Documento di valutazione dei rischi decreto legislativo



Scaricare 0.71 Mb.
Pagina1/8
14.11.2018
Dimensione del file0.71 Mb.
  1   2   3   4   5   6   7   8







ajaxmail
DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI
DECRETO LEGISLATIVO

9 aprile 2008, n. 81 successive modificazioni ed integrazioni

REV.01 DEL 15.01.2018


MARRELLI HEALTH SRL

SEDE LEGALE: CROTONE (KR) - LOCALITA' PASSOVECCHIO

ZONA INDUSTRIALE SNC CAP 88900

Unita' Locale n. KR/2: CROTONE (KR) -VIA GIOACCHINO

DA FIORE N.5 CAP 88900



RESPONSABILE

FIRMA

Redazione:

R.S.P.P.

Dr Lorenzo MARRELLI

Firma:

Data:

Verificato:

RLS Dr. Giuseppe LONGO

Firma:

Data:

Verificato:

MEDICO COMPETENTE

Dr. Luigi SICILIA

Firma:

Data:

Valutazione ed Elaborazione:

DATORE DI LAVORO

Dr Lorenzo MARRELLI

Firma:

Data:


INDICE

1 PREMESSA

1.1 Utilizzazione e consultazione

1.2 Revisione

1.3 Definizioni Ricorrenti



    1. Dati Identificativi dell’Azienda


2 METODOLOGIA E CRITERI DELLA VALUTAZIONE

2.1  METODOLOGIA SEGUITA NELLA VALUTAZIONE DEL RISCHIO 


2.2  I CRITERI DELLA VALUTAZIONE 


2.3  I PRESIDI E LE STRUTTURE DELL'AZIENDA 


2.4  AREE DI ANALISI 


2.4.1  Luoghi e spazi di lavoro 


2.4.2  La valutazione dei rischi derivanti dall’utilizzo degli impianti e delle apparecchiature 


2.5  ATTIVITÀ PRINCIPALI PER CATEGORIE 


2.6  DEFINIZIONI 


2.7  LE FIGURE COINVOLTE NEL PROCESSO DI VALUTAZIONE 




3 LE TIPOLOGIE DI RISCHIO PER LA SICUREZZA

3.1  ALLAGAMENTO 


3.2  CADUTA DALL’ALTO 


3.3  CADUTA DI GRAVI 


3.4  ELETTRICO 


3.4.1  Gestione degli impianti elettrici

3.4.2  Illuminazione di emergenza e segnaletica di sicurezza

3.5 ELETTROMEDICALI -GESTIONE DELLE APPARECCHIATURE

3.5.1 Elettrocuzione

3.6  ESPLOSIONE 


3.7  INCENDIO 


3.8  INCIAMPO, SCIVOLAMENTO, URTO, CADUTA, COMPRESSIONI 


3.9  LAVORI IN QUOTA 


3.10  TAGLIO, ABRASIONI, USTIONI, PUNTURE 


3.11  TERREMOTO 


3.12  IMPIANTI DI DISTRIBUZIONE DI GAS MEDICALI E TECNICI 


3.12.1  Impianti di distribuzione di gas metano

3.12.2  Trasporto deposito e maneggio delle bombole o presenza di apparecchi a pressione


4 LE TIPOLOGIE DI RISCHIO PER LA SALUTE

4.1  ALLERGOLOGICO 


4.2  ANESTETICI AERIFORMI 


4.3  BIOLOGICO 


4.4  CAMPI ELETTROMAGNETICI 


4.5  CANCEROGENI E MUTAGENI 


4.6  CHEMIOTERAPICI ANTIBLASTICI 


4.7  CHIMICO 


4.8  ILLUMINAZIONE NATURALE ED ARTIFICIALE DEI LUOGHI DI LAVORO 


4.9  MICROCLIMA E IMPIANTI DI VENTILAZIONE 


4.10  MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI (MMC) 


4.11  RADIAZIONI IONIZZANTI 


4.12  RADIAZIONI NON IONIZZANTI 


4.13  RADIAZIONI OTTICHE ARTIFICIALI 


4.14  RISONANZA MAGNETICA 


4.15  RUMORE 


4.16 VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SALUTE DELLE LAVORATRICI GESTANTI

4.17  VIBRAZIONI 


4.18  VIDEOTERMINALI 

5 ALTRI RISCHI

5.1  AGGRESSIONE 


5.2  ALLARME BOMBA 


5.3  NEVE 


5.4  RADON 222 


5.5  RAPINA 


5.6  RISCHI IN ITINERE 


5.7  RISCHI INTERFERENZIALI 



6  SORVEGLIANZA SANITARIA
7  FATTORI TRASVERSALI E ORGANIZZATIVI

7.1  ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO 


7.2  INFORMAZIONE, FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO DEI LAVORATORI 


7.3  PRIMO SOCCORSO 


7.4  STRESS LAVORO CORRELATO 


7.5  LAVORATORI PORTATORI DI HANDICAP 



8  LA PROGRAMMAZIONE DEGLI INTERVENTI
9  DOCUMENTAZIONE

9.1  DOCUMENTI (considerati parti integranti) 




9.2  DOCUMENTI distribuiti 

10  ALLEGATI


ALLEGATO 01 DVR - UO DESCRIZIONE STRUTTURE

 

ALLEGATO 02 DVR - UO MISURE PER RISCHI SPECIFICI

 

ALLEGATO 03 DVR - UO ORGANIZZAZIONE, RUOLI E COMPITI

 

ALLEGATO 04 DVR - UO SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE

 

ALLEGATO 05 DVR - UO ORTOPEDIA

 

ALLEGATO 06 DVR - UO CHIRURGIA GENERALE

 

ALLEGATO 07 DVR - UO DAY SURGERY

 

ALLEGATO 08 DVR - UO Anestesia di elezione - Blocco Operatorio

 

ALLEGATO 09 DVR - UO FARMACIA.doc

 

ALLEGATO 10 DVR - UO ONCOLOGIA

 

ALLEGATO 11 DVR - UO DIREZIONE

 

ALLEGATO 12 DVR - UO LABORATORIO ANALISI

 

ALLEGATO 13 DVR - UO ELETTROFISIOLOGIA ED ELETTROSTIMOLAZIONE

 

ALLEGATO 14 DVR - UO AMBULATORI.doc

 

ALLEGATO 15 DVR - UO GESTIONE RISORSE UMANE (2).docx

 

ALLEGATO 16 DVR - UO ACCETTAZIONE CUP.doc

 

ALLEGATO 17 DVR - UO RIABILITAZIONE

 

ALLEGATO 18 DVR - UO MANUTENZIONE

 

ALLEGATO 19 DVR - UO RADIOTERAPIA

ALLEGATO 20 DVR – UO RADIOCHIRURGIA

ALLEGATO 21 DVR – UO RISONANZA MAGNETICA G.A (B=0,32T)

ALLEGATO 22 DVR – UO RISONANZA MAGNETICA G.A (B=1,5T)

ALLEGATO 23 DVR – UO RADIODIAGNOSTICA

ALLEGATO 24 DVR – UO MEDICINA NUCLEARE IN VIVO







1. PREMESSA

La valutazione dei rischi è uno strumento finalizzato alla programmazione delle misure di protezione e prevenzione, quindi, alla più generale organizzazione della prevenzione aziendale volta a salvaguardare la salute e la sicurezza dei lavoratori. Il D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 (come modificato al D. Lgs. 106/09) ribadisce con ancor più forza l'obbligo della valutazione di tutti i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori, con la conseguente elaborazione del documento previsto dall'articolo 28. La valutazione riguarderà anche la scelta delle attrezzature di lavoro e delle sostanze o dei preparati chimici impiegati, nonché la sistemazione dei luoghi di lavoro, tutti i rischi ivi compresi quelli riguardanti gruppi di lavoratori esposti a rischi particolari, tra cui anche quelli collegati allo stress lavoro-correlato e quelli riguardanti le lavoratrici in stato di gravidanza, secondo quanto previsto dal decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151, nonché quelli connessi alle differenze di genere, all'età, alla provenienza da altri Paesi. Secondo l'art. 28 del D. Lgs. n.81/08 come modificato dal D. Lgs. 106/09 il documento redatto a conclusione della valutazione, deve avere data certa e contenere:



  • una relazione sulla valutazione di tutti i rischi per la sicurezza e la salute durante
    l'attività lavorativa, nella quale siano specificati i criteri adottati per la valutazione
    stessa. La scelta dei criteri di redazione del documento è rimessa al datore di lavoro, che vi provvede con criteri di semplicità, brevità e comprensibilità, in modo da garantirne la completezza e l'idoneità quale strumento operativo di pianificazione degli interventi aziendali e di prevenzione;

  • l'indicazione delle misure di prevenzione e di protezione attuate e dei dispositivi di protezione individuali adottati;

  • il programma delle misure ritenute opportune per garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza;

  • l'individuazione delle procedure per l'attuazione delle misure da realizzare, nonché dei ruoli dell'organizzazione aziendale che vi debbono provvedere, a cui devono essere assegnati unicamente soggetti in possesso di adeguate competenze e poteri;

  • l'indicazione del nominativo del responsabile del servizio di prevenzione e protezione, del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza o di quello territoriale e del medico competente che ha partecipato alla valutazione del rischio;

  • l'individuazione delle mansioni che eventualmente espongono i lavoratori a rischi specifici che richiedono una riconosciuta capacità professionale, specifica esperienza, adeguata formazione e addestramento.


1.1. Utilizzazione e consultazione

Il documento sarà utilizzato come guida da tutti i soggetti facenti parte del sistema organizzativo della sicurezza per applicare al meglio tutte le misure da adottare durante le varie lavorazioni in relazioni ai fattori di rischio presenti.

Tutti saranno tenuti alla piena osservanza ed applicazione delle misure di sicurezza riportate nel presente documento. Le misure, i dispositivi di protezione individuale e le cautele di sicurezza sono:


  • tassativamente obbligatorie;

  • da impiegare correttamente e continuamente;

  • da osservare personalmente.

Il documento dovrà essere custodito presso l'unità produttiva alla quale si riferisce la valutazione dei rischi (art. 29 comma 4, D. Lgs. 81/08).
1.2 . Revisione

Il DVR dovrà essere sottoposto a revisione, ad opportuni intervalli di tempo, per assicurarne l'adeguatezza e l'efficacia nel tempo. Sarà pertanto necessario rielaborare una valutazione dei rischi, ogni qualvolta si introduca un cambiamento tale da modificare la percezione dei rischi sul luogo di lavoro, ad esempio quando viene avviato un nuovo sistema di lavorazione, vengono adottati nuovi agenti chimici e nuove attrezzature. L'art. 29 comma 3 del D. Lgs. 81/08 come modificato dal D. Lgs. 106/09 ribadisce, inoltre, che la valutazione dei rischi debba essere immediatamente aggiornata in occasione di modifiche a cura del Servizio Prevenzione e Protezione del processo produttivo o dell'organizzazione del lavoro significative ai fini della salute e della sicurezza dei lavoratori, o in relazione al grado di evoluzione della tecnica, della prevenzione e della protezione o a seguito di infortuni significativi o quando i risultati della sorveglianza sanitaria ne evidenzino la necessità. A seguito di tale rielaborazione, le misure di prevenzione debbono essere aggiornate.


1.3. Definizioni Ricorrenti

Si adottano, nel presente documento, le seguenti definizioni, secondo l'art. 2 D. Lgs. 81/08: Lavoratore: persona che, indipendentemente dalla tipologia contrattuale, svolge un'attività lavorativa nell'ambito dell'organizzazione di un datore di lavoro pubblico o privato, con o senza retribuzione, anche al solo fine di apprendere un mestiere, un'arte o una professione, esclusi gli addetti ai servizi domestici e familiari. Al lavoratore così definito è equiparato: il socio lavoratore di cooperativa o di società, anche di fatto, che presta la sua attività per conto delle società e dell'ente stesso; l'associato in partecipazione di cui all'articolo 2549, e seguenti del codice civile; il soggetto beneficiario delle iniziative di tirocini formativi e di orientamento di cui all'articolo 18 della legge 24 giugno 1997, n. 196, e di cui a specifiche disposizioni delle leggi regionali promosse al fine di realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro o di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro; l'allievo degli istituti di istruzione ed universitari e il partecipante ai corsi di formazione professionale nei quali si faccia uso di laboratori, attrezzature di lavoro in genere, agenti chimici, fisici e biologici, ivi comprese le apparecchiature fornite di videoterminali limitatamente ai periodi in cui l'allievo sia effettivamente applicato alla strumentazioni o ai laboratori in questione; il volontario, come definito dalla legge 1 agosto 1991, n. 266; i volontari del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e della protezione civile; il volontario che effettua il servizio civile; il lavoratore di cui al decreto legislativo 1° dicembre 1997, n. 468, e successive modificazioni.



Azienda: il complesso della struttura organizzata dal datore di lavoro pubblico o privato.

Datore di lavoro: il soggetto titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore o, comunque, il soggetto che, secondo il tipo e l'assetto dell'organizzazione nel cui ambito il lavoratore presta la propria attività, ha la responsabilità dell'organizzazione stessa o dell'unità produttiva in quanto esercita i poteri decisionali e di spesa. Nelle pubbliche amministrazioni di cui all'articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, per datore di lavoro si intende il dirigente al quale spettano i poteri di gestione, ovvero il funzionario non avente qualifica dirigenziale, nei soli casi in cui quest'ultimo sia preposto ad un ufficio avente autonomia gestionale, individuato dall'organo di vertice delle singole amministrazioni tenendo conto dell'ubicazione e dell'ambito funzionale degli uffici nei quali viene svolta l'attività, e dotato di autonomi poteri decisionali e di spesa. In caso di omessa individuazione, o di individuazione non conforme ai criteri sopra indicati, il datore di lavoro coincide con l'organo di vertice medesimo.

Dirigente: persona che, in ragione delle competenze professionali e di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell'incarico conferitogli, attua le direttive del datore di lavoro organizzando l'attività lavorativa e vigilando su di essa.

Preposto: persona che, in ragione delle competenze professionali e nei limiti di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell'incarico conferitogli, sovrintende alla attività lavorativa e garantisce l'attuazione delle direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di iniziativa.

Servizio di prevenzione e protezione dei rischi: insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all'azienda finalizzati all'attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali per i lavoratori.

Medico competente: medico in possesso di uno dei titoli e dei requisiti formativi e professionali di cui all'articolo 38 D. Lgs. 81/08, che collabora, secondo quanto previsto all'articolo 29, comma 1 del decreto suddetto, con il datore di lavoro ai fini della valutazione dei rischi ed è nominato dallo stesso per effettuare la sorveglianza sanitaria e per tutti gli altri compiti di cui al presente decreto.

Sorveglianza sanitaria: insieme degli atti medici, finalizzati alla tutela dello stato di salute e sicurezza dei lavoratori, in relazione all'ambiente di lavoro, ai fattori di rischio professionali e alle modalità di svolgimento dell'attività lavorativa.

Responsabile del servizio di prevenzione e protezione: persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all'articolo 32 D. Lgs. 81/08 designata dal datore di lavoro, a cui risponde, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi.

Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza: persona eletta o designata per rappresentare i lavoratori per quanto concerne gli aspetti della salute e della sicurezza durante il lavoro.

Addetto al servizio di prevenzione e protezione: persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all'articolo 32 D.Lgs. 81/08, facente parte del servizio di prevenzione e protezione.

Prevenzione: il complesso delle disposizioni o misure necessarie anche secondo la particolarità del lavoro, l'esperienza e la tecnica, per evitare o diminuire i rischi professionali nel rispetto della salute della popolazione e dell'integrità dell'ambiente esterno.

Salute: stato di completo benessere fisico, mentale e sociale, non consistente solo in un'assenza di malattia o d'infermità.

Valutazione dei rischi: valutazione globale e documentata di tutti i rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori presenti nell'ambito dell'organizzazione in cui essi prestano la propria attività, finalizzata ad individuare le adeguate misure di prevenzione e di protezione e ad elaborare il programma delle misure atte a garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di salute e sicurezza.

Pericolo: proprietà o qualità intrinseca di un determinato fattore avente il potenziale di causare danni.

Rischio: probabilità di raggiungimento del livello potenziale di danno nelle condizioni di impiego o di esposizione ad un determinato fattore o agente oppure alla loro combinazione.

Unità produttiva: stabilimento o struttura finalizzati alla produzione di beni o all'erogazione di servizi, dotati di autonomia finanziaria e tecnico funzionale.




1.4 Dati Identificativi dell’azienda
Ragione sociale : MARRELLI HOSPITAL Srl
Sede legale: VIA G. DA FIORE. – C R O T O N E
Presidente del C.d.A. : LORENZO MARRELLI

Tipo di attività: clinica chirurgica ed ortopedica; attività ambulatoriale polispecialistica.


Inquadramento C.C.I.A.A. / Previdenziale
[< >] industria [< >] servizi

[< >] artigianato [< >] agricoltura



[< >] commercio [x] Settore Medico
Disponibilità dei locali
I locali sono: [< >] di proprietà [x] in affitto
La struttura sanitaria MARRELLI HOSPITAL, eroga prestazioni sanitarie di tipo ambulatoriale ed in regime di ricovero.
ORGANIGRAMMA DELLA SICUREZZA

DIRETTORE SANITARIO

Dr. MASSIMO MARRELLI

RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP)

Dr. LORENZO MARRELLI

RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (RLS)

SIG. ANDREA SIMBARI

INCARICATI DELLE MISURE ANTINCENDIO E DI EMERGENZA

SIG. ANDREA SIMBARI

INCARICATI DELLE MISURE DI PRIMO SOCCORSO

Dott. ______________

MEDICO COMPETENTE

Dr. Luigi SICILIA

N.

COGNOME

NOME

REPARTO

MANSIONE

Periodicità controllo sanitario

Dispositivi di Protezione Individuali

1

FELICETTI

GIUSEPPE

CHIRURGIA

O.S.S.

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

2

GHIDINI

ROBERTO DAVIDE

B.O.

O.S.S.

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

3

MUSARDO G.

SABRINA

B.O.

O.S.S.

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

4

SEMINARIO

MONIKA

ORTOPEDIA

O.S.S.

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

5

SHYMAKOUSKAYA

HANNA

Sterilizzazione

O.S.S.

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

6

MENDICINO

GIUSEPPE

ORTOPEDIA

O.S.S.

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

7

MARITATO

DOMENICO

FISIOTERAPIA

O.S.S.

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

8

PIPERISSA

ANGELA

CHIRURGIA

O.S.S.

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

9

MANFREDI

ANTONIO

B.O.

O.S.S.

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

10

MOLE'

CLAUDIO

B.O.

O.S.S.

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

11

SCAVELLO

RAFFAELE

Radiology

O.S.S.

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

12

Adamo

M.Framcesca

Radiology

O.S.S.

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

13

Borza

MARIO

CHIRURGIA

O.S.S.

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

14

Leonardi

Noemi

Farmacia

Farmacista

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

15

Gentile

Stefano

LAB. ANALISI

BIOLOGO

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

16

Stumpo

Giuseppina

LAB. ANALISI

BIOLOGO

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

17

TORTELLA

LIDIA

Radiology

TSRM

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

18

LONGOBARDI

VALENTINA

Radiology

TSRM

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

19

CALCE

MANOLO

Radiology

TSRM

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

20

PRESTA

SIMONE

Radiology

TSRM

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

21

PRIMARIO

EMANUELE

Radiology

TSRM

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

22

ALONZI

MARCO

Radiot. RM

TSRM

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

23

DANARO

GIUSEPPINA

Radiot. RM

TSRM

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

24

Iorno

Daniela

Resp. Radiology

RECEPIONIST

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

25

Guerrini

Giorgio

Radiology

RECEPIONIST

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

26

Maggio

Francesco

Radiology

RECEPIONIST

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

27

labonia

Armando

Radiology

RECEPIONIST

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

28

Villirillo

Eliana

Radiology

RECEPIONIST

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

29

Mazzea

Giovanna

Radiology

RECEPIONIST

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

30

Cusato

Katia

Radiology

RECEPIONIST

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

31

Federico

Tiziana

MH

RECEPIONIST

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

32

Iuliano

Imma

MH

RECEPIONIST

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

33

Caruso

Gianluca

MH

RECEPIONIST

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi

34

Rota

Davide

MH

RECEPIONIST

annuale

Guanti monouso; Mascherina volto - naso - bocca; Divisa di lavoro; Occhialini protettivi


Medico radiologo
Dirigenti e i preposti
In caso d’incendio nel presidio “uffici” occorre:
Sale operatorie
E’ stato nominato con incarico l’addetto responsabile della sicurezza.


  1   2   3   4   5   6   7   8


©astratto.info 2017
invia messaggio

    Pagina principale