Documentazione e certificazioni


Stress e rischi psicosociali da lavoro correlato



Scaricare 285.9 Kb.
Pagina63/67
29.03.2019
Dimensione del file285.9 Kb.
1   ...   59   60   61   62   63   64   65   66   67

Stress e rischi psicosociali da lavoro correlato




Stress

Lo stress e’ la risposta non specifica dell’organismo umano di fronte a qualsiasi sollecitazione e stimolo si presenti, innestando una normale reazione di adattamento che può arrivare ad essere patologica in situazioni estreme.
Quindi lo stress si manifesta quando l’organismo deve rispondere a qualsiasi stimolo del mondo esterno e questa risposta consiste in un adattamento del comportamento e in un’attivazione dei sistemi biologici (psico-neuro-endocrini) che permettono di affrontare e risolvere la situazione in modo tale da evitare possibili conseguenze negative e permettere di sviluppare forme di adattamento nel caso non sia possibile risolvere la situazione.
Quindi, una cosa importante da tenere a mente e’ che lo stress non e’ di per sé sempre un fattore negativo, in quanto esiste uno:

  • stress positivo chiamato eustress che ci rende più capaci di adattarci positivamente alle situazioni,

  • stress negativo chiamato distress quando la situazione richiede uno sforzo tale di adattamento da superare le nostre capacità di realizzarlo, e quindi si instaura un logorio progressivo che porta al superamento delle nostre difese psicofisiche

Dal momento in cui il nostro organismo viene stimolato e deve rispondere a questa sollecitazione, esso mette in moto alcuni meccanismi specifici che stanno alla base dello stress e più precisamente in questa risposta si individua :



  • una coppia “stimolo- risposta”,

  • uno sforzo di adattamento, per rispondere in modo adeguato ed efficace allo stimolo,

  • un alto consumo “energetico” (psichico e fisico) per realizzare lo sforzo di adattamento.

In base alle modalità con cui gli stimoli esterni si presentano, il nostro organismo risponderà in modo diverso e più precisamente attraverso due modalità distinte in:



  • Stress acuto: quando gli eventi stressanti si presentano in modo acuto e la risposta dell’organismo si gioca ed esaurisce nel giro di pochi minuti o ore (ad esempio una notizia luttuosa);

  • Stress cronico: quando gli eventi stressanti si protraggono per giorni, settimane, mesi e la risposta dell’organismo deve essere mantenuta per tutto quel tempo (ad esempio un rapporto di lavoro problematico).

Il distress, cioè la parte negativa dello stress, si caratterizza per:



  • una prima fase di “allarme”

  • una seconda fase di “resistenza”

  • una terza fase di “esaurimento funzionale

Dopo una prima fase di allarme cioè di aumentata attenzione e tensione l’organismo cerca di contrastare la situazione stressante , acuta o cronica che sia, opponendo una resistenza agli effetti che questa situazione produce sul proprio equilibrio, ma ad un certo punto, nel tentativo di contrastarla, va in esaurimento perché il costo della resistenza è più forte delle capacità di cui dispone il nostro organismo che con il passare del tempo si esaurisce facendo così emergere gli effetti dello stress da lavoro.







Condividi con i tuoi amici:
1   ...   59   60   61   62   63   64   65   66   67


©astratto.info 2019
invia messaggio

    Pagina principale