Conoscenze generali



Scaricare 28.37 Kb.
12.11.2018
Dimensione del file28.37 Kb.

Conoscenze generali: non connesse ad uno specifico asse culturale, ma afferenti a più ambiti. Es.: Principi, regole, concetti, idee, valori, procedure formalizzate ed esplicite, sequenze

Conoscenze specifiche: conoscenze disciplinari necessarie e rilevanti, specifiche di ciascun asse culturale (II step di lavoro).

Abilità transdisciplinari: non connesse ad uno specifico asse culturale, ma afferenti a più ambiti. Sono osservabili in prestazioni che ne attestano la presenza, ma non sono sempre misurabili nel senso stretto del termine.

es: abilità comunicative verbali, non verbali, sensoriali; abilità logiche, abilità metodologiche, di ascolto finalizzato, di osservazione, analisi, sintesi, abilità operative, ecc.

Abilità specifiche: Specifiche di ciascun asse culturale e riferibile a ciascuna conoscenza settoriale [esempio: (sono abile) so produrre testi scritti di tipologia e genere richiesti se conosco i criteri propri di quella tipologia e gli elementi essenziali di quel genere]. Sono osservabili e misurabili. (II step di lavoro)

NB: Queste abilità sono, a loro volta, competenze disciplinari nelle quali distinguere le specifiche conoscenze ed abilità. Sono però anche abilità di altre competenze disciplinari dello stesso o di altri settori. (esempio: Comprendere un testo è sia competenza disciplinare sia abilità di altre competenze disciplinari.



Processi: attraverso i quali ci si rende consapevoli del modo in cui si affrontano i compiti cognitivi e di quanto si mette in atto nel conseguimento di un determinato obiettivo. Indicano se il soggetto ha consapevolezza di quello che sta facendo, del perché e come lo fa. Sono osservabili in prestazioni che ne attestano la presenza, ma non sono misurabili.

Es.: decodifica, comprensione, problematizzazione, monitoraggio, previsione, pianificazione, ricerca fonti e informazioni, progettazione, negoziazione.

Atteggiamenti e abilità sociali: sono le caratteristiche personali da mobilitare e promuovere attraverso il percorso didattico-educativo.

NB: Alcune tra le abilità personali sono a loro volta competenze (esempio: collaborazione è abilità personale rispetto alla competenza progettare ma, a sua volta, è competenza.).

Sono osservabili in prestazioni che ne attestano la presenza, ma non sono misurabili.

Es.: autocontrollo, motivazione, empatia, autonomia, curiosità, pensiero critico e divergente, abilità sociali (collaborazione, motivazione, disponibilità al confronto, autocontrollo, capacità di ascolto degli altri, assunzione di responsabilità e di ruolo, interazione nel gruppo, empatia, ).



COMPETENZA  Imparare ad imparare: organizzare il proprio apprendimento, individuando, scegliendo ed utilizzando varie fonti e varie modalità di informazioni e di formazione (formale, non formale ed informale), anche in funzione dei tempi disponibili, delle proprie strategie e del proprio metodo di studio e di lavoro




RISORSE DISPONIBILI

DIMENSIONE COGNITIVA

Conoscenze generali

Principi , concetti, procedure formalizzate ed esplicite, sequenze



Conoscenze settoriali

Si vedano ASSI CULTURALI (II step di lavoro)




Abilità_transdisciplinari'>Abilità transdisciplinari

Abilità:


progettuali

comunicative

logiche e metodologiche

di ascolto finalizzato

di osservazione

di ricerca e collegamento di fonti ed informazioni

di analisi (acquisire ed analizzare l’informazione) e di sintesi (attraverso, ad es., l’uso di parole – chiave, schemi, mappe concettuali)


Abilità

di base

Si vedano ASSI CULTURALI (II step di lavoro)



DIMENSIONE META

COGNITIVA

Processi

Consapevolezza degli scopi (capacità di orientarsi nel compito)

Pianificazione (dei tempi e dei materiali / Definizione del livello di performance attesa)

Ricerca di fonti ed informazioni

Sperimentazione (fare, provare, riprovare)

Recupero delle conoscenze pregresse

Attivazione di conoscenze implicate

Coordinamento dei processi

Valutazione dei risultati finali


EMOZIONALE

Atteggiamenti

Concezioni

Autostima - Autonomia (capacità di far fronte alle difficoltà senza scoraggiarsi)

Autovalutazione [ esplicitazione degli aspetti non chiari (“capire di non aver capito”)]

Valorizzazione dell’errore (recupero dell’errore come risorsa)

Consapevolezza del proprio stile cognitivo

Consapevolezza del relativo stile d’apprendimento (ossia delle modalità preferenziale secondo cui si apprende)

Messa in atto di strategie utili a conseguire l’apprendimento

Curiosità (ricerca dei “perché”)

Pensiero critico [Rifiuto del principio di autorità (“mettere in discussione”)]


Es. “INDIVIDUARE COLLEGAMENTI E RELAZIONI”

Progressione delle competenze

Dimensione

Risorse attivate

Scuola primaria

  • collegamenti di causa, successione, ordine, quantità, feed-back.

  • Costruzione di mappe mentali cognitive, associative, di sintesi.


Scuola Secondaria di I° grado

  • Costruzione di mappe concettuali

  • Collegamenti argomentati di fenomeni, eventi, concetti diversi

  • Analisi di situazioni complesse per capirne la logica

  • Sintesi di situazioni complesse

Cognitiva

Conoscenze trasversali

Nessi causali e/o temporali, concetti, idee, procedure formalizzate ed esplicite, sequenze, relazioni tra dati

Conoscenze disciplinari

(vedi curricula disciplinari)

Abilità trasversali

comunicative

logiche


metodologiche

di ascolto finalizzato

di osservazione

di analisi e di sintesi



Abilità disciplinari

(vedi curricula disciplinari)

Metacognitiva

Processi

Decodifica

Comprensione

Selezione

Controllo/Verifica

Valutazione


Emozionale

Sociale

Atteggiamento verso la conoscenza (curiosità, motivazione, attenzione)

Autostima

Relazione

Consapevolezza del ruolo sociale (ruoli e loro differenziazioni)

Pensiero divergente

Pensiero critico









atteggiamenti-comportamenti

Motivazione

Collaborazione/cooperazione

Curiosità (Ricerca del perché, ma anche accoglienza del dubbio, disponibilità-esigenza di raccogliere la sfida del compito)

Autostima (autoefficacia, immagine di sé, consapevolezza dell’esistenza dell’attesa su di sé)

Autocontrollo (riconoscimento di speranze, dubbi e loro gestione)

Autovalutazione

Pensiero critico (Rifiuto del principio di autorità, “mettere in discussione”, riconoscimento di stereotipi e pregiudizi, cittadinanza dei diversi punti di vista)

Pensiero divergente

Curiosità

Creatività

Flessibilità


PROCESSI COGNITIVI:

Analisi


Sintesi

Analogia


Induzione

Deduzione



Abduzione

Astrazione




©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale