Documentazione e certificazioni



Scaricare 0.8 Mb.
Pagina60/67
29.03.2019
Dimensione del file0.8 Mb.
1   ...   56   57   58   59   60   61   62   63   ...   67

Amianto




Introduzione

In greco la parola amianto significa immacolato e incorruttibile e asbesto significa perpetuo ed inestinguibile.

La conoscenza delle sue particolari caratteristiche e l’utilizzo risalgono a tempi antichissimi, infatti ad esempio già gli Egizi lo utilizzavano nei tessuti per l’imbalsamazione delle mummie.
L’impiego industriale dell’amianto risale agli ultimi decenni dell’Ottocento. Nelle varie tipologie di manufatti, le fibre possono ritrovarsi libere o legate debolmente (amianto in matrice friabile), oppure possono essere tenacemente conglobate in una matrice stabile e solida come nel cemento-amianto o vinilamianto, (amianto in matrice compatta) –.
Per anni l’amianto, materiale estremamente versatile e a basso costo, ha avuto svariate applicazioni industriali, edilizie e in prodotti di consumo.

Edilizia: cemento-amianto per lastre (eternit), tegole, piastrelle, tubi, decorazioni, pannelli per isolamento antincendio, applicazione a spruzzo per intonaci isolanti;

Industria navale: rivestimenti coibentanti e antincendio;

Industria aeronautica: rivestimenti coibentanti e antincendio;

Industria ferroviaria: rivestimenti coibentanti e antincendio;

Industria automobilistica: guarnizioni per freni e frizioni, applicazioni coibentanti;

Industria materie plastiche: additivi, rinforzante per manufatti vari;

Industria chimica: filtri e guarnizioni per varie funzioni, resine termoindurenti e termoplastiche;

Industria metallurgica: schermi e indumenti protettivi, coibentazioni di forni, caldaie, etc.;

Industria tessile dell’asbesto: tessuti, nastri, funi, spaghi, filati, tappezzerie;

Altri: tute e indumenti protettivi antincendio o anticalore, carte, cartoni, isolanti elettrici, pitture, vernici, talco.
L’utilizzo di amianto, dopo il riconoscimento dei gravi danni alla salute che esso provoca, ha subito un’inversione di tendenza, fino ad arrivare, almeno nei paesi occidentali, a una sua totale eliminazione a seguito dell’introduzione di normative specifiche.

In Italia dal marzo 1993 la legge 257/92 vieta:

• l’estrazione;

• l’importazione e l’esportazione;

• la commercializzazione;

• la produzione di amianto e di prodotti contenenti amianto.


Nelle strutture scolastiche l’amianto è stato utilizzato come materiale di rivestimento delle strutture per aumentarne la resistenza al fuoco (coperture, pannelli per controsofittatura, nei pavimenti costituiti da vinil-amianto delle aule o delle palestre), come isolante termico per le tubazioni, per i cassoni per l’acqua, o per alcuni elementi dell’impianto di riscaldamento (cartoni).
Il materiale contenente amianto più diffuso negli edifici scolastici è costituito dalle mattonelle in resina PVC additivate con copolimeri, pigmenti e percentuali variabili di amianto, posate soprattutto nei decenni ‘60-80. Le fibre di amianto sono contenute in una matrice compatta, un materiale molto duro e resistente dal quale risulta improbabile un rilascio di fibre durante il normale utilizzo, se il materiale stesso è mantenuto in buone condizioni.

Negli edifici scolastici, tuttavia, la presenza di bambini e ragazzi, l’intensa sollecitazione dei pavimenti, la facile tendenza al deterioramento (sia in relazione alla rigidità del materiale che all’epoca di installazione, ormai remota) richiedono l’attuazione dei massimi livelli di cautela per evitare il rischio di esposizione “indebita” a fibre di amianto da parte degli occupanti dell’edificio. In assenza di dati sulla reale esposizione a fibre di amianto aerodisperse, vista la sensibilità dimostrata dal personale scolastico e un certo allarmismo dei genitori, gli SPISAL del Veneto hanno effettuato numerose indagini ambientali mirate. Le misure hanno evidenziato valori di concentrazioni di fibre in aria non superiori all’inquinamento ambientale di fondo, sia in locali con pavimenti integri che in quelli con piastrelle deteriorate.






Condividi con i tuoi amici:
1   ...   56   57   58   59   60   61   62   63   ...   67


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale