Dinamica e strategia delle maggiori imprese del settore farmaceutico



Scaricare 445 b.
24.01.2018
Dimensione del file445 b.





La quota media di spesa medica e farmaceutica in Europa

  • La quota media di spesa medica e farmaceutica in Europa

  • è dell’8,9% del reddito prodotto: per medicinali il 17%; il

  • 35% per spesa ospedaliera; il 48% non ospedaliera.

  • Il consumo di medicinali nell’area europea è di 141 miliardi

  • US$, di cui 16,7 miliardi in Italia (12% del totale Europa),

  • Fino al 1992 anche l’Italia disponeva di una grande azienda

  • famaceutica, Farmitalia, gruppo Montedison, ceduta a

  • Pharmacia, a sua volta acquisita da Pfizer, nel 2002.

  • Ora solo il 30% della produzione farmaceutica realizzata in

  • Italia è svolta da aziende a capitale italiano.



La spesa per la salute negli Stati Uniti è di

  • La spesa per la salute negli Stati Uniti è di

  • 600 milioni/anno di US$, assorbe il 16% del

  • reddito, conta per il 40% del totale mondiale

  • La spesa per farmaci è un sesto della spesa

  • sanitaria, che comprende anche ospedali,

  • personale sanitario, ecc.

  • L’industria farmaceutica è concentrata in

  • pochi grandi gruppi che dominano il mercato





  • I grandi progressi nelle scoperte di nuovi farmaci

  • Il grande aumento delle aspettative di vita

  • Il dominio di pochi gruppi sul mercato mondiale

  • Il forte impatto degli investimenti per la ricerca e la pubblicità

  • L’importanza della tutela brevettuale sulle innovazioni



i 12 i 500 %

          • i 12 i 500 %
          • ___________________________________________
  • Fatturato 358 18.928 1,9

  • Profitti 82 1.215 6,7

  • La % di utili è molto più alta nella farmaceutica,

  • alta è la spesa per ricerche: 10/20% del fatturato

  • i 12 i 500

  • %Profitti/Fatturato 22,9 6,4



  • Le 6 imprese, in posizione dominante da decenni, sono nei

  • primi 11 posti di testa per utili tra le 500 majors americane

  • Nome Fatturato Utile utile/ Posto tra 500 nel 2011

  • 2011 2011 fatturato fatturato utile

  • Pfizer 67,9 10,0 15% 40° 9°

  • Johson & J 65,0 9,7 15% 42° 8°

  • Merck 48,0 6,3 13% 57° 10°

  • Abbot Lab. 38,8 4,7 12% 71° 11°

  • ElyLilly 24,3 4,3 18% 118° 5°

  • Bristol-M-S 21,2 3,7 17% 134° 6°

  • ( nel 2011, in mm US$)



  • Nome Fatturato Utile utile/ Posto tra 500 nel 2011

  • 2011 2011 fatturato fatturato utile

  • Amgen 15,6 3,9 24% 188° 24°

  • Gilead S. 8,4 2,8 33% 308° 33°

  • Mylan 8,1 0,5 9% 396° 9°

  • Allergan 5,4 0,9 17% 448° 17°

  • Biogen Idec 5,0 1,2 24% 478° 24°

  • Celgene 4,8 1,3 27% 492° 27°



Quindi, negli ultimi anni, si sono fatti avanti molti

  • Quindi, negli ultimi anni, si sono fatti avanti molti

  • newcomers di cui 6 sono entrati tra le 500 majors.

  • Questi newcomers sono particolarmente attenti

  • alle ricerche di frontiera: biotecnologie, malattie

  • rare, retrovirali, immunoterapie, ma anche ricerca

  • di inseguimento per migliorare e produrre a costi

  • competitivi farmaci correnti



  • Gruppo Fatturato Utile Posto tra le 500, per: fatturato utile

  • Roche 47,1 7.2 153° 43°

  • Glaxo, SK 44,2 8,6 163° 34°

  • Novartis 45,1 8,4 160° 35°

  • Sanofi 43,4 7,3 169° 42°

  • Astra Z 32,8 7,5 226° 40°

  • Bristol MS 21,6 10.6 404° 28°



Le 9 maggiori (un quinto del fatturato, due terzi delle spese per ricerca dell’insieme delle imprese italiane):

  • Le 9 maggiori (un quinto del fatturato, due terzi delle spese per ricerca dell’insieme delle imprese italiane):

  • Bracco, Chiesi, Dompé, Italfarmaco, Menarini, Recordati Rottapharm, Sigma Tau, Zambon

  • I dati delle 9 maggiori negli anni 2000 (in milioni di euro):

          • Fatturato 5.124
          • di cui export 2.669
          • Spese per ricerca 532
          • Investimenti 236
          • Dipendenti 24.300


- Nel luglio 2007 è iniziata una crisi economica mondiale, che non ha eguali se non in quella culminata nel lontano 1929. La crisi nasce negli Stati Uniti, nel settore edilizio, coinvolge il settore finanziario, ed acquista rilievo globale nel 2008, persistendo ancora in Europa.

  • - Nel luglio 2007 è iniziata una crisi economica mondiale, che non ha eguali se non in quella culminata nel lontano 1929. La crisi nasce negli Stati Uniti, nel settore edilizio, coinvolge il settore finanziario, ed acquista rilievo globale nel 2008, persistendo ancora in Europa.

  • - Nel grafico seguente è sintetizzata la dinamica dei profitti delle 500 maggiori società USA, per settori, elevati e crescenti dal 2003 al 2007, per volgere a perdite nel 2008.

  • - Tuttavia anche nel 2008 il settore farmaceutico e della salute mantiene, tra i pochi, un elevato livello di profitti





Negli USA, punto di inizio della crisi, le vendite di prodotti farmaceutici si mantengono o subiscono deboli varianti, come risulta dalla tabella successiva

  • Negli USA, punto di inizio della crisi, le vendite di prodotti farmaceutici si mantengono o subiscono deboli varianti, come risulta dalla tabella successiva

  • Gli utili in generale si mantengono, pur riducendosi, ma soprattutto migliora il posizionamento delle imprese farmaceutiche rispetto alle altre majors



Negli oltre 50 anni, dal 1950 a oggi, solo 10 gruppi su 500 si sono mantenuti nelle 500 majors

  • Negli oltre 50 anni, dal 1950 a oggi, solo 10 gruppi su 500 si sono mantenuti nelle 500 majors

  • Le due maggiori farmaceutiche, Pfizer e J&J hanno realizzato i percorsi migliori: la prima dal 215° al 31° posto, la seconda dal 159° al 40°.



2002 2003 2004 2005

  • 2002 2003 2004 2005

  • Fatturato 29,8 41,8 50,0 47,4

  • Utile netto 9,2 3,9 11,4 8,1

  • % Utile/fatturato 30,9 9,3 22,8 17,1

  • 2006 2007 2008 2009 2010

  • Fatturato 48,4 48,4 48,3 50,0 67,8

  • Utile netto 19,3 8,1 8,1 8,6 8,3

  • % utile/fatturato 39,9 16,7 16,8 17,2 12,2



Patologie fatturato

  • Patologie fatturato

  • malattie cardiovascolari e del metabolismo 18,8

  • disordini del sistema nervoso centrale 6,6

  • artrite e antidolorifici 2,9

  • malattie infettive e della respirazione 3,5

  • urologia 3,0

  • oncologia oftalmologia 1,6

  • disordini del sistema endocrino 3,8

  • altri farmaci 1,8

  • farmaci per animali 2.6

  • fatturati in miliardi di US$/anno



Aree patologiche fatturato

  • Aree patologiche fatturato

  • terapie primarie (primary) 22,5

  • terapie specialistiche 7,4

  • oncologia 1,5

  • totale biofarmaceutici 45,4

  • prodotti per animali 2,8

  • fatturati in miliardi di US$/anno



L’Atorvastatin (INN) è un prodotto utilizzato

  • L’Atorvastatin (INN) è un prodotto utilizzato

  • a prevenzione di patologie cardiovascolari

  • La prima sintesi è stata completata e brevettata nel 1985, dal dr. Bruce Roth

  • Il brevetto è stato ottenuto dalla Parke-Davis Warner-Lambert Co., azienda acquisita da Pfizer



Oggi è il farmaco più venduto nel mondo

  • Oggi è il farmaco più venduto nel mondo

  • Le vendite di Lipitor, nel 2010, sono ammontate a 5,3 miliardi di US$ negli Stati Uniti, e di 5,4 miliardi in altri 118 paesi

  • Il Lipitor ha costituito nel solo 2010, il 16% del fatturato di Pfizer, che lo ha distribuito in esclusiva per 25 anni

  • Scadenza del brevetto, dopo una breve proroga:

  • novembre 2011 negli USA, maggio 2012 altrove



Alla scadenza del brevetto, produzione e vendita del farmaco sono libere, previa la verifica di qualità della US Food & Drug Administration.

  • Alla scadenza del brevetto, produzione e vendita del farmaco sono libere, previa la verifica di qualità della US Food & Drug Administration.

  • Si è constatato, in termini generali, che,nel giro di 12 mesi dalla scadenza del brevetto, l’azienda che abbia operato in esclusiva (25 anni) scende a una quota di mercato vicina a 0.

  • Quanto al prezzo, la discesa arriva oltre il 90% del prezzo della specialità protetta da brevetto.






©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale