Consiglio Comunale del 20 Novembre 2000 Appello iniziale. Inizio seduta: 10,10 182



Scaricare 246.71 Kb.
Pagina1/16
03.12.2017
Dimensione del file246.71 Kb.
  1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   16

Consiglio Comunale del 20 Novembre 2000
Appello iniziale.
Inizio seduta:10,10


182-APPROVAZIONE VERBALI SEDUTE PRECEDENTI.

http://mizar.comune.livorno.it/delibere/DispImage2.asp?DOCID=110003000300003031&NP=4

183- COMUNICAZIONI DEL SINDACO: SCUOLE PISTELLI


Sono presenti il Sindaco Dr. Lamberti, il Presidente del Consiglio Comunale Dr. Mannelli, il Vice Presidente Sig. Gulì ed i consiglieri:



Federici, Sidoti, Altini, Fornaciari, Gangemi, Trotta, Cavallini, Corsini, Di Rocca, Penco, Solimano, Fugi, Mirabelli, Bussotti, Cosimi, Lucarelli, Cecio, Argentieri, Cartei, M. Bianchi, E. Bianchi, Vizzoni, Martorano, Duranti, Bottino, Conti, Tamburini.

PRESIDENTE

Sono state richieste due comunicazioni estemporanee, la prima dalla Giunta sulla questione delle Scuole Pistelli, la seconda dal Consigliere Duranti sul banco alimentare.

Prego il Sindaco, sulla Scuola Pistelli.


SINDACO

Presidente, se consente una piccola eccezione alla procedura, io farei solo una brevissima informazione lasciando poi la parola all'Assessore ed é una comunicazione legata a questioni extra livornesi, che ho piacere il Consiglio sappia, poi lascio subito la parola all'Assessore che é titolare della comunicazione per quanto riguarda le scuole.

Questa vicenda che illustrerà l'Assessore ha avuto un rilievo nel rapporto con gli altri Comuni e con la stessa ENEL per cui noi abbiamo organizzato un incontro a Livorno nei prossimi giorni, probabilmente ad inizio settimana prossima stiamo definendo i contenuti, con l'ANCI Toscana sui temi dell'inquinamento da elettrosmog con tutti i sindaci della Toscana, partendo da

un approfondimento che abbiamo fatto ieri a margine di altre cose con il Sindaco di Pisa su questo tema, perché questa ordinanza é diventata un punto di riflessione e il giorno 29 incontrerò a Roma il Presidente dell'ENEL Chicco Testa sulla base di una iniziativa di concerto col Presidente dell'ANCI Leonardo Domenici, quindi o con Leonardo Domenici, o comunque avendone parlato prima con Lui.

Questo a dimostrazione che questa nostra iniziativa é una iniziativa che ha necessità di avere collegamenti e correlazioni al livello del sistema dei Comuni perché é bene evidente che non può essere risolta così, semplicemente sulla pelle di ciascuna comunità cittadina come se nulla fosse e come se ognuno dovesse trovare una sua soluzione.

Su questo noi daremo tempestiva informazione al Consiglio, sugli esiti dell'evoluzione di questa vicenda che avrà una incidenza sul bilancio del Comune, in più o in meno o in niente, non indifferente, quindi non stiamo parlando in maniera astratta, stiamo parlando di questioni che riguarderanno poi questo Consiglio quando dovrà approvare piani degli investimenti, annessi e connessi, quindi è tutt'altro che questioni teoriche.




PRESIDENTE

Pini.



PINI

Una brevissima e doverosa ricostruzione dei fatti e poi alcune indicazioni..

La scuola interessata é la Scuola media Pistelli, di Via Don verità, che attualmente funziona con 5 classi e 94 alunni. In seguito al recente dimensionamento delle istituzioni scolastiche fa parte della Presidenza Colombo-Fermi-Pistelli.

All'interno della struttura di questa scuola dal dicembre '99 é ospitata anche la Scuola materna Pian di Rota, articolata su due sezioni e con 52 bambini.

La Scuola materna Pian di Rota é in quella sede provvisoriamente, in attesa della sistemazione della sede naturale che é in ristrutturazione e che sarà presumibilmente pronta nell'aprile del 2001.

La Scuola é attraversata da un elettrodotto. Tra l'altro uno dei tralicci é proprio nell'area propria di pertinenza della scuola stessa.


Al momento del trasferimento della Scuola materna Pian di Rota all'interno della struttura Pistelli chiedemmo il parere richiesto all'Azienda sanitaria locale ed avemmo specificamente questa risposta:

"Per quanto riguarda la presenta di un traliccio dell'alta tensione nelle vicinanze della scuola é stata effettuata una ricognizione sulla documentazione relativa alla scuola in oggetto e al Condominio di Via Luigi Russo sul quale passa la linea elettrica. Dalle indagini condotte nel '96 relativamente alla scuola é emerso che la distanza dell'edificio dalla linea a 132Kvolts così come i livelli di campo magnetico rilevati all'interno della scuola rispettano quanto previsto dal DPCM 23/4/92.

Premesso quanto sopra nulla osta pertanto alla collocazione temporanea dei bambini della Scuola Pian di Rota presso la sede della Scuola media Pistelli."

Sulla base di questa indicazione dell'Azienda sanitaria locale si procedette quindi allo spostamento della scuola materna all'interno delle Scuole media Pistelli, comunque preso atto che sul problema dei campi elettromagnetici la ricerca scientifica é in atto e in evoluzione costante e anche abbastanza veloce, gli uffici dell'Istruzione si sono attivati per richiedere fin dall'aprile scorso attraverso l'Ufficio Ambiente del Comune, una ulteriore indagine che chiarisse intanto quali erano gli attuali valori del campo elettromagnetico e quali fossero le valutazioni conseguenti.

In base a ripetuti solleciti nell'ottobre scorso finalmente siamo giunti in possesso del monitoraggio effettuato dall'ARPAT e siamo giunti in possesso della valutazione svolta sempre dall'ASL 6 sulla base dei dati forniti da ARPAT.

La valutazione finale della ASL 6 che riporto é la seguente: Riguardo ai risultati delle rilevazioni effettuate dall'ARPAT sui campi elettromagnetici nella Scuola Pistelli nei periodi 16-19 ottobre e 3-4 novembre, riteniamo di esprimere le seguenti osservazioni.

La letteratura scientifica si é occupata di eventuali danni causati dalla esposizione prolungata a campi elettromagnetici dalla fine degli anni Settanta, sono stati studiati i vari livelli di esposizione ma i risultati non si sono mai rilevati univoci e definitivi. La normativa italiana prevede un limite di 100 microTeslar, francamente non più in linea con le attuali tendenze della ricerca. Recentissimi studi d'altra parte sono stati presentati nel convengo sui convegno elettromagnetici tenutisi a Bologna il 6/7/2000, in particolare da una rianalisi dei dati dei nove studi più importanti é emerso un aumento del rischio relativo associato ad esposizioni uguali o maggiori di 04 microTeslar. I risultati di tali studi hanno condotto alla conclusione che siano adottati valori di attenzione di 05 microTeslar. Questo dato coincide con quanto normato dalla Regione Emilia
Romagna che stabilisce valori di 05 microTeslar come livello da non superare e di 02 microTeslar come direttivo di qualità da raggiungere per asili, scuole, aree verdi attrezzate, ospedali, quindi senza suscitare alcun allarmismo riteniamo per un principio di massima cautela sia da prendere in considerazione una ricollocazione delle strutture scolastiche ubicate in prossimità dell'elettrodotto."

Sulla base di questa valutazione fornita dalla ASL livornese noi ci siamo interrogati su che cosa fosse opportuno fare, riferendoci ad una serie di punti di riferimento per la nostra condotta.

Intanto il fatto che bisogna saper prendere in considerazione quelli che sono i progressi della ricerca scientifica che in qualche modo portano a leggere criticamente quello che é il dato normativo, quindi la necessità di prevedere nella nostra azione una priorità che é quella della tutela della salute rispetto anche ad altri eventuali bisogni dei cittadini, la volontà di sviluppare una azione

che sia costante, che sia programmata, di analisi della situazione concreta, in modo da avere informazioni certe ed attendibili per ogni situazione concreta, la necessità di richiamare l'ENEL alle sue responsabilità nel caso specifico quindi alla previsione della eliminazione del problema esistente nell'area.

Sulla base di queste indicazioni il Sindaco in data 17 novembre ha emesso l'ordinanza che ometto di citare perché credo che ognuno di Voi l'abbia ricevuta personalmente ma che comunque dispone il trasferimento degli alunni e del personale scolastico operante all'interno della Scuola Pistelli in altre sedi da individuare nel tempo di 45 giorni e di disporre la notifica di questa ordinanza all'ENEL affinché la stessa si attivi per la realizzazione dei necessari interventi di risanamento atti ad evitare il protrarsi della situazione di rischio per la salute pubblica con riserva di quantificare i danni eccetera.

Operativamente abbiamo contattato sia la Direzione didattica competente per la scuola materna, sia la Presidenza responsabile della scuola media, e abbiamo concordato con loro un cammino che porti al trasferimento di queste due scuole in altre strutture esistenti nella zona.

Prevedibilmente la Scuola materna sarà riallocata all'interno della Scuola elementare Tohuar, per la Scuola media Pistelli stiamo valutando alcune indicazioni, in raccordo stretto con la Presidenza, che dovrebbero vedere il totale o parziale accoglimento di queste classi all'interno della struttura Colombo o forse in altre presenti sul territorio.

Questi i dati e attualmente siamo a questo punto.





  1   2   3   4   5   6   7   8   9   ...   16


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale