabuona per condividere i contenuti che saranno proposti.

Nati dall’iniziativa del cardinale Angelo Scola e del professor Massimo Cacciari, i “Dialoghi di vita buona” sono promossi da diverse realtà culturali, sociali, economiche della metropoli milanese, riunite in un comitato scientifico http://www.dialoghidivitabuona.it/info/il-comitato-scientifico-1.117019, e vogliono essere una risposta comune alla frammentazione che caratterizza la nostra società.


Condividi con i tuoi amici:


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale