Documento di classe


Valutazione del profitto Criteri di valutazione



Scaricare 358.74 Kb.
Pagina2/4
14.11.2018
Dimensione del file358.74 Kb.
1   2   3   4

Valutazione del profitto




Criteri di valutazione

Oggetto della valutazione non è la personalità dello studente né le sue capacità intese come potenzialità astratte, ma la performance che evidenzia ciò che lo studente sa e sa fare, in ambito disciplinare, in relazione ad un determinato obiettivo, compito o attività.

La valutazione non è un momento episodico, ma è parte integrante dell'attività scolastica ed è finalizzata a verificare la graduale acquisizione di quelle abilità e competenze che concorrono al processo formativo di crescita degli allievi.

La valutazione deve essere trasparente e tempestiva, volta ad attivare un processo di autovalutazione che conduca lo studente ad individuare i propri punti di forza e di debolezza e a migliorare il proprio rendimento.


La valutazione numerica dovrà tenere conto del giudizio dato alle singole prove, prodotte di volta in volta, che permettono di verificare il graduale apprendimento, nell'uso degli strumenti, delle tecniche ecc., e sarà espressa esclusivamente da numeri interi o da numeri interi seguiti da ½ (es. 6 ½).

La valutazione tiene conto della conoscenza, competenza e capacità intese come:



Conoscenza: acquisizione di contenuti, cioè di principi, teorie, concetti, termini, regole, procedure, metodi e tecniche.

Competenza: utilizzazione delle conoscenze acquisite per risolvere situazioni problematiche.

Capacità: utilizzazione significativa e responsabile di determinate competenze in situazioni organizzate in cui interagiscono più fatti e/o più soggetti e in cui si debba assumere una decisione.

Per la valutazione finale si valuterà, oltre al profitto, anche i miglioramenti, l’impegno e la partecipazione al dialogo educativo.



Attribuzione del voto di condotta
Il voto di condotta, espresso in decimi, viene attribuito dell’intero Consiglio di Classe e concorre alla valutazione complessiva dello studente e determina, se inferiore a sei decimi, la non ammissione al successivo anno di corso o all’Esame di Stato.

Per quanto riguarda la tabella della declinazione delle competenze, dell’attribuzione del voto di condotta e dei criteri specifici di non ammissione alla classe successiva si fa riferimento a quanto esplicitato nel P.O.F. pubblicato all’indirizzo:


www.artisticobusto.it

Validità dell’anno scolastico
In base alla Circolare n. 20 del 4 marzo 2011 e al DPR 122/2009 che vincola la validità dell’anno scolastico alla frequenza di tre quarti del monte ore personalizzato previsto dal curriculum di studi:


Classi

Orario settimanale
n. ore


Monte ore annuale
n. ore


Monte ore valido per l'anno scolastico

Ore

Minuti

Classi biennio

34

1122

841,5

841

30

Classi biennio musicale

32

1056

792

792

0

Classi biennio Coreutico

32

1056

792

792

0

Classi triennio Arti Figurative

35

1155

866,25

866

15

Classi triennio Arch. Ambiente

35

1155

866,25

866

15

Classi triennio Design

35

1155

866,25

866

15

Classi triennio Audiovisivo e Multimediale

35

1155

866,25

866

15

Classi triennio Grafica

35

1155

866,25

866

15

Classi triennio Scenografia

35

1155

866,25

866

15

Classi triennio Coreutico

32

1056

792

792

0

Classi triennio Musicale

32

1056

792

792

0

il Collegio Docenti ha deliberato che nel computo delle assenze totale di un allievo non si tenga conto di quelle che, debitamente documentate, si riferiscono a:



  • gravi motivi di salute;

  • terapie e/o cure programmate;

  • donazioni di sangue;

  • partecipazione ad attività sportive e agonistiche organizzate da federazioni riconosciute dal C.O.N.I.;

  • adesione a confessioni religiose per le quali esistono specifiche intese che considerano il sabato come giorno di riposo (cfr. Legge n. 516/1988 che recepisce l’intesa con la Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno; Legge n. 101/1989 sulla regolazione dei rapporti tra lo Stato e l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, sulla base dell’intesa stipulata il 27 febbraio 1987).

purché tali assenze non pregiudichino, a giudizio del consiglio di classe, la possibilità di procedere alla valutazione degli alunni interessati.

Il Consiglio di classe delibera inoltre di:



  • Segnalare sul Registro elettronico le verifiche collettive almeno una settimana prima;

  • Non effettuare due verifiche scritte nella stessa giornata.




Partecipazione ad iniziative culturali



1   2   3   4


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale