Diocesi di roma


Il bambino imparerà guardando i suoi genitori



Scaricare 190.5 Kb.
Pagina21/55
29.03.2019
Dimensione del file190.5 Kb.
1   ...   17   18   19   20   21   22   23   24   ...   55
4. Il bambino imparerà guardando i suoi genitori

La fede non si trasmette solo educando i figli ad essa, ma soprattutto vivendola in prima persona. I bambini non ascoltano solo ciò che gli si dice, ma osservano gli adulti in ogni loro gesto. Una bambina impara la femminilità non solo perché la mamma le compra le bambole o la veste con una gonna, ma perché vede la mamma essere donna e vivere in un dialogo vero di amore con il marito. Così un bambino diviene uomo stimando suo padre e vedendo ciò che lui ama e sceglie.

Per questo i genitori educano anche attraverso l'amore reciproco che si scambiano, attraverso il lavoro che compiono, attraverso il modo in cui riflettono sul mondo, attraverso le scelte del tempo libero e così via.

Può essere indifferente allora per la crescita del bambino la maturazione dei genitori nella fede? La domanda che essi si pongono sull'educazione religiosa del figlio è un'occasione provvidenziale per riscoprire per loro stessi la possibilità di rinnovare la loro fede e di vivere con quel respiro grande che solo la speranza cristiana può dare.

La responsabilità che i genitori si assumono battezzando un figlio li aiuta così a capire che la trasmissione della fede non è un compito da specialisti o da “addetti al mestiere”, bensì appartiene intimamente alla loro missione di genitori, perché il bambino si fiderà dei suoi genitori più che di chiunque altro. Niente può sostituire nella sua crescita la testimonianza di fede che gli daranno il padre e la madre con la loro preghiera, con il loro amore, con la loro fedeltà alle feste cristiane, con il loro comunicargli la bontà del Dio vicino.




Condividi con i tuoi amici:
1   ...   17   18   19   20   21   22   23   24   ...   55


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale