Curriculum professionale



Scaricare 87.51 Kb.
24.01.2018
Dimensione del file87.51 Kb.


Curriculum professionale
Maurizio Martirano si è laureato il 18-12-1985 in Storia della Filosofia con una tesi su Ernst Cassirer e la fondazione delle scienze della cultura (relatore Prof. Fulvio Tessitore, correlatore Prof. Giuseppe Cacciatore), ottenendo una votazione finale di 110 e lode/110, con una speciale menzione di merito della commissione.
Nell’anno accademico 1986-87 ha conseguito una borsa di studio messa a concorso dall’«Istituto italiano per gli Studi Storici» di Napoli, seguendo le relative attività seminariali.
Nel 1988 ha ottenuto una borsa di studio presso l'«Istituto italiano per gli Studi Filosofici» per un ciclo di seminari sul pensiero hegeliano.
Nel 1989 è risultato vincitore del concorso per il «Dottorato di Ricerca» in Filosofia (IV ciclo), durata triennale, conseguendo successivamente il titolo con una tesi su Bildung, cultura e morale nell’opera storica di Friedrich Christoph Schlosser.
Nel 1991 è risultato vincitore di una borsa di studio biennale per giovani laureati residenti nelle regioni meridionali messa a concorso dal CNR, presso il «Centro di studi vichiani» di Napoli. Nel corso dei due anni di collaborazione con il «Centro» ha preso parte a numerose iniziative, in particolare collaborando alla Collana vichiana e all’Edizione critica dei testi di Giambattista Vico, scrivendo numerose segnalazioni nella sezione Avvisatore Bibliografico del “Bollettino del Centro di studi vichiani” e lavorando all’editing della rivista. Inoltre ha partecipato alla riorganizzazione e risistemazione della Biblioteca e ai seminari interni.

Questa prima collaborazione con il «Centro di studi vichiani» di Napoli si è conclusa con una relazione sul rapporto, centrale per le problematiche inerenti alla storia e alla interpretazione di Vico nel XVIII secolo, tra il filosofo napoletano e Hamann e Herder nel contesto della discussione sul linguaggio, nonché con una prima disamina del problema della storia e della conoscenza storica nella Scienza nuova.


Nel corso del 1992 ha conseguito l’abilitazione all’insegnamento per le scuole medie superiori nella classe di concorso "Filosofia e scienza dell'educazione".
Nel 1994 è risultato vincitore di un contratto di lavoro a tempo determinato, presso il «Centro di studi vichiani», di durata biennale. Accanto alle attività già avviate e svolte durante la precedente collaborazione, è stato incaricato dal nuovo Direttore, Prof. Giuseppe Cacciatore, della stesura, all’interno del programma editoriale del "Centro", del Quinto contributo alla Bibliografia vichiana (1991-1995), pubblicato per l’editore Guida nel 1997. Inoltre, per la tematica di ricerca collegata al suo contratto di lavoro, "Storia ed interpretazione di Vico nel contesto della filosofia del XVIII secolo", ha avviato un’indagine sull’interpretazione del pensiero vichiano di Giuseppe Ferrari.
A partire dal numero VII (1994) è entrato a far parte della Segreteria di redazione dell’«Archivio di storia della cultura».
Nel 1997 è risultato vincitore del concorso per Ricercatore presso il “Centro di studi vichiani” di Napoli.
A partire dall’anno accademico 2001-2002 ha avviato la sua collaborazione con la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli studi della Basilicata come docente a contratto.
Nel luglio del 2004 ha conseguito l’idoneità nella valutazione comparativa per professore associato (II fascia) per il settore disciplinare M/Fil-06, Storia della filosofia, presso l’Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa.
Il 1 ottobre 2005 è stato chiamato dalla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli studi della Basilicata, afferendo presso il Dipartimento di Scienze storiche, linguistiche e antropologiche, dove è diventato titolare degli insegnamenti di Istituzioni di Filosofia, Storia delle dottrine politiche e Storia della filosofia politica, a cui si è aggiunta, a partire dall’a.a. 2007-2008, la cattedra di Storia della filosofia. Successivamente ha insegnato Storia della filosofia per il corso di laurea triennale e Storia della filosofia moderna e contemporanea per il corso di laurea magistrale.
Il 16/2/2009 è stato confermato professore associato per il ssd M-Fil/06.
Nel 2012 (prima tornata) ha conseguito l’abilitazione nazionale in prima fascia, ai sensi dell’art. 16 della Legge 240/2010, per il settore concorsuale 11/C5- M-Fil/06.
Dal 30 dicembre 2016 è professore di prima fascia per il settore concorsuale 11/C5- M-Fil/06, presso l’Università degli studi della Basilicata

Partecipazione in qualità di relatore a convegni e seminari
Il 25 e 26 ottobre 1991 ha partecipato al Seminario su "I rapporti scientifici tra Italia e mondo tedesco nel periodo 1750-1915" svoltosi a Trento presso l’Istituto storico italo-germanico, presentando una relazione su L’idea di scienza storica in Friedrich Christoph Schlosser e Georg Gottfried Gervinus.
Dall’11 al 14 novembre 1991 ha partecipato, con una relazione su Schlosser, ai lavori del 2 Convegno nazionale dei dottorati di ricerca in filosofia, intitolato La ricerca filosofica in Italia oggi e svoltosi a Siena, nella Certosa di Pontignano.
Dal 6 al 9 ottobre 1993 ha partecipato al Convegno di studi su «Antonio Labriola. Filosofo e politico», organizzato dall’Università degli studi di Cassino e dall’Università degli studi di Napoli «Federico II», con una relazione su Labriola e le idee nella storia.
Il 16 dicembre 1995 ha partecipato, presso la Scuola Normale di Pisa, al Seminario su «Vico verso un nuovo secolo: ricerche e progetti di giovani studiosi» (organizzato dal Prof. Paolo Cristofolini, responsabile di un gruppo di ricerca su Vico presso la Scuola Normale Superiore di Pisa), con una relazione su Giuseppe Ferrari editore ed interprete di Giambattista Vico.
Il 22 e 23 luglio 1996 ha tenuto un seminario di due giornate a Vatolla presso la scuola estiva organizzata dall’«Istituto italiano per gli studi filosofici», sul tema: La fortuna di Vico in alcuni momenti della filosofia francese del primo Ottocento.
Nel febbraio del 1998 ha partecipato al convegno su «Vico e la filosofia francese» organizzato dal «Centro di studi vichiani» con una relazione su La filosofia francese nell’interpretazione del giovane Giuseppe Ferrari.
A dicembre del 1998 ha fatto parte della segreteria organizzativa del Convegno su Il Manifesto a 150 dalla pubblicazione.
Nel gennaio del 1999 ha partecipato al convegno sulla rivoluzione napoletana del 1799 organizzato dall’«Istituto Italiano per gli studi filosofici», intervenendo con una relazione, scritta in collaborazione con Domenico Conte, su L’edizione degli scritti giornalistici di Vincenzo Cuoco: materiali e linee interpretative.
Ancora nel 1999 è intervenuto al convegno internazionale di Sansepolcro con una relazione su Giambattista Vico nell’interpretazione di Giuseppe Ferrari.
Dal 4 al 9 ottobre ha partecipato a Siviglia al Congresso internazionale «Pensar para el nuevo siglo: Giambattista Vivo y la cultura europea», con una relazione su La presenza di Vico nell’attività giornalistica di Vincenzo Cuoco
Ha fatto parte della Segreteria organizzativa del Convegno di studi «Percorsi dello storicismo italiano nel secondo Novecento», svoltosi ad Anacapri nel settembre 2000.
Ha partecipato all’organizzazione - in collaborazione con il Dipartimento di filosofia «A. Aliotta» dell’Università degli studi “Federico II”, il Dipartimento di studi letterari e linguistici dell'occidente dell’Istituto Universitario Orientale, l’Istituto «Cervantes» di Napoli e l’Istituto di studi latino-americani di Pagani - del convegno internazionale «Vico nelle culture iberiche e lusitane», svoltosi il 24-25 gennaio 2002, per il quale ha presentato una relazione su La recezione di Vico in Spagna attraverso i «Cuadernos sobre Vico».
Ha partecipato all’organizzazione, in collaborazione con il Dipartimento di Filosofia dell’Università di Napoli “Federico II” e del Dipartimento di Filosofia dell’Università di Messina, del convegno internazionale di studi «Croce filosofo», svoltosi tra Napoli e Messina dal 26 al 30 novembre 2002.
Nel maggio 2003 ha partecipato a Nizza al convegno internazionale La «Scienza nuova» de Giambattista Vico, con una relazione su Vico à certaines étapes de la tradition italienne du «Risorgimento».
Nell’a.a. 2005-2006, presso il Dipartimento di Filosofia dell’Università degli Studi di Napoli, ha tenuto un corso per il dottorato di ricerca su La cultura storico-giuridica ed architettonica in età moderna e contemporanea nell’area mediterranea (a.a. 2005-2006 – XIX Ciclo, II anno) dal titolo: Il problema della storia universale in alcuni autori della cultura italiana dell’Ottocento: Romagnosi, Cattaneo, Ferrari, Villari.
Dal 10 al 12 novembre 2005 ha poi partecipato a Napoli al Convegno Internazionale «Vico e l’Oriente» - organizzato dal Comitato Nazionale per le Celebrazioni del 750° anniversario della nascita di Marco Polo, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e dall’Istituto per la Storia del pensiero filosofico e scientifico moderno – CNR, con la collaborazione dell’ Università degli Studi di Roma "La Sapienza", della Facoltà di Studi Orientali Università degli Studi di Napoli "Federico II", del Dipartimento di Filosofia Università degli Studi di Napoli "L’Orientale", della Facoltà di Lettere e Filosofia, dei Dipartimenti di Filosofia e Politica e di Scienze Sociali Università di Salerno, del Dipartimento di Filosofia, e con il Patrocinio della Società Italiana per gli Studi sul Secolo XVIII - presentando una relazione dal titolo Il tema dell’Oriente nella storiografia di Carlo Cattaneo.
Il 4 maggio 2006 è intervenuto al convegno «Per un ritratto di Pasquale Villari. Un intellettuale italiano tra due secoli», svoltosi a Napoli e organizzato dalla scuola «Pasquale Villari» di Napoli, dove ha tenuto una relazione su Latinità e germanesimo: un abbozzo di storia universale in Pasquale Villari.
Il 1 e 2 dicembre 2006 ha partecipato al Convegno di studi «Il pensiero politico meridionale» organizzato ad Avellino dal Centro «Guido Dorso» con una relazione dal titolo Vico e la tradizione della filosofia civile italiana.
Il 18 dicembre 2006 è intervenuto alla presentazione del volume V. Cuoco, Il Platone in Italia, a cura di A. De Francesco e A. Andreoni, Roma-Bari, Laterza, 2007, svoltasi presso la Biblioteca Provinciale di Campobasso.
Il 29 e 30 giugno 2007 ha partecipato al convegno «La Spedizione. L’impresa di Carlo Pisacane e il Risorgimento meridionale», svoltosi presso la Certosa di Padula e organizzato dal Comitato Scientifico per le Celebrazioni del 150 anniversario della Spedizione di Sapri, dalla Provincia di Salerno, dall’Assessorato ai Beni e alle Attività Culturali e curato dall'Associazione Culturale Società Aperta, con una relazione dal titolo Filosofia civile e rivoluzione in Carlo Pisacane.
Dall’11 al 14 settembre 2007 ha partecipato al convegno «Il positivismo italiano: una questione chiusa?», svoltosi a Catania e organizzato dal Dipartimento di processi formativi della Facoltà di Scienze della formazione dell’Università degli studi di Catania, con una relazione dal titolo Intorno alle nozioni di civiltà latina e civiltà germanica nella storiografia di Pasquale Villari.
Il 29 settembre 2007 ha partecipato ad una giornata di studio su Francesco De Sarlo tenuta a San Chirico Raparo e organizzata dal Comune di San Chirico Raparo, con una relazione dal titolo Francesco De Sarlo tra filosofia e psicologia
Dal 29 al 31 ottobre 2007 ha partecipato a Tepoztlàn (Messico) al «II Seminario Internacional: Giambattista Vico y el mundo moderno», organizzato dalla Universidad Autónoma Metropolitana di Città del Messico, con una relazione dal titolo Sobre algunos desarollos del verum-factum en la filosofia moderna y contemporanea.
Il 17-18 novembre 2007 ha partecipato al Convegno Nazionale di studi: «... ricordando l’80esimo anniversario dell’opera di Jacques Maritain: “Le primauté du spiritual”», svoltosi a Potenza e organizzato dall’Istituto Nazionale “Jacques Maritain” di Potenza, con una relazione introduttiva dal titolo: Alcune considerazioni intorno a Jacques Maritain.
Ha organizzato a Potenza due giornate di studio intitolate «Dialogo e verità», così articolate: 28 marzo 2008 - Le ragioni del laicismo e le ragioni del Cristianesimo, con relazioni di Fulvio Tessitore, Giuseppe Cacciatore e Franco De Vincenzis; 23 aprile 2008 - Visioni dell’uomo e bioetica, con relazioni di Giuseppe Cantillo e Franco Miano.
Il 13 e 14 novembre 2008 ha partecipato al convegno «Un Confronto tra estetica, politica, teologia ed etica; ricordando il 70esimo anniversario dell’opera di Jacques Maritain: “Situation de la poèsie” e il 40 della morte di Karl Barth», con una relazione su Politica e religione in Karl Barth.
Dal 15 al 17 novembre 2008 ha partecipato al convegno internazionale organizzato dall’Accademia Pontaniana di Napoli «Le riviste a Napoli dal XVIII al primo Novecento», con una relazione dal titolo Un giornalista del decennio francese: Vincenzo Cuoco.
Ha partecipato al convegno internazionale organizzato dal CRES (Centro di Ricerca sugli Epistolari del Settecento) su «La carte vive. Epistolari e carteggi nel Settecento», svoltosi a Verona il 4-5-6 dicembre 2008, con una relazione intitolata: Le avventure dell’Epistolario di Vincenzo Cuoco.
Ha partecipato alle attività del Dottorato «Storia, Culture e Saperi dell’Europa mediterranea» organizzato dal Dipartimento di Scienze Umane dell’Università degli studi della Basilicata con una lezione su Pasquale Villari tenuta il 22 gennaio 2009.
Il 17 e 18 febbraio 2009 ha partecipato al Convegno «Nuovi saperi e nuova didattica nell’Università del nuovo millennio. Dieci anni dopo il D.M. 509» organizzato dal Dipartimento di Filosofia “A. Aliotta” dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” con un intervento dal titolo Qualche cenno sul tema della valutazione nell’Università della Basilicata.
Dal 3 al 4 marzo 2009 ha organizzato - in collaborazione con il Dottorato di ricerca in «Geopolitica e culture del Mediterraneo» e il Dottorato di ricerca in «Etica e storia della filosofia» dell’«Istituto Italiano di Scienze Umane», la «Scuola di Alta formazione nelle Scienze umane e sociali» del Centro d’Ateneo dell’Università degli studi di Napoli “Federico II”, il Dipartimento di Filosofia dell’Università degli studi di Napoli “Federico II”, l’Istituto per la Storia del pensiero filosofico e scientifico moderno del CNR di Napoli, il Consorzio interuniversitario «Civiltà del Mediterraneo», il Dipartimento di Scienze storiche, linguistiche e filologiche dell’Università degli studi della Basilicata, e con il Patrocinio dell’Assessorato alla Pace e alla Cooperazione internazionale della Provincia di Napoli e della Regione Campania - il convegno «Culture a confronto. Integrazione e riconoscimento», per il quale è intervenuto con una relazione dal titolo Uno sguardo sull'altro.
Ha partecipato al «Forum Mediterraneo dei giovani», organizzato dalla Regione Campania a Napoli il 26 e 27 marzo 2009.
Il 31 marzo e 1 aprile 2009 ha partecipato al Convegno nazionale organizzato dall’Università degli studi di Bergamo «Etica e ontologia. Fatto, valore, soggetto», con una relazione dal titolo Aspetti della filosofia civile italiana, edita nel volume degli Atti.
Il 29 maggio 2009, ha partecipato, con una relazione dal titolo Percorsi per una prospettiva interculturale, all’incontro di studio «Pluralità dei saperi e modi della comunicazione interculturale» organizzato dal Dipartimento di Filosofia “A. Aliotta”, l’Istituto Italiano di Scienze Umane e il Consorzio Interuniversitario “Civiltà del Mediterraneo”.
Ha partecipato, con una relazione su Socialismo e storia d’Italia da Labriola a Gramsci (tenuta in collaborazione con Giuseppe Cacciatore), al convegno organizzato ad Avellino il 14 e 15 ottobre 2010 dal Centro di ricerca «Guido Dorso» su Liberalismo, democrazia e socialismo dall’Unità d’Italia alla Carta costituzionale.
Ha partecipato, con una relazione su Vincenzo Cuoco e un modello di storia d’Italia, al Convegno «A centocinquant’anni dall’unificazione italiana. Interessi nazionali e particolarismi territoriali», svoltosi a Fisciano-Amalfi-Salerno dal 21 al 23 ottobre 2010.
Il 12 novembre 2010 ha partecipato al convegno di studi «La coscienza nazionale dopo 150 anni dell’Unità d’Italia», organizzato dalla Società Filosofica Italiana, sezione di Matera, con una relazione dal titolo Modelli di storia d’Italia.
Il 15 e 16 novembre 2010 ha partecipato al Convegno Internazionale «Simbolo e cultura: a ottant’anni dalla Filosofia delle forme simboliche», organizzato dal Dipartimento di Filosofia “A. Aliotta” dell’Università di Napoli “Federico II”, con una relazione dal titolo Sulla relazione tra “fenomeni di base”, conoscenza storica e storia della filosofia in Ernst Cassirer.
Il 14 dicembre 2010 ha partecipato al Convegno Diocesano «Cardinale Sisto Riario Sforza 1810/1877. In occasione dei 200 anni della nascita», organizzato dalla Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, con una relazione su Napoli nel dibattito autonomista neoguelfo.
Ha organizzato, in qualità di Delegato del Rettore, il Convegno «Filosofie nel Risorgimento», svoltosi a Potenza il 19 e 20 maggio 2011, dove ha presentato una relazione dal titolo Riflessioni intorno alla filosofia e alla rivoluzione i Giuseppe Ferrari.
Ha partecipato al Convegno su «Luigi La Vista» svoltosi a Venosa il 6 giugno 2013, con una relazione su Lineamenti per una storia d'Italia nella riflessione di Luigi La Vista.
Nella qualità di responsabile scientifico del Dipartimento di Scienze Umane dell’Università degli studi della Basilicata per il progetto We4food organizzato dalle Province di Bari e di Matera, ha partecipato ai convegni di presentazione scientifica dell’evento che si sono svolti a Bari e a Matera l’11 e il 12 febbraio 2014.
Nell’aprile 2014 è stato invitato dalla Westfield State University of Massachusetts (USA) a tenere un ciclo di conferenze sulla filosofia italiana tra ‘800 e ‘900.
L’11 febbraio 2015 ha tenuto una lezione presso la Pontificia Università San Tommaso d’Aquino Angelicum (Roma) dal titolo Filosofia tra pace e guerra per il Corso Interuniversitario “Educare alla pace. Oltre le guerre: i fondamenti della pace”.
Il 1 e 2 ottobre 2015 ha partecipato al II Encuentro de Istitutos Maritain de America Latina svoltosi a Montevideo (Uruguay) con una relazione su La questione dell'alterità nella dimensione di una filosofia interculturale.
Il 30 novembre 2016 ha organizzato a Potenza, in collaborazione con l’Istituto per la storia del pensiero filosofico e scientifico moderno del CNR, il Centro di studi leopardiani e la Società filosofica lucana, il convegno di studi: Vico e Leopardi: alcuni percorsi e orientamenti della ricerca
Principali linee di ricerca
L’approfondimento del lavoro avviato con la tesi di laurea ha dato vita ad una serie di saggi sulla riflessione di Ernst Cassirer, centrati in particolare sul rapporto con W. von Humboldt e sulla dimensione della scienza della cultura e della storiografia filosofica.
Gli anni del dottorato di ricerca hanno consentito di avviare una serie di studi intorno alla figura dello storico tedesco Friedrich Christoph Schlosser, al quale ha dedicato numerosi lavori (anche in lingua tedesca) e traduzioni di testi. In seguito si è interessato dello storico Georg Gottfried Gervinus, considerato, insieme a Schlosser, esponente di un peculiare indirizzo della storiografia tedesca della prima metà dell’Ottocento.
La collaborazione con il «Centro di studi vichiani» del CNR ha rappresentato l’opportunità per la partecipazione alle numerose attività da esso organizzate. All’interno dei progetti del «Centro» ha curato la pubblicazione di due Bibliografie vichiane, occupandosi dell’editing del «Bollettino del Centro di studi vichiani» (per il quale ha scritto numerose recensioni e segnalazioni) e dell’organizzazione di convegni e seminari di studio. Dal punto di vista scientifico ha avviato i suoi studi su Giambattista Vico e la diffusione del suo pensiero nella cultura italiana ed europea. Tale indagine gli ha permesso di lavorare anche intorno a numerosi autori della tradizione storica e filosofica italiana come Antonio Labriola, Pasquale Villari, Vincenzo Cuoco. Quanto a quest’ultimo, la ricorrenza del bicentenario della rivoluzione napoletana del 1799 ha costituito l’occasione per la pubblicazione della prima raccolta completa degli importanti scritti giornalistici del periodo milanese (quella relativa al periodo napoletano è stata curata da Domenico Conte) e dell’epistolario (in collaborazione con Domenico Conte). L’articolato lavoro sul pensiero di Cuoco si è infine concretizzato in una monografia.

Gli anni trascorsi presso il «Centro di studi vichiani» hanno, inoltre, portato alla pubblicazione della sua prima monografia dedicata a Giuseppe Ferrari editore e interprete di Vico, autore al quale ha dedicato ancora numerosi altri saggi curando anche un’edizione degli scritti. Sono state, altresì, avviate ricerche intorno alla cultura filosofica e politica meridionale, che si sono orientate in particolare verso la ricostruzione della storia dell’Ateneo fridericiano. In quest’ottica ha portato a termine l’edizione de I discorsi augurali nell’Università degli Studi di Napoli (1862-2001) - editi in 2 volumi, introdotti da un saggio su La cultura napoletana attraverso i Discorsi augurali - e quella de Le relazioni dei rettori nell'Università degli Studi di Napoli (1862-2001)- editi in 3 volumi, preceduti da un’introduzione dal titolo Vita di una università: la "Federico II" nelle relazioni dei suoi Rettori (tutti i volumi sono stati pubblicati a Napoli da Fridericiana rispettivamente nel 2002 e nel 2003). Gli studi sulla cultura e sulla vita accademica hanno portato alla stesura del volume "Il senso del concreto". Contributo ad una storia della cultura napoletana tra Otto e Novecento (Rubbettino, Soveria Mannelli, 2003).


Successivamente l’attività di ricerca si è andata articolando secondo le seguenti linee:
a) lo studio intorno all’idea di verità indagata nelle sue relazioni con la fattualità, che ha implicato anche un’analisi sulla capacità umana del facere in quanto modalità peculiare del ‘dare forma’ al mondo della cultura, creandone e conoscendone i prodotti. Tale studio ha dato vita alla monografia Vero-fatto, Napoli, Guida, 2007;
b) lo studio intorno alla filosofia civile italiana tra XVIII e XIX secolo, con particolare riferimento alle figure di Francesco Antonio Grimaldi, Vincenzo Cuoco, Giandomenico Romagnosi, Carlo Cattaneo, Giuseppe Ferrari, Carlo Pisacane, Pasquale Villari, Antonio Labriola, significative tanto per l’originalità della riflessione sulla storia quanto per il contributo offerto alla diffusione del pensiero di Giambattista Vico. Una tradizione, com’è noto, variegata e complessa, caratterizzata non dall’idea di una astratta «ragione pura», ma da quella che è stata definita una «ragione impura», il cui studio consente una più ampia conoscenza delle radici filosofiche che stanno alla base dell’identità culturale e politica del paese;
c) la ricerca intorno alla cultura napoletana tra XIX e XX secolo, che ha trovato un ulteriore esito nel lungo saggio su Napoli capitale (che raccoglie in appendice alcuni scritti di G. Ferrari, G. Ricciardi e F. Persico);
d) la ricerca intorno alla cultura italiana della prima metà del Novecento, letta in particolare attraverso le riflessioni di Luigi Salvatorelli e Giorgio Levi Della Vida, dei quali ha curato l’importante carteggio;
e) lo studio della storia della cultura e della crisi europea (con particolare riferimento a E. Troeltsch e a E. Cassirer);
f) la riflessione intorno al carattere delle culture, con particolare riferimento alla dimensione dell’interculturalità, come pratica del vivere in comune, e dello studio dell’alterità.
Tali linee di ricerca si sono concretizzate in numerose pubblicazioni scientifiche e nella partecipazione a convegni e seminari.


Elenco delle pubblicazioni

VOLUMI



  1. Quinto Contributo alla Bibliografia vichiana (1991-1995), Napoli, A.Guida, 1997.




  1. Giuseppe Ferrari editore e interprete di Giambattista Vico, Napoli, A. Guida, 2001.




  1. Sesto Contributo alla Bibliografia vichiana (1996-2000), Napoli, A. Guida, 2002.




  1. «Il senso del concreto». Contributo ad una storia della cultura napoletana tra Otto e novecento, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2003.




  1. Vero-fatto, Napoli, Guida, 2007.




  1. A Milano e a Napoli: biografia, cultura storica, filosofia in Vincenzo Cuoco, Milano, Mimesis, 2011,




  1. Filosofia, rivoluzione, storia. Saggio su Giuseppe Ferrari, Napoli, Liguori, 2012.

SAGGI



  1. Motivi humboldtiani nella filosofia di Ernst Cassirer, in «Atti dell'Accademia di Scienze morali e politiche», vol.XCVII (1986), pp.199-221.




  1. Scienza della cultura e storiografia filosofica in Ernst Cassirer, in «Archivio di storia della cultura», III (1990), pp.409-444.




  1. Sulla fortuna di Friedrich Christoph Schlosser nella storiografia tedesca dell'800, in «Archivio di storia della cultura», IV (1991), pp.233-252




  1. Tesi di dottorato Bildung, cultura e morale nell'opera storica di Friedrich Christoph Schlosser




  1. Introduzione, in W.DILTHEY-O.LORENZ, I principi della storiografia di Friedrich Christoph Schlosser, Napoli, 1993, pp. 7-35




  1. Storia della cultura e giudizio morale nella storiografia di Friedrich Christoph Schlosser, in «Archivio di storia della cultura», VII (1994), pp.35-114.




  1. Le idee di Georg Gottfried Gervinus sull'Istorica e un confronto con Francesco De Sanctis, in «Archivio di storia della cultura», VII (1994), pp. 261-272.




  1. Le idee nella storia: Antonio Labriola, in «Archivio di storia della cultura», VIII (1996)




  1. Le idee nella storia: Antonio Labriola, in Antonio Labriola. Filosofo e politico, atti del Convegno su Antonio Labriola, Milano, Guerini e Associati, 1996




  1. Giuseppe Ferrari editore ed interprete di Giambattista Vico: una linea di ricerca, in «Accademia di Scienze morali e politiche», CVII (1996), pp.5-34.




  1. Ernst Cassirer e il problema dell’oggettività delle scienze della cultura, in Lo Storicismo e la sua storia. Temi problemi e prospettive, Milano, Guerini, 1997, pp. 396-408.




  1. The critical edition of Giambattista Vico’s Oeuvre and the Centro di studi vichiani, in «European Review of History», IV (1997), 2, pp. 223-224.




  1. Religion, Kulturgeschichte und moralisches Urteil in der Geschichtsauffassung Friedrich Christoph Schlossers, in «Geschichte und Gegenwart», 16 (1997) 4, pp. 211-229.




  1. Metodologia della storia e politica nell’Istorica di Georg Gottfried Gervinus, in G.G.GERVINUS, Lineamenti di Istorica, a cura di M.Martirano, pp. 7-26.




  1. Brevi osservazioni sul vichismo del giovane Ferrari, in All’ombra di Vico. Testimonianze e saggi vichiani in ricordo di Giorgio Tagliacozzo, a cura di F.Ratto, Ripatransone, Edizioni sestante, 1999, pp. 289-296.




  1. Le linee dello storicismo di Pasquale Villari negli scritti metodologici, in P.VILLARI, La storia è una scienza?, Soveria Mannelli, Rubbettino, 1999, pp. 11-32




  1. Politica e cultura negli scritti giornalistici di Vincenzo Cuoco (1801-1806), in V. CUOCO, Scritti giornalistici 1801-1815, a cura di D. Conte e M. Martirano, vol. I, Napoli, Fredericiana, 1999, pp. XXIII-LXXII.




  1. Introduzione a E. SCHULIN, L’idea di Oriente in Hegel e Ranke, a cura di M. Martirano, Napoli, Liguori, 1999




  1. Vico e la filosofia francese nell’interpretazione del giovane Ferrari, in Vico tra l’Italia e la Francia, Napoli, A. Guida, 2000, pp. 67-92.




  1. Il Vico di Giuseppe Ferrari in Il mondo di Vico/Vico nel mondo, Perugia, Edizioni Guerra, 2000.




  1. L’edizione degli scritti giornalistici di Vincenzo Cuoco: materiali e linee interpretative, in «Il Notiziario. Bollettino dell'Università degli Studi di Napoli», 2000




  1. Algunos momentos de la interpretacion ferrariana de la filosofia de Vico, in «Cuadernos sobre Vico» 1999-2000, pp. 173-184




  1. La presenza di Vico nell’attività giornalistica milanese di Vincenzo Cuoco (1804-1806), in Pensar para el nuevo siglo. Giambattista Vico y la cultura europea, a cura di E. Hidalgo Serna (et alii), Napoli, La Città del Sole, 2001, vol. II, pp. 589-614.




  1. La cultura napoletana attraverso i Discorsi augurali (1862-2001), in I discorsi inaugurali nell’Università degli Studi di Napoli (1862-2001), a cura di M. Martirano, Napoli, Fridericiana, 2 voll., 2002.




  1. Vico, in Filosofie nel tempo, diretta da G. Penzo, a cura di C. Salandini, Roma, SpazioTre, vol. II, 2002, pp. 835-895.




  1. Vita di una Università: la «Federico II» nelle relazioni dei suoi rettori, in Le relazioni dei Rettori nell’Università degli Studi di Napoli (1862-2001), a cura di M. Martirano, Napoli, Fridericiana, 3 voll., 2003.




  1. L’edizione degli scritti giornalistici di Vincenzo Cuoco: materiali e linee interpretative (insieme a Domenico Conte), in Napoli 1799. Fra storia e storiografia, a cura di A. Maria Rao, Napoli, Vivarium, 2003, pp. 775-797 (in part. par. I, pp. 775-785).




  1. Jean Louis Eugène Lerminier nel giudizio di Eduard Gans e Giuseppe Ferrari, in Storia e vita civile. Studi in memoria di Giuseppe Nuzzo, a cura di E. Di Rienzo e A. Musi, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 2003, pp. 457-469.




  1. Croce filosofo, in «Rivista di storia della filosofia», 4 (2003), pp. 745-750.




  1. Croce filosofo, in «Educação e Filosofia. An International Journal of Philosophy and Education» (Uberlãndia, Brasil), vol. 17, numero 33 jan./jun 2003, pp. 195-210.




  1. La recezione di Vico in Spagna attraverso i Cuadernos sobre Vico, in Vico nelle culture iberiche e lusitane, a cura di G. Cacciatore e M. Martirano, Napoli, Guida, 2004




  1. Vico in alcuni momenti della tradizione risorgimentale italiana, in «Bollettino del centro di studi vichiani» XXXIV (2004), pp. 57-76.




  1. Vico à certaines étapes de la tradition italienne du «Risorgimento», in La «Scienza nuova» de Giambattista Vico, volume publié sous la direction d’André Tosel, in «Noesis», 8 (2005), pp. 195-214.




  1. Introduzione a G. Ferrari, Scritti di filosofia e di politica, a cura di M. Martirano, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2006, pp. I-XVII




  1. L’idea di Oriente in Carlo Cattaneo, in «Archivio di storia della cultura», XIX, 2006, pp. 43-71.




  1. Le accademie, in Napoli e la Campania nel Novecento. Diario di un secolo, diretto da A. Croce-F.Tessitore-D.Conte, Napoli, Liguori, 2006, vol. II, pp. 503-538.




  1. L’editoria di ambito umanistico, in Napoli e la Campania nel Novecento. Diario di un secolo, diretto da A. Croce-F.Tessitore-D.Conte, Napoli, Liguori, 2006, vol. II, pp.605-630.




  1. Civiltà latina e civiltà germanica: un “compendio” di storia universale in Pasquale Villari, in «Archivio di storia della cultura», XX, 2007, pp. 373-390.




  1. «Spirito pubblico» e «spirito privato»: qualche considerazione per un profilo biografico di Vincenzo Cuoco, in V. Cuoco, Epistolario (1790-1817), a cura di D. Conte e M. Martirano, Roma-Bari, Laterza, 2007




  1. Some reflections on the theme of the Orient in the historiography of Carlo Cattaneo, in «Educação e Filosofia. An International Journal of Philosophy and Education» (Uberlãndia, Brasil), vol. 21, n. 42, jul/dez 2007, pp. 37-60.




  1. La filosofia civile nella tradizione filosofica meridionale del primo Ottocento, in Momenti della filosofia civile italiana, a cura di Giuseppe Cacciatore e Maurizio Martirano, Napoli, La Città del sole, 2008, pp. 111-146




  1. La filosofia civile in alcuni momenti del pensiero democratico e risorgimentale, in Momenti della filosofia civile italiana, a cura di Giuseppe Cacciatore e Maurizio Martirano, Napoli, La Città del sole, 2008, pp. 147-200




  1. La tradizione civile nel positivismo italiano, in Momenti della filosofia civile italiana, a cura di Giuseppe Cacciatore e Maurizio Martirano, Napoli, La Città del sole, 2008, pp. 201-231




  1. Intorno alle nozioni di civiltà latina e civiltà germanica nella storiografia di Pasquale Villari, relazione presentata in occasione del convegno «Il positivismo italiano: una questione chiusa?», svoltosi a Catania dall’11 al 14 settembre 2007 edita nel volume Il positivismo italiano: una questione chiusa?, a cura di G. Bentivegna et alii,, Bonanno, Acireale-Roma, 2008, pp.512-527.




  1. Un giornalista del decennio francese: Vincenzo Cuoco, relazione presentata in occasione del convegno «Le riviste a Napoli dal XVIII al primo Novecento» svoltosi presso l’Accademia Pontaniana di Napoli dal 15 al 17 novembre 2007, edito in Le riviste a Napoli dal XVIII al primo Novecento, a cura di A. Garzya, Napoli, Accademia Pontaniana, 2008, pp. 373-393.




  1. Filosofia civile e rivoluzione in Carlo Pisacane, relazione presentata in occasione del convegno «La Spedizione. L’impresa di Carlo Pisacane e il Risorgimento meridionale», svoltosi presso la Certosa di Padula il 29 e 30 giugno 2007, edita nel volume Tra pensiero e azione: una biografia politica di Carlo Pisacane, a cura di C. Pinto e L. Rossi, Salerno, Plectica Editrice, 2010, pp. 265-273




  1. Giambattista Vico e Vincenzo Cuoco nella tradizione della filosofia civile italiana, relazione presentata, insieme con Giuseppe Cacciatore, in Il pensiero politico meridionale, a cura di G. Minichiello-C. Gily, pref.di A.Maccanico, atti del convegno organizzato ad Avellino dal Centro «Guido Dorso» il 1 e 2 dicembre 2006, Avellino, Edizioni del Centro Dorso, 2008, pp. 219-236




  1. Il tema dell’Oriente nella storiografia di Carlo Cattaneo, in Vico e l’Oriente (Cina, Giappone, Corea), a cura di D. Armando, F. Masini, M. Sanna, Roma, Trmedia, 2008.




  1. Alcuni aspetti del verum-factum nella filosofia moderna e post-kantiana, in 50 anni tra didattica e ricerca. Studi in onore di C. Senofonte, a cura di G. M. Pizzuti, Napoli, ESI, 2008, pp. 155-174.




  1. Le avventure dell’epistolario di Vincenzo Cuoco, relazione presentata al convegno internazionale organizzato dal CRES (Centro di Ricerca sugli Epistolari del Settecento) «La carte vive. Epistolari e carteggi nel Settecento», Verona 4-5-6 dicembre 2008, edita nel volume Le carte vive. Epistolari e carteggi nel Settecento, a cura di C. Viola, Roma, Edizioni di storia e Letteratura, 2011, pp. 439-446




  1. Aspetti della filosofia civile italiana, relazione presentata al convegno nazionale «Etica e ontologia. Fatto, valore, soggetto», Bergamo 31 marzo-1 aprile 2009 ed edita nel volume Etica e ontologia. Fatto, valore, soggetto, a cura di F. Bonicalzi e G. Dalmasso, Rubbettino, Soveria Mannelli, 2009, pp. 65-80.




  1. Alcune considerazioni intorno a Jacques Maritain, in La politica ne La Primauté du Spirituel di Jacques Maritain, a cura di G. G. Curcio, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2009, pp. 13-21.




  1. Nota a Cuoco (in)edito, in «Belfagor», LXIV, 2009, 4, pp. 439-440.




  1. Qualche cenno sul tema della valutazione nell’Università della Basilicata, in Nuovi saperi e nuova didattica nell’Università del nuovo millennio. Dieci anni dopo il D.M. 509, a cura di F. Lomonaco, presentazione di F. Tessitore, Napoli, ScriptaWeb, 2010, pp. 89-99.




  1. Note su Tra religione e prudenza. La “Filosofia pratica” di Giambattista Vico di Enrico Nuzzo, in «Bollettino del Centro di studi vichiani», XL, 2/2010, pp. 85-90.




  1. Per una «vita civile»: la riflessione etico-politica di Vincenzo Cuoco nell’Italia del primo Risorgimento, in V. Cuoco, Pagine giornalistiche, a cura di F. Tessitore, Roma-Bari, Laterza, 2010, pp. 931-964




  1. Neapel und Vico (in collaborazione con Giuseppe Cacciatore e Manuela Sanna), in Grundriss der Geschichte der Philosophie. Bd. 3: Die Philosophie des 18.Jahrhunderts. Italien, hrsg.von J. Rohbeck und W. Rother, Schwabe Verlag, Basel, 2011, pp. 89-128




  1. Napoli capitale. Un dibattito filosofico-politico all’alba della “nuova Italia” (con un’appendice di scritti di Giuseppe Ferrari, Giuseppe Ricciardi e Federico Persico), in «Civiltà del mediterraneo» numero monografico, Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 18-19 (2010-2011), pp. 41-167.




  1. Qualche riflessione intorno a Labriola e l’idea di storia d’Italia, in Risorgimento per lumi sparsi, a cura di Francesco Rizzo, Firenze, Le Lettere, 2011, pp. 267-282.




  1. Uno sguardo sull’altro, in Filosofia interculturale. Identità, riconoscimento, diritti umani, a cura di R.Diana e S.Achella, Milano, Mimesis, 2011 pp 51-67.




  1. Riflessioni intorno alla filosofia e alla rivoluzione in Giuseppe Ferrari, in Le filosofie del Risorgimento, Milano-Udine, Mimesis, 2012, pp. 289-304.

62. Realismo e ineguaglianze nella concezione di Francesco Antonio Grimaldi, in Storia del pensiero filosofico in Calabria da Pitagora ai giorni nostri, a cura di M. Alcaro, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2012, pp.237-344.




  1. Vico e a construção do mundo humano, in Embates da razão: mito e filosofia na obra de Giambattista Vico, Edufu, Editora da Universidade Federal de Uberlândia, 2012, pp. 251-274.




  1. Percorsi per una dimensione interculturale, in «Civiltà del Mediterraneo», 22, 2012, pp. 89-102.




  1. Alcune riflessioni sul problema della relazione tra “fenomeni base”, conoscenza storica e storia della filosofia in Ernst Cassirer, in Simbolo e cultura. Ottant’anni dopo la Filosofia delle forma simboliche, Milano, FrancoAngeli, 2012, pp. 209-221.




  1. Napoli capitale nel dibattito autonomista neoguelfo, in «Campania Sacra», 44 (2013) 1, pp. 183-209.




  1. Per un'Italia civile. Politica e cultura storica nel carteggio Levi Della Vida – Salvatorelli, in «Atti della Accademia Nazionale dei Lincei. Memorie Classe di Scienze Morali Storiche e Filologiche», XXXI, 3, 2013, pp. 405-510.




  1. Un momento del vichismo primo ottocentesco. In ricordo di Umberto Carpi, in «Bollettino del Centro di studi vichiani», 2014, pp.218-225.




  1. Lineamenti per una storia d'Italia nella riflessione di Luigi La Vista, in Per Luigi La Vista, a cura di S. Di Bella e F. Rizzo, Firenza, Le Lettere, 2015, pp.53-68




  1. L'anomalia italiana, in «Bollettino del Centro di studi vichiani», 2015, pp.158-160.




  1. Algunas observaciones sobre la idea de «historia integral» e «historia viviente» en Giorgio Levi Della Vida (y Luigi Salvatorelli), in Magister et discipuli: filosofía, historia, política y cultura, a cura di A. Scocozza-G. D’Angelo, Bogotá, Penguin Random House, 2016, tomo II, pp. 85-101.

  2. Anni simbolici”. Le idee intorno al 1914 di Ernst Troeltsch, in «Archivio di storia della cultura», XXIX, 2016, pp. 615-630.

CURATELE



  1. La cultura italiana tra otto e novecento, a cura di M. Martirano e E. Massimilla, «Quaderni dell'Archivio di storia della cultura», 5 (1991) II




  1. Archivio di storia della cultura - Quaderni dell’Archivio. Indice generale (1987-1997), a cura di M. Martirano e Edoardo Massimilla, Napoli, 1997.




  1. Filosofia e storia della cultura. Scritti in onore di Fulvio Tessitore, a cura di G. Cacciatore, M. Martirano, E. Massimilla, 3 voll., Napoli, 1997




  1. P.VILLARI, La storia è una scienza?, a cura di M. Martirano, Soveria Mannelli, Rubbettino, 1999




  1. P.VILLARI, Teoria e filosofia della storia, a cura di M. Martirano, Roma, Ed. Riuniti. 1999




  1. V. CUOCO, Scritti giornalistici 1801-1815, a cura di D. Conte e M. Martirano, 2 voll., Napoli, Fredericiana, 1999




  1. Il Manifesto del partito comunista a 150 anni dalla sua pubblicazione, a cura di G. Cacciatore e M. Martirano, in «Diritto e cultura» 1-2 (2000).




  1. Bibliografia degli scritti di Giuseppe Cacciatore (1969-2000), a cura di A. Scocozza, A. Giugliano, M. Martirano, Salerno, Il Paguro, 2001




  1. Percorsi dello storicismo italiano nel secondo Novecento, a cura di M. Martirano e E. Massimilla, in «Quaderni» dell’«Archivio di storia della cultura» 2002




  1. I discorsi inaugurali nell’Università degli Studi di Napoli (1862-2001), a cura di M. Martirano, Napoli, Fridericiana, 2 voll., 2002




  1. Le relazioni dei Rettori nell’Università degli Studi di Napoli (1862-2001), a cura di M. Martirano, Napoli, Fridericiana, 3 voll., 2003




  1. Vico nelle culture iberiche e lusitane, a cura di G. Cacciatore e M. Martirano, Napoli, Guida, 2004




  1. G. FERRARI, Scritti di filosofia e di politica, a cura di M. Martirano, Soveria Mannelli, Rubbettino, 2006




  1. V. CUOCO, Epistolario (1790-1817), a cura di D. Conte e M. Martirano, Roma-Bari, Laterza, 2007




  1. Momenti della filosofia civile italiana, a cura di Giuseppe Cacciatore e Maurizio Martirano, Napoli, La Città del sole, 2008




  1. G.CACCIATORE-G.CANTILLO, A quattro mani. Saggi di filosofia e storia della filosofia, Salerno, Edizioni Marte, 2010.




  1. Le filosofie del Risorgimento, Milano-Udine, Mimesis, 2012.




  1. Luigi Salvatorelli, Giorgio Levi Della Vida, La pazienza della storia. Carteggio (1906-1966), edizione critica a cura di M. Martirano, in «Atti della Accademia Nazionale dei Lincei. Memorie Classe di Scienze Morali Storiche e Filologiche», XXXI, 3, 2013, pp. 395-888.




TRADUZIONI E CURATELE




  1. W.DILTHEY-O.LORENZ, I principi della storiografia di Friedrich Christoph Schlosser, traduzione, introduzione e cura di M. Martirano, Napoli, Guida, 1993




  1. G. G. GERVINUS, Lineamenti di Istorica, traduzione e introduzione di M. Martirano in «Archivio di storia della cultura», VII (1994), pp. 273-312.




  1. G. G. GERVINUS, Lineamenti di Istorica, traduzione introduzione e cura di M. Martirano, Rubbettino, Soveria Mannelli, 1998




  1. E.SCHULIN, L’idea di Oriente in Hegel e Ranke, traduzione, introduzione e cura di M. Martirano, Napoli, Liguori, 1999.




  1. E. TROELTSCH, Le idee del 1914, in «Archivio di storia della cultura», XXIX, 2016, pp, 631-653.







©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale