Dall’arte astratta alla valutazione concreta



Scaricare 10.58 Kb.
04.12.2017
Dimensione del file10.58 Kb.

M
inistero della Pubblica Istruzione
Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia - Direzione Generale



Servizi per la Valutazione


dall’arte astratta….alla valutazione concreta

8 maggio 2007

IPSSCT “Cavalieri” – Milano
Nel febbraio 1947 all’ ex palazzo Reale l’esposizione “Arte astratta e concreta”,

sessant’anni dopo, in una istituzione scolastica, si propone il dualismo astratto – concreto nell’arte dell’insegnare.


Secondo alcuni, infatti l’insegnamento è di libera ispirazione, legata alla rappresentazione della realtà soggettiva ed interiore dell’artista/insegnante, difficilmente programmabile, non valutabile, secondo altri ha principi teorici di riferimento, ma afferisce ad arte concreta perché si confronta quotidianamente con la raffigurazione della realtà della classe inserita in un’Organizzazione che non solo è valutabile in termini di efficacia ed efficienza, ma deve render conto socialmente dell’uso delle risorse in rapporto agli esiti e delle scelte strategiche.
Può la valutazione evidenziare e conciliare la relazione tra queste due posizioni?
Programma (in bozza)
Ore 9 Accoglienza – DS Franca Lodigiani
9,15 Saluto del Direttore Generale Annamaria Dominici
9,30 Presentazione del seminario – AnnaMaria Gilberti
9,45 “La qualità della relazione formativa” – Anna Rezzara
10,45 “ In classe si gioca e si lavora” – Ivano Moschetti
11,15 Tavola: sul piatto la scuola ed assaggi valutativi a confronto tra

Annamaria Benini, Mario Castoldi, Paola Orlandini, Antonella Scarpa,

Ismene Tramontano, Renata Viganò
12,45 Dibattito con l’aula
13,15 Buffet
14,15 Seminari paralleli con la presenza di testimoni esterni (AICQ, AIR,

ISFOL, Rappresentanti sindacali, Scuole, USR Emilia Romagna,

Università):


  1. La valutazione di sistema: l’evoluzione del Questionario INValSI

dal 2006 al 2007 con la considerazione di dati nazionali e regionali

(esempio a cura di USR ER – USR Lo).




  1. Le scelte strategiche per i Servizi di valutazione nel territorio.

(esempi: i seminari ForUVa, la rilevazione delle esperienze di valutazione degli apprendimenti di matematica, i seminari territoriali per lo studio della ricaduta didattica dei risultati del SNV…).




  1. La validazione del POF come strumento di rendicontazione sociale: dall’applicazione della carta dei servzi al POF, alla relazione sociale.




  1. Il controllo di qualità per il SNV 2006 – 07 attraverso audit, osservazioni e focus group con riflessione sull’analisi del clima nel contesto di valutazione di prestazioni individuali e cooperative come nel caso della competizione Matematica senza Frontiere.




  1. La valutazione della relazione tra apprendimenti ed insegnamento.




  1. Intergruppo – AnnaMaria Gilberti

17,45 Conclusione dell’incontro.




Via Crocefisso 22 – 20123 MILANO

Telefono: + 39 02 58209116 – Fax: +39 02 58209100 - e- mail: annamaria.gilberti@istruzione.it



amgilberti@libero.it






©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale